Decò


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Fugabella Color

Premio Architettura Toscana, i vincitori
Officine Gullo House, Scuola Comprensiva di Sant'Albino, Ginori 1735, Museo dell'Opera del Duomo di Pisa e Piazza dell’Isolotto
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
21/06/2022 - Sono stati premiati la scorsa settimana a Firenze i progetti vincitori della terza edizione del Premio Architettura Toscana (PAT).
Ad accomunare i progetti il sapiente uso di materiali sostenibili e di alta qualità, la valorizzazione del dialogo tra architetture e paesaggio, le soluzioni architettoniche che restituiscono, attraverso un linguaggio minimale, la valenza civica dei luoghi e, infine, la bellezza come elemento preordinante e altamente comunicativo. 
 
Delle 140 opere giunte al vaglio della Giuria, si sono aggiudicati il premio relativo alle cinque categorie previste i seguenti progetti. 
 
Categoria Opera Prima
Primo premio
Officine Gullo House di SuperSpatial
Il progetto, nel centro storico di Firenze, mira a trasformare una cappella rinascimentale quattrocentesca in uno showroom sperimentale per un’azienda di cucine - Officine Gullo. L’edificio, parte del complesso della chiesa di Ognissanti, ricca di dipinti di famosi maestri come Giotto, Ghirlandaio e Botticelli, nei secoli ha ricoperto le più disparate funzioni, da cappella funeraria, a cinema, da ristorante a night club. Il progetto vuole riportare questo spazio alla semplicità̀ e purezza originali, senza rimuovere le alterazioni del passato. Con pochi interventi e modifiche specifiche ai materiali e al layout della circolazione, il progetto separa ciò che è vecchio da ciò che è nuovo, sottolineando la diversa storia dei singoli elementi. Il volume triangolare al centro, aggiunto negli anni ’80, viene liberato dai rivestimenti e mostra la sua struttura, dichiarando la propria diversità̀ dalle parti originali della cappella e offrendo l’opportunità̀ di creare uno spazio polifunzionale, trasformabile ed estremamente flessibile. Le scale vengono invece riportate nell’intercapedine tra la cappella e la chiesa di Ognissanti, originariamente staccate tra loro. Il concetto di showroom viene quindi reinterpretato, esponendo un’unica cucina attiva al centro dello spazio. La visita diventa un’esperienza museale, dove il visitatore prima ancora di conoscere i prodotti, viene a contatto con la storia della cucina italiana attraverso oggetti antichi esposti e video multimediali.
 
Motivazione della giuria: Nell’era della società della cura è significativo che un soggetto profit apra le porte del pubblico alla fruizione del patrimonio e lo faccia attraverso scelte di progetto urbano, oltre che architettonico.
 
Opere menzionate
- Casa Giusta di LDA.iMdA
- StoDistante di CARET Studio
 
Categoria Opera di Allestimento o di Interni
Primo premio
Ginori 1735 di b-arch studio
Il progetto Area Marketing e Factory Museum Ginori 1735 è parte di una più̀ ampia campagna di riqualificazione degli stabilimenti storici Ginori, affidati allo studio b-arch, tuttora in corso di realizzazione. Comprende uffici/headquarter, outlet, spazi aperti e restauro della torre dell’acqua, vero e proprio landmark territoriale dell’azienda sestese. Il progetto prevede la valorizzazione delle campate e delle lievi strutture in cemento armato della navata centrale, che diventano uno spettacolare contenitore di ampi spazi aperti, dedicati ad attività̀ didattiche, espositive e di marketing, e di una trama di volumi chiusi che ospitano attività̀ più̀ raccolte: auditorium/multimedia, show-kitchen, meeting room e box didattici. Il brief proposto prevede la realizzazione dello spazio in due step successivi, concepiti in modo che la conclusione del primo si presenti comunque come un'opera compiuta e funzionale. B-arch concepisce un progetto dove la conclusione del primo capitolo dimostri tuttavia la sua caratteristica di “non-finito”, pur fornendo tutte le funzionalità̀ richieste. La superficie grezza del cartongesso diventa una texture pittorico-gestuale a cui viene sovrapposta la grafica gigante del marchio aziendale, fresco di rebranding. Le strutture espositive sono realizzate in blocchi grezzi di gasbeton, che al termine del loro utilizzo temporaneo potranno tornare alla funzione originale di materiale da costruzione, completando i contenuti di sostenibilità̀ del progetto.

Motivazione della giuria: L’intervento declina con attenzione, eleganza e ricchezza di scelte progettuali, il rapporto di scala fra grande e piccolo, fra struttura e sottostruttura, fra esistente e nuovo intervento, utilizzando la grafica come elemento di progetto, spaziale e comunicativo, proprio all’interno di queste dualità, creando un immaginario innovativo e sorprendente.
 
Opere menzionate
- Casa LIM di Sara Bitossi
 
Categoria Opera di Nuova Costruzione
Primo premio
Scuola Comprensiva di Sant'Albino di Roberto Vezzosi e MAVAA (Carlos Machado, Moura e Luìs Pereira Viana)
L’edificio prevede tre sezioni di scuola materna e cinque di scuola elementare, oltre a due grandi corti esterne per le attività̀ ludico-ricreative e didattiche all’aperto. Sviluppato a un solo livello, il volume s’inserisce nel contesto, non alterando la percezione del paesaggio circostante e assecondando l’andamento naturale del suolo e le pendenze presenti nell’area. La collocazione al centro del lotto triangolare consente anche la realizzazione di una zona a verde pubblico, utile ad integrare l’edificio con il quartiere, mentre a valle, in un’area più sicura e protetta del traffico residenziale, si realizza uno slargo per il trasporto degli alunni e il parcheggio. Il volume è organizzato come una L ribaltata disposta est-ovest e nord-sud, alla quale corrispondono il corpo delle elementari e quello della materna. Le aule affacciano sulle corti interne rese permeabili dalle ampie vetrate, i laboratori e la mensa verso lo spazio aperto. Il disegno delle facciate esterne e delle corti rimanda all’immagine dei muri di cinta degli agglomerati storici e definendo anche il confine tra la città e la campagna. I materiali, le finiture e il trattamento delle superfici in laterizio e in legno danno concretezza e fisicità̀ all’edificio, esaltandone le qualità̀ tattili e i riferimenti alla dimensione naturale. Il risultato è un’architettura elementare, misurata e fortemente connotata come civile, che comunica liberamente con l’esterno.
 
Motivazione della giuria: Il progetto della nuova scuola di Sant’Albino sostituisce due vecchie strutture scolastiche e realizza più che un nuovo edificio, un nuovo paesaggio; quest’ultimo non si sovrappone al sito in cui si inserisce, ma al contrario lo interpreta e lo restituisce trasfigurato.
 
Opere menzionate
- La Casa nell’orto di LDA.iMdA
- La Manufacture di MetroOffice Architetti
 
Categoria Opera di Restauro e Recupero
Primo premio
Museo dell’Opera del Duomo di Pisa di Guicciardini&Magni Architetti
Il Museo dell'Opera del Duomo di Pisa conserva capolavori e memorie dei monumenti della Piazza dei Miracoli. Le opere raccontano una miracolosa storia d'arte e di fede. Concepite "ad maiorem gloriam Dei", oggi si presentano come monumento e documento di quasi dieci secoli. Il progetto è stato generato da una rilettura attenta dell’edificio e delle collezioni. Dal punto di vista architettonico, si è realizzata una nuova sistemazione nell’area della piazza che fronteggia l’accesso al Museo, dove una gradonata in pietra accoglie i visitatori. Nelle sale del museo nuove pavimentazioni in pietra e in resina hanno sostituito quelle in cotto di recente realizzazione. Gli ambienti voltati al piano terra e al piano primo sono stati attentamente restaurati, mentre quelli meno connotati dal punto di vista storico sono stati ridisegnati con nuovi soffitti, al fine di mascherare le parti impiantistiche e creare alloggiamenti per gli apparati illuminotecnici. Per rendere più̀ fluido il percorso espositivo, è stato introdotto un nuovo corpo scala che collega il piano terra al piano primo dell’edificio. La nuova scala è realizzata con una struttura metallica rifinita in resina, con gradini in pietra di Matraia. Il vano a doppio volume è illuminato dall’alto in modo da creare un ambiente piacevole e invitare il visitatore a salire. Il percorso espositivo si sviluppa su 3000 mq interni e su una porzione del porticato esterno. Le 380 opere esposte sono suddivise in 26 sezioni.
 
Motivazione della giuria: Adeguatezza. Tutto quello che viene fatto si adegua al luogo. C’è ma non si vede, nel rispetto dell’esistente. Spesso succede che, dentro questi interni storici, l’architettura si confonde con il design, e quindi “diventa troppo”.
 
Opere menzionate
- Centro BASI Pilates Italia di Ecòl + ArchiBaM
 
Categoria Opera su Spazi Pubblici, Paesaggio e Rigenerazione
Primo premio
Piazza dell’Isolotto di RPA Rossiprodi Associati
Un unico pattern definisce la nuova piazza per l'Isolotto: un tappeto continuo, capace di rendere le differenze delle variazioni su un tema. Sono trame diverse che partecipano alla definizione di un disegno unico, comune dove ciò̀ che prevale è il valore simbolico del “noi”, noi tutti insieme. Un flying magic carpet, capace di rendere vicini luoghi e persone lontane; è l’immagine simbolica della volontà̀ di rendere vicino ciò̀ che oggi è distante: le opinioni, i valori culturali, le etnie. Per questo il simbolo principale diventa rispecchiarsi nella copertura della grande pensilina, insieme. La vivibilità̀ di una città oggi si misura innanzitutto sulla capacità che essa ha di invitare le persone a percorrerla, ad attraversarla in bicicletta, a sostare nei suoi spazi. Camminare è il punto di partenza, perché́ una città è tanto più̀ ospitale ed accogliente quanto più̀ è disponibile a farsi attraversare, così sono stati immaginati spazi che possono essere percorsi da tutti e guardati da tutti. Quello che abbiamo indagato con questo progetto quindi, è un’idea di città come luogo d’incontro, all’interno della quale lo spazio vuoto viene considerato un’opportunità̀ di disegnare le relazioni tra cose diverse (edifici, persone, attività̀, flussi ecc.), di raccontare la qualità̀ della vita che si svolge all’interno, attraverso un’idea che tenga insieme una sequenza di spazi del fuori, quelli di tutti, dove ogni individualità̀ si riconosce come parte di una comunità̀, come parte di un “Noi”.

Motivazione della giuria: Questo progetto esplora una soluzione intelligente per una piazza che non è una vera e propria piazza. Riesce a ridare un centro a uno spazio che non lo possiede. Introducendo una copertura riflettente, attiva ed evidenzia ciò che succede nello spazio. Lo specchio restituisce agli utenti la ricchezza del tempo, le loro abitudini, oggetti e colori.
 

  Scheda progetto: Officine Gullo House | Borgo Ognissanti
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
Delfino Sisto Legnani - Alessandro Saletta
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Ginori 1735
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Alessandro Capellaro
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Scuola Comprensiva di Sant’Albino
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
João Morgado
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Museo dell’Opera del Duomo di Pisa
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Mario Ciampi
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Piazza dell’Isolotto
Guido Mezzera
Vedi Scheda Progetto
Guido Mezzera
Vedi Scheda Progetto
Guido Mezzera
Vedi Scheda Progetto
Guido Mezzera
Vedi Scheda Progetto
Guido Mezzera
Vedi Scheda Progetto
Roberto Coppa
Vedi Scheda Progetto
Roberto Coppa
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: CASA GIUSTA
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
Medulla Studio | Matteo Gallerini
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: House in the Orchard
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
MEDULLA studio
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: La Manufacture
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
Marco Cappelletti
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Centro Basi Pilates Italia
Daniele Molajoli
Vedi Scheda Progetto
Claudia Gori
Vedi Scheda Progetto
Daniele Molajoli
Vedi Scheda Progetto
Daniele Molajoli
Vedi Scheda Progetto
Claudia Gori
Vedi Scheda Progetto
Daniele Molajoli
Vedi Scheda Progetto
Daniele Molajoli
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
01.07.2022
Nasce il primo campus di design in Italia
01.07.2022
A Milano nasce il MIND Innovation Hub
29.06.2022
Ministudio Architetti per il Castello Turcke di Genova
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
22/09/2022 - palazzo strozzi
Olafur Eliasson
Mostra
26/09/2022 - bolognafiere
Cersaie 2022
Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno
27/09/2022 - verona fiere
MARMOMAC 2022

gli altri eventi
  Scheda progetto:
SuperSpatial Architecture

Officine Gullo House | Borgo Ognissanti
  Scheda progetto:
b-arch studio

Ginori 1735
  Scheda progetto:
Roberto Vezzosi

Scuola Comprensiva di Sant’Albino
  Scheda progetto:
Guicciardini & Magni Architetti

Museo dell’Opera del Duomo di Pisa
  Scheda progetto:
Rossiprodi Associati

Piazza dell’Isolotto
  Scheda progetto:
LDA.iMdA architetti associati

CASA GIUSTA
  Scheda progetto:
LDA.iMdA architetti associati

House in the Orchard
  Scheda progetto:
MetroOffice

La Manufacture
  Scheda progetto:
ArchiBaM

Centro Basi Pilates Italia

 NEWS CONCORSI
+01.07.2022
Un concorso per riqualificare la Cavallerizza Reale di Torino
+28.06.2022
Prossima stazione: Cesena. Il concorso
+23.06.2022
In chiusura il concorso La Casa del Giglio
+21.06.2022
XVIII Premio di Architettura Città di Oderzo
+20.06.2022
Roma Expo 2030. La Call for paper
tutte le news concorsi +

ADA 2022_Apply now
Fugabella Color
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata