SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

space&interiors

La Corte del Commiato: le forme archetipiche di Mirco Simonato
Una composizione minimale basata su un’idea semplice
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

02/10/2017 - "La Giuria ha apprezzato il mondo poetico creato dal progetto, una composizione minimale basata su un’idea semplice. Chiare forme archetipiche, usate in modo intelligente, sono strategicamente organizzate in prospettive spaziali pensate da diversi punti di vista. L’uso di un unico materiale di finitura contribuisce a creare un’atmosfera surreale che riporta all’idea di morte, al silenzio ed alla riflessione". È questo il giudizio con cui il progetto de La Corte del Commiato è stato insignito del 1° Premio - Sezione regionale del Barbara Capocchin International Architecture Award 2017.
L’intervento dell'arch. Mirco Simonato è parte del programma di riqualificazione dell’area di Megliadino San Vitale (PD) che dal cimitero si estende sino alla centrale Piazza/Sagrato.

Il progetto, oltre a programmare e avviare l’ampliamento del cimitero, pone rimedio al disagio che caratterizzava i cortei funebri costretti a percorrere la strada provinciale.
Il nuovo ingresso, spostato a sud, si raggiunge con un percorso nel paesaggio agreste, più consono all’accompagnamento dei defunti per l’ultimo saluto. La mura, nel suo cingere e generare spazi, si ispira a quelle delle ville venete e delle proprietà benedettine che caratterizzano la pianura veneta.

Elemento ordinatore del nuovo cimitero è la Corte del Commiato. Spazio destinato alla cerimonia dell’ultimo saluto, consono per una preghiera, comunitaria o solitaria, e per una sosta meditativa, come dichiarano le panche ombreggiate da alberi. Sul fondale il setto murario si innalza e, con un aggetto, protegge il luogo dell’officiante.
Il Colombario è caratterizzato dal porticato la cui teoria di pilastri, posti sul margine dell’area verde, sarà un giorno fronteggiata da una struttura speculare. La vela di copertura si sovrappone al corpo dei loculi restandone staccata, quasi sospesa, consentendo alla luce di penetrare e riflettersi sulla sua faccia inferiore.

La tomba di famiglia si richiama all’archetipica forma della capanna: un parallelepipedo a pianta rettangolare, alto come il colombario, con un semplice tetto a due falde. Il campo per inumazioni occupa la parte meridionale del nuovo intervento e si propone come un ampio prato cintato. Tutti i manufatti hanno forme contenute, essenziali, risolte con il minor numero di elementi. La finitura, bianca ed omogenea, consente alla luce ed alle ombre di sottolineare la pulizia delle linee. Il progetto include e risolve a verde lo spazio destinato agli stralci successivi in modo che questo ambito si presenti, ora e in tutte le fasi di crescita, come uno spazio compiuto e definito.


  Scheda progetto: La Corte del Commiato
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
  Scheda progetto:
MIRCO SIMONATO ARCHITETTO

La Corte del Commiato

 NEWS CONCORSI
+20.04.2018
L'Istituto Trentino edilizia abitativa bandisce 'Torri 2020'
+19.04.2018
Metropolitana Milanese Spa indice 'Una forma per l'Acqua'
+18.04.2018
Matera, city of culture. A museum for the ancient city
+17.04.2018
Insegne: Parole e Immagini d’Italia
+16.04.2018
In chiusura le iscrizioni per 'Designing the Unesco Buffer Zone'
tutte le news concorsi +

Cesar Arredamenti
The Design Experience 2018
Devon & Devon
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2018 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati