Habimat

Italkero

GD DORIGO

Wallpaper

FLOORTEC


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

L'invisibile

Milano: il 6 dicembre si inaugura “Il Museo del Design”
Tre anni di lavori negli spazi della Triennale di Milano
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
04/12/2007 - Il Triennale Design Museum nasce a seguito di un accordo di Programma chiesto dalla Triennale di Milano e promosso da Ministero per i Beni e le Attività culturali, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano, al quale hanno aderito Assolombarda, Fondazione Fiera Milano, Politecnico di Milano, Fondazione ADI, Università IULM, Anfia, Cosmit.
Hanno contribuito al finanziamento di Triennale Design Museum: Arcus, Fondazione Cariplo.

I lavori per il Museo del Design iniziano nel 2004 con la realizzazione della Biblioteca del Progetto, Archivio Storico e Centro di Documentazione, sono proseguiti con il restauro degli spazi destinati al Museo e si concludono nel 2007 con la sua apertura al pubblico, nel pieno rispetto dei tempi programmati e senza interrompere neanche per un giorno l’attività culturale ed espositiva della Triennale di Milano.
Il progetto architettonico di restauro del Palazzo e di sistemazione e adeguamento del Museo è di Michele De Lucchi. Tutti gli spazi espositivi della Triennale sono stati adeguati agli standard museali internazionali, compresa la climatizzazione del Salone d’Onore.
In particolare l’elemento architettonico innovativo di Triennale Design Museum è il suo ingresso attraverso un ponte che permette al Museo di essere al contempo all’interno della Triennale e corpo autonomo e visibile nella sua funzione.
Per il Museo del Design la Triennale si è avvalsa della cura scientifica di Andrea Branzi.

Il Museo della Triennale ha l’ambizione di essere fortemente innovativo. In genere nei musei ci si va una o due volte nella vita. Il programma, la sfida di Triennale è quella di far tornare il visitatore due volte all’anno. Da qui l’idea di un Museo non cristallizzato e statico, ma un Museo dinamico. Capace di rinnovarsi e di offrirsi sempre con visioni rinnovate.
Un Museo scientifico, ma anche emozionale, che proponga al visitatore un’esperienza coinvolgente e tale da innescare il desiderio di ripeterla altre volte.
Da una parte si sviluppa in un’ampia ricerca scientifica che racconti e rappresenti la storia del design italiano attraverso diverse chiavi di lettura, storie, prospettive, approcci e che affronta per la prima edizione del Museo il tema “Che cos’è il design italiano” . Si rinnoverà con un nuovo tema “Il rapporto tra Arte e Design” , un nuovo ordinamento scientifico e un nuovo allestimento in occasione del Salone del Mobile 2009 e successivamente ogni anno.
Dall’altra il Museo avrà uno spazio dove alcuni aspetti del tema avranno un approfondimento affidato di volta in volta a differenti curatori.
I focus già individuati sono: dal 6 dicembre 2007 L’Editoria del design; La legione straniera; I Materiali autarchici; Le gallerie d’arte e di design.
Per interpretare il primo tema sono stati chiamati Italo Rota e Peter Greenaway con il compito di mettere in scena in modo emozionale il design italiano.
Al percorso si aggiunge una sala conferenze che permetterà di accrescere l’offerta di incontri, presentazioni ed eventi aperti a tutti gli attori protagonisti del design italiano e di approfondire vari aspetti legati al tema del design.
Triennale Design Museum è il centro della rete dei giacimenti del design di cui il nostro paese, e in particolare la Lombardia, è ricco e rappresenta un’autentica ricchezza diffusa, ma spesso sconosciuta che sono i musei d’impresa, le collezioni pubbliche e private. Il Museo è pertanto anche l’occasione per mettere in rete questo vasto patrimonio e renderlo visibile nei suoi contenuti.
A dirigere il Museo è stata chiamata Silvana Annicchiarico che da 9 anni è il Conservatore della Collezione Permanente del Design Italiano della Triennale di Milano e che da 6 anni è responsabile del Settore Design della Triennale.
L’Europeo realizzerà il catalogo, un numero speciale monografico progettato con la Triennale di Milano per affiancare la nascita di Triennale Design Museum. Il percorso dello sviluppo del design italiano sarà raccontato dalle grandi firme dell’Europeo e da storici e designer nel contesto della storia dell’Italia nel Novecento.
Il nuovo logo di Triennale Design Museum è stato disegnato da Pierluigi Cerri.
Il Biglietto d’ingresso di Triennale Design Museum sarà di 11 euro e comprenderà la visita del museo e l’acquisto del catalogo.
Il coinvolgimento di personalità artistiche per il progetto di allestimento è reso possibile anche grazie al supporto di MINI. Questa collaborazione proseguirà per i prossimi due anni.
Hanno contribuito alla realizzazione di Triennale Design Museum in qualità di Sponsor tecnici:
ArchLegno, Basf, BTicino, iGuzzini, Orsogril, Viabizzuno.



  •   comunicato_stampa

  •   relazione_storica_triennale


  • Consiglia questa notizia ai tuoi amici
    Inserisci un commento alla News

    I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.

    ULTIME NEWS SU EVENTI
    19.12.2018
    Politecnico e Città Studi di Milano
    18.12.2018
    La Strada. Dove si crea il mondo
    17.12.2018
    Dentro La Strada Novissima
    » le altre news

     NEWS CONCORSI
    +19.12.2018
    XIII Premio Internazionale Fassa Bortolo
    +18.12.2018
    SMACH.2019
    +17.12.2018
    I giardini di Myplant&Garden - IV edizione
    +14.12.2018
    Bari Costasud
    +13.12.2018
    Volete ristrutturare il Rifugio Alpino Guido Corsi?
    tutte le news concorsi +

    ADA 2018
    ADA 2018
    L'invisibile
    Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
    © 2001-2018 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati