SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Material Connexion

San Francisco inaugura l'Accademia delle Scienze
Il progetto è firmato Renzo Piano Building Workshop
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
29/09/2008 - San Francisco ha inaugurato la nuova sede della California Academy of Sciences progettata da Renzo Piano, l’architetto genovese alla guida dello studio Renzo Piano Building Workshop: un elegante edificio di vetro con una copertura ondulata di 10mila metri quadrati che sembra spuntare naturalmente dal suolo del Golden Gate Park.
 
Il nuovo edificio offre, su una superficie di circa 125mila metri quadrati, un’unica sede per 12 strutture costruite in momenti diversi dal 1916 al 1976. All’interno trovano spazio l’acquario Steinhart, il planetario Morrison ed il museo di storia naturale Kimball.
 
Definito “il museo più ecologico del mondo”, la nuova sede dell’Accademia delle Scienze californiana è risultato di un attento studio che ha considerato gli aspetti fondamentali della progettazione sostenibile, divenendo una sorta di laboratorio per la dimostrazione di un possibile modo di costruire che non risulti dannoso per la Terra.
“Questo museo – ha dichiarato Renzo Piano in occasione della cerimonia di inaugurazione – è un regalo ai nostri figli e alle generazioni future. Uno strumento attraverso cui la prossima generazione possa dare alla Terra tutto l’aiuto di cui ha bisogno”.
 
Peculiarità del progetto, il tetto verde “vivente” coperto da un prato che, sospeso a circa 10 metri dal suolo, segue un leggero movimento ondulato evocando un paesaggio di colline erbose.
Si tratta di una scelta progettuale che sembra voler trasmettere l’idea di una architettura concepita come organismo capace di respirare e trasudare. Le piante che il tetto accoglie sulla superficie contribuiscono a conservare una temperatura fresca all’interno, con conseguente rinuncia all’aria condizionata. Le “colline” del museo filtrano infatti l’acqua piovana, fornendo una buona circolazione d’aria per le zone sottostanti nonché un ottimo isolamento per l’intero edificio.
 
Il tetto verde risulta interrotto nella fascia perimetrale da una copertura vetrata nella quale sono integrate 55mila celle fotovoltaiche. Un grande lucernario sulla “coperta verde” copre la piazza centrale attorno alla quale sono organizzate le diverse funzioni. Diversi altri lucernari più piccoli distribuiti sulla superficie verde sospesa permettono il passaggio di luce naturale all’interno; un sistema computerizzato ne consente inoltre l’apertura per la ventilazione naturale dell’area sottostante.
 
Gran parte dei materiali dei vecchi edifici demoliti è stato riciclato e riutilizzato nel nuovo. In tal modo è risultata notevolmente ridotta la quantità di materiale dismesso destinato alle discariche.
Accorgimento che, insieme all’isolamento termico, il recupero delle acque pluviali, l’illuminazione ed il riscaldamento passivi, fa del progetto un importante esempio di architettura sostenibile.
 
Trasparenza ed integrazione con il vicino parco hanno rappresentato un altro importante obiettivo: “Di solito i musei non sono trasparenti; sono opachi e chiusi. Sono regni delle tenebre nei quali si resta intrappolati. Per la nuova sede dell’Accademia abbiamo creato un museo visivamente e funzionalmente collegato al paesaggio naturale circostante, che solleva metaforicamente una porzione del parco per collocarvi sotto un edificio”.
Il prato sembra infatti lievitare creando nella zona sottostante una intercapedine luminosa che si sviluppa in corrispondenza delle grandi sfere del planetario e dell’acquario in una suggestiva sequenza di spazi bassi e vuoti altissimi.

  Scheda progetto: California Academy of Sciences
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
Altri commenti per questa notizia
Renzo Marrucci
Praticamente un tetto padiglione con quegli oculi bolle che sono quasi repellenti ma serviranno a trattenere la terra sulla rotondità... La tecnologia e archistar spingono sempre ormai lo sappiamo benissimo ma da lì ad avere il risutato come se fosse certo e splafonare in relazioni entusiaste...Prima del tempo...Forse un ragionevole dubbio...Per questo ci andrei piano anche se non è compreso nel programma...

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
25.08.2016
Sanjay Puri Architects e il progetto Studios 18
23.08.2016
Un'idea di sauna oltre i confini della staticità
19.08.2016
Dormireste in un hotel a 'zero stelle'?
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
02/09/2016 - palazzo franchetti - sede ied di venezia
50+! Il grande gioco dell’industria

04/09/2016 - catania
Kaira Looro – International Workshop Architecture for Senegal
Workshop internazionale di progettazione architettonica a sostegno di un progetto umanitario
21/09/2016 - olympia london
100% Design 2016
Experience design at the UK's largest trade event for architects and designers
» gli altri eventi
  Scheda progetto:
RPBW - Renzo Piano Building Workshop

California Academy of Sciences

 NEWS CONCORSI
+26.08.2016
Premio Codega per l’illuminazione a LED: La IV edizione
+24.08.2016
Piazza G. Marconi a Cinigiano: il concorso creativo
+22.08.2016
Sistemazione dei Portici di Piazza Dante Alighieri a Grosseto
+18.08.2016
Il concorso di design 'It’s Time to Play with Creativity'
+16.08.2016
Giovani progettisti cercasi per il contest “Minimal Architecture”
tutte le news concorsi +

Archiproducts Shop - The go-to shop for Architects and Design Enthusiasts
Material Connexion
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2016 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati