Milano Design Week 2014 Milano Design Week 2014

Gentry Home

Caminetti a gas


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Sika

Tre progetti per la Facoltà di Architettura di Delft
Vincono il concorso Alvarez, Bringer & Laraqui e Raggers
Autore: miriam de candia
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
26/03/2009 – Si è concluso con la vittoria ex aequo di tre proposte il concorso internazionale di idee “Building for Bouwkunde”.
 
La competizione - lanciata ufficialmente nel settembre 2008 dall’Istituto di Architettura Olandese e dal Ministero dell’Educazione Olandese in occasione dell’11ª Biennale Internazionale di Architettura di Venezia - chiedeva ai suoi partecipanti di immaginare una nuova sede per la Facoltà di Architettura della University of Technology di Delft (Olanda), ridotta in cenere da un incendio nella giornata del 13 maggio 2008.

Al concorso hanno preso parte ben 466 progetti ideati da architetti e studenti provenienti da 50 paesi. Otto in tutto le proposte finaliste. Riportiamo di seguito i nomi dei tre progetti vincitori e dei relativi progettisti (ciascuno dei quali ha meritato un premio pari a 15.000 euro).
 
-Amalgam”, Laura Alvarez, Laura Alvarez Architecture, Amsterdam (Paesi Bassi)
“La vecchia Facoltà si estendeva su un’area pari a circa 25.000 metri quadri, quasi la metà di quelli necessari per la nuova facoltà. Penso a un nuovo volume, collocato negli spazi vuoti lasciati dall’incendio, che integri il vecchio edificio universitario rigenerato. Passato e futuro si completano vicendevolmente: la struttura esistente dà presenza al complesso, mentre il nuovo fabbricato, sorge senza prepotenza alle spalle del vecchio. Non ostenta nulla. La sua prerogativa sta nella flessibilità che dà alla struttura esistente. Il progetto è organizzato con chiarezza e prevede tre funzioni differenti: gli studio, collocati sulle ali trasversali del complesso;gli uffici, situati tra gli studio, in modo da facilitare il contatto tra studenti, staff e docenti; le funzioni pubbliche, collocate lungo un itinerario comune”, spiega la progettista.
 
- Green - Housed Culture, Marc Bringer & Ilham Laraqui, Marc Bringer Architecture, Parigi (Francia) 
Due le tipologie da cui il progetto trae spunto nel disegno della nuova facoltà: la serra (architettura peraltro assai presente nelle vicinanze dell’Istituto) e il laboratorio di ricerca universitario. La presenza di pannelli fotovoltaici, l’impiego dell’acqua piovana, la presenza di diversi patio, cosa assai utile in termini di ventilazione e illuminazione naturale dell’edificio, e di tetti verdi rende la proposta altamente sostenibile. Il progetto si fonda su un approccio integrato dove l’ecocompatibilità è associata alla  sensibilità sociale e alla qualità degli spazi. Spazi pubblici ampii, aperti e continui sottolineano l’attenzione per il carattere "sociale" della futura facoltà.  
 
- "A world without objects", Gijs Raggers, Gijs Raggers architect, Rotterdam (Paesi Bassi) 
La proposta immagina di collocare la facoltà in un grande parco, realizzabile dove oggi sorge la Mekelweg (strada cittadina su cui sorge il polo universitario di Delft). Il lavoro, ispirato al progetto disegnato nel 1952 da J.H. van den Broek per l’arteria commerciale di  Lijnbaan a Rotterdam, immagina una struttura estesa in orizzontale lungo la rinnovata via, destinata ad ospitare spazi educativi quali seminari, studio, sale lettura e funzioni sociali come bar, ristoranti e impianti sportivi. Un edificio a torre di forma triangolare strutturato su 24 piani ospita la biblioteca. Alcuni ponti connettono i due lati del campus separati dalla strada.
 
Si sono classificati al secondo posto della competizione, meritando una somma pari a 5.000 euro ciascuno, i progetti:
 
- Vertical Forum, Elsbeth Ronner & Mick van Gemert, Facoltà di Architettura di Delft (Olanda);
 
- Learning and Creating, Olli Raila, Heikki Muntola, Heikki Riitahuhta, Mikko Jakonen & Eetu Arponen, Dipartimento di Architettura dell’Università di Oulu (Finlandia);
 
- BK city, not a metaphor, De Nijl Architecten, Henk Engel, Erik van den Berg & Marius van der Meulen, Rotterdam (Olanda).
 
Una menzione d’onore è stata invece attribuita alle seguenti proposte:
 
- Ego Eco-system, Marc Koehler, Martijn de Geus, Miriam Tocino, Stepan Havlik, Carlos Franco, Hans Smolenaers & Bart, Popiela, Marc Koehler Architects bna, Amsterdam (Olanda);
 
Post Ignem, Tom Haelvoet & Eveline Hanssens, Haelvoet-Hanssens Architecten, Wondelgem (Belgio)
  
Nel report ufficiale pubblicato dalla giuria del concorso in merito agli otto progetti finalisti della competizione si legge: “In tutte le proposte la sostenibilità è un tema cruciale. La rigenerazione della struttura esistente è interpretata come un modo rispettoso per mantenere e migliorare la qualità architettonica del luogo. La forza delle proposte sta anche in un nuovo senso di essenzialità, che sembra differire radicalmente dall’”architettura delle star” che ha dominato una larga parte del dibattito architettonico nei decenni passati. I progetti non impongono se stessi, ma offrono spazio alla creatività, allo sviluppo e al mutamento ”.

“La natura aperta della competizione ha favorito processi creativi impressionanti in un clima assai positivo. Posso dire senza riserve che lo smisurato numero di proposte pervenute da studenti e giovani architetti da tutte la parti del mondo è la promessa di una nuova generazione di talenti nel campo dell’architettura. I progetti e le idee offrono materiale per una discussione interessante in merito al futuro della Facoltà”, ha commentato Liesbeth van der Pol, Chief Government Architect e presidente della giuria del concorso.

  Scheda progetto: Ego Eco-system. Nuova facoltà di Architettura di Delft - (Koehler Marc )
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: POST IGNEM. Nuova facoltà di Architettura di Delft - (Haelvoet-Hanssens Architecten)
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
24/10/2008
L’Olanda alla 11ª Biennale di Venezia
ArchiPhoenix – Faculties for architecture


Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU RISULTATI
10.03.2011
Young Architects Program MAXXI: vincono i romani stARTT
02.03.2011
Areale ferroviario di Bolzano: vince il team di Boris Podrecca
28.02.2011
'Progetto in evoluzione. Giò Ponti e Villa Favorita a Valdagno': gli esiti del concorso
» le altre news


  Scheda progetto:
Marc Koehler

Ego Eco-system. Nuova facoltà di Architettura di Delft
  Scheda progetto:
Haelvoet-Hanssens Architecten

POST IGNEM. Nuova facoltà di Architettura di Delft

 NEWS CONCORSI
+24.07.2014
Hettich e Rehau bandiscono 'Take furniture to the next level'
+23.07.2014
Orti per tutti: concorso per un'agricoltura urbana
+22.07.2014
Oikos bandisce 'Progetta la tua Architettura d’Ingresso'
+21.07.2014
Al via la 6a edizione di Urban-promogiovani
+18.07.2014
Napoli: un'opera per Castel Sant'Elmo
tutte le news concorsi +



Sika
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2014 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati