Out

Lixio-Lixio+

Summer Sales 2020 20%

Mat&More

Inarch Sponsor


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Smart 4

Ripensare le spiagge in ottica anti-Covid
Dalla forma dell’alveare e dalla vita delle api nasce Mare 2020
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti

06/05/2020 - Il mondo dell'architettura (e non solo) in questa fase 2 inizia a ripensare gli spazi di lavoro, di vita sociale e di vacanza.
Alle soglie ormai dell'estate, iniziano a comparire le prime soluzioni da adottare per poterci permettere di andare in spiaggia in sicurezza, nel rispetto delle regole anti-covid sul distanziamento sociale, ma con un occhio alla funzionalità e all'estetica.

Arteprima Progetti, diretto da Francesco Cascino, con Raffaele Giannitelli (dello studio di architettura Surf Engineering, Founder e Responsabile di Architettura e Rigenerazione urbana di Arteprima Progetti) e l’artista Filippo Riniolo hanno proposto Mare 2020.
Hanno ripensato un modello che contempli una nuova consapevolezza dello spazio e delle necessità imposte da un volontario distanziamento sociale. Provando a dimostrare come l’arte e il disegno consentano di modificare prospettive e fornire soluzioni innovative e armoniche, uscendo dalla crisi pandemica arricchiti di nuove consapevolezze, senza appesantirsi di ulteriori gadget.

“Il modo migliore per disporre gli oggetti nello spazio non è il quadrato, ma l’esagono. Gli artisti e le api lo sanno molto bene; a parità di persone ci sarà più spazio, o a parità di spazio ci staranno più persone. Il plexiglass, o qualunque altra barriera fisica, non può essere una risposta; non solo non è ecologicamente sostenibile, ma peggiora anche il rapporto con l’ambiente e interrompe il rapporto emotivo e visivo con i luoghi e le altre persone. Abbiamo studiato l’alveare per giorni e abbiamo compreso.

L’approccio Art Thinking consente di ripensare al distanziamento come un valore che addirittura migliora il nostro rapporto con la spiaggia e con il paesaggio.

Il social distancing diventa un’opportunità per ripensare in generale il nostro rapporto con l’ambiente; meno denso, meno invasivo, più piacevole e rispettoso. Nel mantenere la giusta misura, le piante e il verde ci aiutano, dispongono la distanza in maniera non invasiva e ci ricordano la necessità di condividere gli spazi con il mondo vegetale, indispensabile alleato in questa crisi e per evitare le prossime”.


  Scheda progetto: Mare 2020
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
patrizia
Molto bella,mare chic.....mi piacerebbe vederla realizzata,x le piante,in liguria potrebbero adottare delle fioriere,o cassette in legno......
arch zanardi
Idea molto molto bella, però trovo sia poco o per nulla applicabile sulle spiagge della liguria (assai poco profonde) o di sassi, costo pseudo ombrelloni suppongo elevato e manutenzione piante verdi complicata. Sicuramente perfetta per il litorale di forte dei marmi ed in romagna negli stabilimenti balneari di altissimo profilo.
Giuseppe
Ottima idea e soluzione credo economicamente conveniente visto la tipologia
ing. Antonio Anelli
Ma siamo sicuri che i gestori degli stabilimenti balneari siano poi disposti a mantenere gli stessi prezzi della scorsa stagione, pur riducendosi inevitabilmente il numero massimo di bagnanti per stabilimento? Cosa accadrebbe poi una volta entrati in mare?
arch. Bertani N.
Il progetto è interessante ma considera solo che le persone occupino l'area predisposta, non considera invece che i lettini vengono di fatto ogni volta spostati per permettere alle persone di prendere il sole al di fuori della zona d'ombra degli ombrelloni ( ne sanno qualcosa i bagnini che a fine giornata devono riposizionare tutti i vari lettini ordinatamente ). La difficoltà di mantenere le distanze credo sia dovuta proprio a questa considerazione e non tanto nel prevedere gli spazi come contenitori di oggetti fissi con distanze quindi non modificabili.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
08.07.2020
La Cantina Masseto: 'miniera' di materiale prezioso
07.07.2020
Stefano Boeri Architetti China vince il concorso per il Centro di Riabilitazione di Shenzhen
06.07.2020
Laboratorium: il centro ricerche Immergas
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
29/08/2020 - palazzo mora, venezia
YTAA | Young Talent Architecture Award 2020

05/09/2020 - castel dell'ovo, napoli
The Kitchen. Homage to Saint Therese
Marina Abramovic / Estasi
08/09/2020 - chiostro del bramante, roma
Banksy a Visual Protest

� gli altri eventi
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
1
2
  Scheda progetto:
Raffaele Giannitelli

Mare 2020

 NEWS CONCORSI
+08.07.2020
Go Slow 2020
+07.07.2020
Airbnb lancia un concorso ispirato al Decameron
+06.07.2020
Premi In/Architettura 2020: inizia il countdown
+03.07.2020
Laboratorio Umano di rigenerazione territoriale a Riesi
+02.07.2020
Cervia 'città resiliente'
tutte le news concorsi +

Smart 4
Inarch 2020
Ultratop loft
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati