SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Singular Configurator

A Bari il 'Sogno Metallurgico' di Ardian Isufi
La prima mostra personale in Italia dell’artista albanese di fama internazionale sottolinea la posizione di ponte con l’Oriente della Puglia
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
A BARI IL 'SOGNO METALLURGICO' DI ARDIAN ISUFI
19/02/2024 - Da 16 febbraio le sale del Teatro Kursaal Santalucia di Bari fanno da cornice alla prima mostra personale in Italia dell’artista albanese di fama internazionale Ardian Isufi (Tirana, 1973).

Ardian Isufi. Sogno metallugico, a cura di Gaetano Centrone, nell’ambito della Convenzione per lo sviluppo di linee di intervento per la valorizzazione del patrimonio culturale nonché dei luoghi e delle Istituzioni culturali direttamente gestiti da Regione Puglia, tra Regione Puglia - Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione Territoriale e Fondazione “Pino Pascali, Museo d’arte contemporanea”, è il coronamento del lavoro svolto per le recenti mostre “Fraktura” (intervento site-specific nella prigione di Spaç, Albania 2023) e “Il complotto di Tirana” (Galleria Nazionale d’Arte del Kosovo, Pristina, 2022).

Il progetto espositivo, diretto da Elton Koritari, intende ripercorrere in maniera esaustiva la ricerca dell’artista, la sua figura e il lavoro di ampio respiro, e sottolineare al contempo la posizione di ponte con l’Oriente che la Puglia storicamente riveste nel Mediterraneo, in una sempre crescente rete di scambi con l’Albania anche nel campo delle arti visive.

Artista di lungo corso, esponente della scena artistica contemporanea nel Paese delle due Aquile, Ardian Isufi ha partecipato a molte attività espositive nazionali e internazionali, dall’Europa alla Cina agli Stati Uniti, ed è professore dell'Università delle Arti di Tirana, politico, attivista, coinvolto nell'organizzazione e nella curatela di mostre, rappresentante di una generazione di intellettuali e critici albanesi impegnati in modo trasversale nella sfera dell’azione pubblica. Sin dagli esordi è stato protagonista di grandi mostre personali, a partire dal 2002 con “Human Feeling” presso la Galleria Nazionale d’Arte di Tirana, e “Fragments”, “The Green Dictionary & Human Tracks” tra le altre, con approfondimenti sulla relazione tra l’espressione artistica e il corpo sociale degli individui nelle contraddizioni della realtà quotidiana, affrontando temi di portata globale a partire dalla storia e attualità del suo Paese.

In quest’ottica la mostra di Bari è quanto mai rappresentativa e significativa, reinterpretando il rapporto culturale tra Italia e Albania sulle due sponde dell'Adriatico.
Con il coinvolgimento diretto dell’artista, si è costruito un percorso che restituisce le tappe recenti della sua carriera, attorno ad alcuni riferimenti e temi-chiave e attraverso opere di grande impatto, tratte da un corpus complesso e articolato: installazioni video e fotografiche, light box luminosi, pitture, dal gesso e resina su alluminio all’olio su tela, disegni e assemblaggi, fino alle sculture, anche cinetiche, che compongono una più ampia installazione ambientale inedita.

Lavori che affrontano i tanti interrogativi che – come scrive il curatore Gaetano Centrone – muovono Isufi nella sua ricerca, “arguta nei presupposti, poderosa nel dipanarsi delle differenti soluzioni formali ma con una cifra stilistica e un umore di fondo che li accomuna fornendo loro la necessaria credibilità”. Dove la conoscenza dei materiali accompagna il pensiero e l’idea verso nodi ricorrenti, come i problemi di integrazione tra culture, religioni, libertà e diritti umani, e lo spiazzamento che ne deriva provocato dall’architettura nel paesaggio, mettendo in discussione le categorie dell’arte nella prospettiva della responsabilità sociale ed ecologica.

Un allestimento amovibile, appositamente pensato per il Kursaal Santalucia, impegna la sala Giuseppina e la sala Cielo fino al 30 marzo 2024.
In occasione dell’inaugurazione e per l’ultimo giorno di mostra sarà proiettato nella sala Teatro il video d’artista Anti-Homage (14’, 2015).
 

  Scheda evento:
Mostra:
17/02-30/03 TEATRO KURSAAL SANTALUCIA, BARI
Ardian Isufi – Sogno Metallurgico


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU EVENTI
18.04.2024
The Amazing Walk: l’installazione di Amazon al Fuorisalone 2024
16.04.2024
La mostra su Cini Boeri nella biblioteca di Parco Sempione
16.04.2024
Al via oggi il Salone del Mobile.Milano 2024
le altre news

  Scheda evento:
17/02-30/03 TEATRO KURSAAL SANTALUCIA, BARI
Ardian Isufi – Sogno Metallurgico

 NEWS CONCORSI
+18.04.2024
Iscrizioni al via per il 4° Reuse the Ruin
+08.04.2024
Premio Internazionale di Architettura Sacra 2024
+04.04.2024
Architettura del Paesaggio: al via l’ottavo City‘Scape Award
+02.04.2024
Narni realizza un monumento da dedicare al cinema
+25.03.2024
Sguardi Civici 2024: call di fotografia urbana
tutte le news concorsi +

Minicucine
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit� |  Rss feed
� 2001-2024 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n�iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 � Riproduzione riservata