SecuForte

Di.Big


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Antisismika

Rebibbia, inaugurata la 'Casa per l’affettività' di Renzo Piano
Il G124 termina la micro-architettura nel carcere femminile: uno spazio ‘domestico’ costruito con l'aiuto dei detenuti
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Ph. Alessandro Lana Ph. Alessandro Lana
22/10/2021 - Renzo Piano inaugura a Roma, nel carcere femminile di Rebibbia, Ma.Ma, la Casa per l'affettività e la maternità, un piccolo edificio che tramite la sua forma iconica rimanda istantaneamente all’idea tradizionale di casa, pronto ad accogliere le detenute e i loro familiari.

Il progetto, in cantiere da due anni, rientra nel programma di rammendo delle periferie d'Italia, ed è stato coordinato dai tre progettisti Tommaso Marenaci, Attilio Mazzetto e Martina Passeri, borsisti del suo progetto del G124. Nulla di più periferico di un carcere e di Rebibbia per dare concretezza all'idea.

Ai fini del mantenimento dei rapporti tra le detenute e gli affetti al di fuori del carcere, interviene la Casa dell’Affettività: un luogo di incontro tra detenute e famiglie che non sia quello anonimo e sorvegliato dei colloqui tradizionali, ma uno spazio che ricrei la dimensione domestica, che ricostituisca momentaneamente il nucleo familiare e che permetta alle detenute di mantenere un ruolo all’interno di esso, favorendone la riabilitazione e la reintegrazione.

Si tratta di un prefabbricato in legno di abete di 28 metri quadri posizionato in un’area verde sufficientemente protetta. Il tetto a falde inclinate protegge una piccola loggia dalla quale si accede ad un unico ambiente interno che raccoglie soggiorno, un nucleo di servizio, un angolo cottura e zona pranzo dove le detenute potranno incontrare i propri familiari e condividere con loro un pasto frugale, seduti intorno a un tavolo.

Il progetto è stato elaborato grazie ad una stretta e fruttuosa relazione con il DAP, Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia il quale ha materialmente sostenuto la realizzazione del prototipo.

  Scheda progetto: M.A.MA. - Modulo per l'Affettività e la Maternità
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto
Ph. © Alessandro Lana
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
07.06.2023
La Cantina Vinicola Ceresé: una dolce copertura in cls armato rosa abbraccia la campagna del lecchese
07.06.2023
La Fondazione Achille Castiglioni rischia di chiudere
06.06.2023
Il Bivacco della Contemplazione di Simone Subissati
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
09/06/2023 - casa dell’architettura piazza manfredo fanti, 47 roma
Manifesto per il '900, salvaguardia del Moderno e Archivi di Architettura
Convegno
10/06/2023 - torino
Open House Torino 2023
130+ luoghi in visita gratuita
12/06/2023 - lugano (ch)
Space Architecture Workshop
Designing for Earth by Living in Space
gli altri eventi
  Scheda progetto:
G124

M.A.MA. - Modulo per l'Affettività e la Maternità

 NEWS CONCORSI
+08.06.2023
Premio Speciale Architettura solare in contesti di pregio
+07.06.2023
Al via la XXII edizione dei Premi Ceramica ASCER
+05.06.2023
L'Italia è un desiderio: open call sul paesaggio contemporaneo
+01.06.2023
Strategia Fotografia 2023, tempo fino al 26 giugno per partecipare al contest
+01.06.2023
Premi IN/ARCHITETTURA 2023: ultimo weekend per candidarsi
tutte le news concorsi +

Design Center 2023
Design Center 2023
Antisismika
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata