Minicucine


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Contral

Sant’Agata dei Goti (BN) recupera e riqualifica i Beni Culturali
Torre Carceraria, Castello Ducale, Villa Comunale e Monumento ai Caduti
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
19/10/2022 - Il Comune di Sant’Agata de’ Goti, in provincia di Benevento, bandisce il Concorso di progettazione per il “Recupero e la Riqualificazione dei Beni Culturali Torre Carceraria, Castello Ducale, Villa Comunale e Monumento ai Caduti”.
 
Il Borgo di Sant’Agata de’ Goti è definito “la perla del Sannio” ed è costituito da due parti: una più moderna, ed una risalente ai tempi dei sanniti, 313 a.C.
La parte storica del borgo è costruita su una rupe tufacea, a strapiombo sui valloni Martorano e Riello e conserva arte, cultura e tradizioni millenarie. Gli immobili interessati dalla progettazione rappresentano un comparto di grande valenza storica artistica ed hanno importanza strategica in quanto rappresentano l’accesso al centro storico.

L’obiettivo del progetto da sviluppare è quello di recuperare, rifunzionalizzare e valorizzare immobili del patrimonio comunale della città con particolare valore strategico in quanto costituiscono l’ingresso alla parte storica. Il progetto dovrà prevedere la riqualificazione e valorizzazione del Castello Ducale e della vicina Torre Carceraria e la risistemazione delle aree verdi circostanti della Villa Comunale, chiamata anche “Il Boschetto”, dove trova sede l’importante Monumento ai Caduti. Il progetto dovrà prevedere un disegno unitario teso alla riqualificazione complessiva dell’area di intervento, facendo in modo che il nuovo utilizzo degli immobili previsto dal progetto sia in grado di generare attrattività. Gli interventi dovranno dialogare tra loro ed essere in grado di riqualificare l’intero comparto costituito dai due edifici storici e la villa con il Monumento ai caduti, riconnettendo gli elementi ai fini della loro fruizione.

Il progetto dovrà quindi attirare nuovi utenti ed utilizzare moderne tecnologie, in grado di interessare e stimolare la curiosità sulla storia, la cultura locale e sulle eccellenze del posto. Il territorio in cui si inserisce il borgo conserva tradizioni culturali ed enogastronomiche millenarie ed è rinomato come terra delle mele annurche, del vino pregiato e dei tartufi neri. Il centro antico è dotato di grandi potenzialità nell’ambito delle risorse storico culturali, in relazione alla presenza sul territorio di monumenti, siti storici e testimonianze architettoniche di epoche diverse. Inoltre Sant’Agata de’ Goti rappresenta la porta del parco regionale del Taburno Camposauro in quanto è l’ultima città facente parte di questa meravigliosa area naturale protetta istituita nel 1993 e candidata a patrimonio Unesco. La città è stata riconosciuta bandiera arancione dal Touring Club perché “Questa località è caratterizzata dal notevole interesse del centro storico, costruito nel tufo, e in grado di offrire un’ampia gamma di siti di interessi storico-culturale, servizi, negozi e ristoranti, molti dei quali al centro di specifici itinerari turistici, pensati per i visitatori”.
 
La scadenza è fissata per venerdì 11 Novembre 2022 entro le ore 12:00.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
BANDI CORRELATI
Comune di Sant’Agata de’ Goti

Recupero e la Riqualificazione dei Beni Culturali Torre Carceraria, Castello Ducale, Villa Comunale e Monumento ai Caduti

Il presente Documento di Indirizzo alla progettazione definisce le basi per una successiva progettazione volta a riqualificare un comparto di fondamentale importanza della Città di Sant’Agata de’ Goti. In particolare l’oggetto di questa relazione è costituito dalla riqualificazione e rifunzionalizzazione del Castello Ducale, della Torre Carceraria, della adiacente Villa Comunale con il Monumento ai Caduti. Il Borgo di Sant’Agata de’ Goti è definito “la perla del Sannio” ed è costituito da due parti: una più moderna, ed una risalente ai tempi dei sanniti, 313 a.C.. La parte storica del borgo è costruita su una rupe tufacea, a strapiombo sui valloni Martorano e Riello e conserva arte, cultura e tradizioni millenarie. Gli immobili interessati dalla progettazione rappresentano un comparto di grande valenza storica artistica ed hanno importanza strategica in quanto rappresentano l’accesso al centro storico.



ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
01.03.2024
A Manhattan un nuovo hub di trasporto a emissioni zero
01.03.2024
Tartan School di MoDusArchitects: 'nuove trame tra educazione e comunità'
29.02.2024
Lo chalet 'scenografico' che si mimetizza nel paesaggio
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
12/04/2024 - treviso
Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2023-2024

15/04/2024 - milano
Fuorisalone 2024
Materia Natura
15/04/2024 - brera, milano
Brera Design Week 2024

gli altri eventi
 NEWS CONCORSI
+01.03.2024
Al via il 19° Architecture Student Contest di Saint-Gobain
+27.02.2024
Christmas Design 2024: siamo a febbraio, ma il Natale 'si avvicina'
+26.02.2024
Un’opera d’arte per la nuova Palazzina della Fondazione Teatro alla Scala
+23.02.2024
Al via il Premio di Architettura Stefania Annovazzi Energetica-Mente
+21.02.2024
Geraci Siculo crea il percorso artistico “La via dell’acqua”
tutte le news concorsi +

interno_Inbound_Interior Design trends 2024
Contral
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit� |  Rss feed
� 2001-2024 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n�iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 � Riproduzione riservata