Black Selection

Puraluce


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Il design del futuro: la parola alla giuria ADA 2021!
Flessibilità, interazione, personalizzazione e sostenibilità i diktat per un 'buon design'. I giurati della sesta edizione del premio condividono il loro punto di vista con la redazione di Archiproducts
Autore: antonella fraccalvieri
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
03/12/2021 - Come si sta evolvendo il mondo del design e quali sono i diktat per un buon design? Quali caratteristiche dovrebbe avere un prodotto per rispondere ai nuovi stili di vita? Lo abbiamo chiesto alla giuria degli Archiproducts Design Awards 2021, un panel composto da architetti, giornalisti, fotografi e art director internazionali che ha valutato oltre 750 candidati e premiato le migliori proposte.
 
Flessibilità, interazione, personalizzazione e sostenibilità sono gli aspetti che più hanno influenzato i giurati nella selezione dei winner 2021. Prodotti flessibili, che si adattano facilmente a diversi scenari, abitativi e di lavoro, capaci di interagire e assecondare le esigenze dell'utente attraverso tecnologie sempre più smart. Prodotti realizzati secondo le logiche dell'economia circolare, riducendo l'impatto ambientale e impiegando materiali ecocompatibili.
 

Talento e creatività prima di tutto

Qual è l'ispirazione da cui nasce un progetto? Secondo Bobby Berk, MUT, Piero Lissoni e Athena Calderone, Li Xiang - X+Living Architectural Design dai prodotti candidati dovrebbe emergere il talento e la creatività del progettista, l'idea vincente che rende un oggetto unico e che sappia resistere alla prova del tempo che passa.
 
'Mi incuriosisce il momento in cui il talento si fa avanti durante il processo di candidatura...spero di vedere molte idee entusiasmanti capaci di dare una spinta innovativa al mondo degli interni e del design del prodotto...dai nuovi materiali alle pratiche sostenibili per re-immaginare il modo in cui interagiamo con gli oggetti nella nostra casa', Bobby Berk.
 
'Cerchiamo i pezzi più innovativi, i più originali, i più interessanti, i più creativi. Un buon design per noi deve tenere conto di estetica e funzionalità, fondere queste caratteristiche e riuscire a trovare il perfetto equilibrio tra loro. Speriamo davvero di trovare più di un esempio che contenga questo mix vincente', MUT.
 
'Mi aspetto una combinazione di innovazione, bellezza, esplorazione e la sensazione che i prodotti disegnati oggi sappiano resistere alla prova del tempo. Certamente niente di provvisorio o 'alla moda'', Piero Lissoni.
 
'Le opere della nuova generazione di designer sono una finestra sul futuro della progettazione. Adoro scoprire in che modo i giovani designer guardano agli eventi di attualità attraverso la lente del design. I Premi di design oggi sono un modo per scoprire i talenti emergenti per dare loro una piattaforma e una voce', Athena Calderone.
 
'Spero che nel prossimo futuro la creatività dei designer non sia frenata nel provare idee più audaci. Questo mondo ha ancora bisogno di idee creative, divertenti ed energiche per arricchire la vita della gente​', Li Xiang - X+Living Architectural Design.
 

Il design deve essere personalizzabile

In un momento storico influenzato dalla pandemia e dalla trasformazione dell'informazione, il design si è evoluto per rispondere a nuovi stili di vita. In risposta a questi cambiamenti, i progettisti e le aziende si orientano sempre più verso la produzione di oggetti personalizzabili e che forniscano nuove esperienze di interazione. Chrissa Amuah, Patrik Schumacher - Zaha Hadid Architects, Robert McKinley e Satoshi Kurosaki - APOLLO Architects & Associates hanno premiato soluzioni flessibili e diversificate, che hanno saputo interpretare le nuove esigenze della comunità.
 
'L'ultimo anno ha avuto un profondo impatto su tutti noi. Per quanto terribili siano stati questi eventi nei loro momenti, hanno anche ispirato una grande innovazione. Nelle voci di quest'anno, ho premiato il lavoro che parla di questo, che esplora il nostro potenziale umano di riflessione e di interruzione positiva e costruttiva dello status quo', Chrissa Amuah.
 
'La pandemia ha dimostrato che gli ambienti virtuali possono subentrare agli ambienti urbani e architettonici. Architetti e designer di prodotti dovrebbero abbracciare questa sfida e fornire gli spazi virtuali, gli abiti e gli oggetti di scena che faranno da cornice e faciliteranno la comunicazione sociale nel cyberspazio', Patrik Schumacher - Zaha Hadid Architects.
 
'Quello che abbiamo appena vissuto è stato un anno senza precedenti, sono entusiasta di scoprire nuovi progetti che mettano a fuoco la visione dei nostri nuovi stili di vita e dei nuovi modi di connessione umana. Ho premiato in particolare i progetti che rispondono alla crescente esigenza di spazi multifunzionali ben progettati, nonché prodotti nuovi e innovativi che colmino questa specifica lacuna nel settore', Robert McKinley.
 
'Oggi, la rivoluzione dell'informazione sta trasformando ancora una volta gli stili di vita. Le esigenze sono diventate estremamente diversificate, il che ha reso la personalizzazione una questione chiave. È necessario andare oltre lo sviluppo di prodotti standardizzati per creare nuove storie innovative che superino i confini di tecnologia, design, modelli di business e interfaccia utente-esperienza. Credo anche che i designer debbano impegnarsi direttamente e profondamente ponendosi la domanda su quanto tempo i loro prodotti saranno usati e amati', Satoshi Kurosaki - APOLLO Architects & Associates.
 

Il design deve essere sostenibile

Nonostante la pandemia abbia momentaneamente monopolizzato il dibattito sul design, 'il tema della sostenibilità rimane un trend in forte ascesa, elemento imprescindibile nella progettazione del futuro', sostengono Héctor Esrawe e Alice Stori Liechtenstein. Prodotti concepiti nel rispetto dell'ambiente, che riutilizzano e riciclano con creatività e innovazione: è questa la sfida che brand e progettisti sono chiamati ad affrontare. 
 
'Un buon design dovrebbe promuovere l'uso consapevole dei materiali, una comprensione dei processi e delle soluzioni sostenibili che consentono alle comunità di evolversi, di comprendere il loro contesto e fornire alternative locali per risolvere le necessità delle persone', Héctor Esrawe.
 
'Cerco originalità, un'idea o un concept dal forte impatto e un’attenzione alla sostenibilità durante il processo di produzione. Il design dovrebbe offrire una valida alternativa al consumo attuale, più in sintonia con i valori del nostro secolo', Alice Stori Liechtenstein.
 
Secondo Mauricio Padilla - Hinter, Matteo Ward e Neri&Hu - esperti in eco-design, tra i giurati della Menzione Speciale Sostenibilità - il design è anche un mezzo di rinnovamento culturale e sociale, inteso come strumento per migliorarsi e orientarsi verso uno stile di vita più sostenibile.
 
'Il design del prodotto deve trovare modi per educare, trasmettere un messaggio all'utente finale sui modi per migliorarsi e diventare più sostenibili. Questo è il design responsabile del prodotto', Mauricio Padilla - Hinter.
 
'Sto cercando progetti che possano aiutarci a spostare l'ago un po' più avanti nella conversazione sul vero significato del design sostenibile. La sostenibilità non è qualcosa da praticare, ma un modo di essere - è un processo caratterizzato oggi da molte contraddizioni che aspettano solo di essere risolte', Matteo Ward.
 
'Personalmente vediamo il design come una disciplina olistica. Ci rifacciamo al concetto rinascimentale con un approccio multidisciplinare alla progettazione. Per noi il design non è solo uno strumento per creare cose utili o belle, è soprattutto uno mezzo per un rinnovamento culturale e sociale verso un futuro più sostenibile', Neri&Hu.
 

Il design deve essere utile

Last but not least, rimane il tema sulla funzionalità di un oggetto, il modo in cui viene utilizzato e per quanto tempo. Seguendo questa riflessione, Pitsou Kedem, Ben van Berkel - UNStudio e Jamie Slagel - Olson Kundig hanno premiato i candidati che più di tutti hanno fornito proposte specifiche ad esigenze reali.
 
'Credo che il ruolo del designer sia quello di ricordare che alla fine l'oggetto è pensato per essere utile alla persona che ha scelto di acquistarlo. È molto importante, pertanto, pensare alla scala dello standard umano, al comfort dell'utente e all’effettiva risposta dell’oggetto a un'esigenza specifica', Pitsou Kedem.
 
'Il modo in cui consumiamo oggi è molto diverso da come era anche solo 15 anni fa, quindi il design del prodotto contemporaneo dovrebbe capire, riflettere e rispondere alle esigenze di oggi. I prodotti, però, dovrebbero anche essere più che semplici oggetti autonomi; il design dovrebbe anche considerare dove l'oggetto verrà utilizzato o posizionato e dovrebbe anche consentire qualità esperienziali', Ben van Berkel - UNStudio.
 
'Mi aspetto prodotti funzionali, nati per risolvere delle necessità reali. In particolare, vorrei scorgere un ‘senso di onestà’ nel prodotto, il che significa che il suo utilizzo e il suo funzionamento appaiono leggibili e intuitivi per l'utente. I prodotti ben realizzati esprimono la bellezza attraverso lo scopo', Jamie Slagel - Olson Kundig.
 


Bobby Berk


MUT


Piero Lissoni


Athena Calderone


Li Xiang - X+Living Architectural Design


Chrissa Amuah


Patrik Schumacher of Zaha Hadid Architects


Robert McKinley


Satoshi Kurosaki of APOLLO Architects & Associates


Héctor Esrawe


Alice Stori Liechtenstein

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
20/10/2021
Diego Grandi in giuria ADA 2021
Indagare il presente guardando avanti con la conoscenza del passato.

13/10/2021
noa* in giuria ADA 2021
Lo studio italiano punta su un design che dia un'idea di ciò che sarà il “dopo”

30/09/2021
k-studio in giuria ADA 2021
Puntare su un design atemporale, che si ispiri al passato, si adatti al presente e guardi con ottimismo al futuro

23/09/2021
Matthew McCormick in giuria ADA 2021
Il fondatore dell’omonimo brand canadese di illuminazione punta su un design ‘originale e atemporale’

16/09/2021
ADA 2021: in giuria anche Giovanna Castiglioni
La figlia del Maestro del design, anima della Fondazione Achille Castiglioni, è pronta a valutare le candidature

26/08/2021
ADA 2021: in giuria anche Will Meyer e Gray Davis
I fondatori dello studio multidisciplinare americano 'Meyer Davis' nel panel giurati degli Archiproducts Design Awards

22/07/2021
Edoardo Monti in giuria ADA 2021
Il curatore d'arte e fondatore di Palazzo Monti fra i giurati degli Archiproducts Design Awards

24/06/2021
Hannes Peer in giuria ADA 2021
«Con la pandemia anche il mainstream è cambiato, ora si punti ad un design sostenibile e di qualità»

03/06/2021
ADA 2021: Giorgio Donà esordisce in Giuria
Il Co-Fondatore e Direttore di Stefano Boeri Interiors fra i giurati degli Archiproducts Design Awards

06/05/2021
Paolo Stella in giuria ADA 2021
L’influencer e creative director milanese è pronto a valutare le candidature della sesta edizione del premio

29/04/2021
ADA 2021: debutta in giuria l’architetto americano Harry Nuriev
Una ‘voce pionieristica nel minimalismo globale’ si unisce al panel giurati della sesta edizione del premio


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU EVENTI
21.01.2022
Ugo La Pietra. Ovunque a casa propria
20.01.2022
Attualità di Borromini. Una lezione di Paolo Portoghesi
20.01.2022
Abbandoni. Il paesaggio e la pienezza del vuoto
� le altre news

Bobby Berk
MUT
Piero Lissoni
Athena Calderone
Li Xiang - X+Living Architectural Design
Chrissa Amuah
Patrik Schumacher of Zaha Hadid Architects
Robert McKinley
Satoshi Kurosaki of APOLLO Architects & Associates
Héctor Esrawe
Alice Stori Liechtenstein
Mauricio Padilla-Hinter
Matteo Ward
Neri&Hu
Pitsou Kedem
Ben van Berkel
Jamie Slagel of Olson Kundig
1
2
3
4
5
6
 NEWS CONCORSI
+25.01.2022
Al via il concorso Re-bikeMi
+25.01.2022
Al via Martinelli Luce Lighting Contest
+24.01.2022
Taranto, in scadenza il bando per il recupero di Palazzo Frisini
+24.01.2022
Completamento del nuovo Ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa
+21.01.2022
Il Comune di Tarquinia lancia due concorsi di idee
tutte le news concorsi +

ADA 2021_winners
ADA 2021_winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata