Madre

Italkero

In-es.artdesign

Glamora


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Portamazione

Venezia: OMA firma il restauro del Fondaco dei Tedeschi
Svelato il progetto che trasformerà lo storico edificio sul Canal Grande
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Image courtesy OMA Image courtesy OMA
08/09/2010 – OMA firma il restauro del Fondaco dei Tedeschi, lo storico edificio che sorge a Venezia nei pressi del ponte di Rialto, sul Canal Grande. Il progetto, commissionato allo studio olandese dalla famiglia Benetton oggi proprietaria dell’immobile, è stato ufficialmente svelato nei giorni scorsi.
 
Costruito dai veneziani nel 1228, l’edificio divenne successivamente il fondaco dei Tedeschi e poi dogana nel 1806, sotto Napoleone. Completamente ricostruito per ben due volte, l’edificio ha subito trasformazioni radicali sin dal 1506. L’adattamento alle nuove destinazioni ha di volta in volta implicato la rimozione delle torri, la copertura in vetro della corte, la ricostruzione di alcune strutture, il restauro della facciata, l’aggiunta di nuove finestre, e diversi altri interventi. "La conservazione - commentano dallo studio OMA - per questo edificio è piuttosto storia del cambiamento".
 
Il progetto dello studio OMA prevede cambiamenti architettonici finalizzati allo sviluppo di un programma culturale che possa dar nuova vita all’edificio come spazio pubblico.
Due lati della copertura esistente saranno rimossi per poter realizzare una terrazza che offrirà una privilegiata panoramica sul Canal Grande. Il profilo dell’edificio resterà tuttavia intatto. Sia la terrazza che la corte al livello sottostante diventeranno spazi aperti al pubblico per mostre e proiezioni cinematografiche.
 
Sono previsti due nuovi ingressi, rispettivamente da Campo San Bartolomeo e da Rialto, per incoraggiare veneziani e turisti a visitare lo storico edificio. Saranno installati ascensori; alcune stanze saranno consolidate per una maggiore sicurezza della struttura, mentre resteranno intatti alcuni elementi storici dell’edificio come le stanze angolari. Saranno infine recuperati gli aspetti storici attraverso l’utilizzo delle pareti delle gallerie come superficie per nuovi affreschi, in una rinnovata veste contemporanea.


Image courtesy OMA


Image courtesy OMA

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Renzo Marrucci
Si fa e basta... seguendo le norme con rispetto e intelligenza...

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
18.01.2019
Mecanoo completa la Biblioteca del LocHal
17.01.2019
Da ex Tabacchificio a dimora di charme nel Salento
15.01.2019
Luca Guadagnino alla “regia” del nuovo Aesop Roma
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
20/01/2019 - museo archeologico nazionale domenico ridola, matera
ARS EXCAVANDI

20/01/2019 - palazzo lanfranchi, matera
Mater(i)a P(i)etra

23/01/2019 - fai - villa e collezione panza, varese
Thinking Varese. Testimonianze di architettura

» gli altri eventi
Image courtesy OMA
Image courtesy OMA
 NEWS CONCORSI
+18.01.2019
Roma, un concorso per riqualificare Piazzale del Verano e Viale della XVII Olimpiade 
+17.01.2019
Archistart invita ad "hackerare" un'architettura
+16.01.2019
Fasano: un concorso di idee per la rigenerazione ARU 10
+15.01.2019
6° Design Award “Accendi la tua idea”
+14.01.2019
Wienerberger Brick Award 2020
tutte le news concorsi +

ADA 2018
ADA 2018
Portamazione
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati