Bruno parquet

Tonin Casa

Call Me

FAP Ceramiche ROMA

Beau Soleil


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Mischioff

Covo, design semplice e sapiente
A Milano le novità "non comuni"
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Caterpillar, Covo
08/05/2012 - Tornano le “cose non comuni” di COVO ad arricchire il “dizionario” del design. Oggetti semplici e sapienti, fatti di pochi segni ma capaci di restare nella memoria.

Nella satura condizione contemporanea, siamo sempre più circondati da un mondo di “cose”.
Cose concrete e cose astratte, cose reali e immaginarie, cose sacre e cose profane, cose che servono e che non servono, cose buone e cose cattive.

Il Design si occupa di queste cose e può farlo in molti modi: ripensando, inventando, copiando, rivestendo, giocando o prendendosi sul serio. Oppure, come cerca di fare COVO, osservando. Osservando il mondo di “cose” che ci circonda e provando a immaginare nuove presenze che vadano a prendere posto negli spazi vuoti della nostra immaginazione. Oggetti nati dunque dall’attenta esplorazione del paesaggio materiale, pensando al nostro mondo come ad un foglio pieno di segni che troppo spesso si confondono, perdendo ogni loro significato.

E come succede nei disegni dei bambini, o nei graffiti preistorici (infanzia stessa dell’umanità), dove poche linee descrivono mondi e storie, le “cose non comuni” di COVO provano a regalare semplicità, cancellando la confusione e riportando i significati all’emozione più che alla ragione.

E dunque ecco che tra attaccapanni come rami, tavoli come siepi, sedute come prati in fiore, ma anche poltrone che abbracciano, lampade “magiche” che crescono, portafoto come fili tesi al vento e cristalli morbidi, il nostro mondo di “cose” diventa un mondo di “segni”.

Semplici “segni”, in bianco e nero o a colori, che come codici emozionali riempiono il foglio bianco dei nostri spazi. E le “cose non comuni” di COVO sono oggetti autonomi, capaci di relazionarsi con tutti i nostri paesaggi, ma sono anche frasi di uno stesso racconto, il racconto di COVO.

Tra le novità presentate a Milano in occasione del Salone del Mobile, Caterpillar è uno sgabello che elabora il concetto di leggerezza e di ridondanza. Le sue molteplici gambe sembrano essere in moto perpetuo; in tal modo mettono in discussione la sensazione di stabilità statica spesso associata ad una panchina.
 


Caterpillar, Covo


Caterpillar, Covo

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU DESIGN NEWS
22.08.2017
Ethimo presenta Agave a Maison&Objet
22.08.2017
Con Railing Glass di Fontanot gli spazi sono infiniti
22.08.2017
Monolite Rasomuro by Bauxt
» le altre news

Caterpillar, Covo
Caterpillar, Covo
COVO

1
2
3
4
MING
NO.3 | Sgabello alto
NO.3 | Sgabello basso
ENO
MY FRAME
MUFF DADDY | Poltrona in denim
VASE SHELVES
BIRDS ON WIRE
RANDOM
LESEFUTTER
1
2
3
4

COVO

 NEWS CONCORSI
+21.08.2017
Next Landmark 2017: Architectural Skin
+17.08.2017
MYllennium Award 2017 | My City: prorogata la scadenza
+15.08.2017
Desita Award - Pizza Experience: nuovo look per il mondo della pizza
+11.08.2017
25° concorrimi – Torino, L’Unione Industriale si veste di nuovo
+09.08.2017
L’Italia di Zaha Hadid: il #PhotoContest del MAXXI
tutte le news concorsi +

ADA 2017
Mischioff
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2017 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati