ReStart

SecuSan

Inarch Sponsor

Miniforms Shop

Mikra


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Skyline

Ripensare le spiagge in ottica anti-Covid
Dalla forma dell’alveare e dalla vita delle api nasce Mare 2020
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti

06/05/2020 - Il mondo dell'architettura (e non solo) in questa fase 2 inizia a ripensare gli spazi di lavoro, di vita sociale e di vacanza.
Alle soglie ormai dell'estate, iniziano a comparire le prime soluzioni da adottare per poterci permettere di andare in spiaggia in sicurezza, nel rispetto delle regole anti-covid sul distanziamento sociale, ma con un occhio alla funzionalità e all'estetica.

Arteprima Progetti, diretto da Francesco Cascino, con Raffaele Giannitelli (dello studio di architettura Surf Engineering, Founder e Responsabile di Architettura e Rigenerazione urbana di Arteprima Progetti) e l’artista Filippo Riniolo hanno proposto Mare 2020.
Hanno ripensato un modello che contempli una nuova consapevolezza dello spazio e delle necessità imposte da un volontario distanziamento sociale. Provando a dimostrare come l’arte e il disegno consentano di modificare prospettive e fornire soluzioni innovative e armoniche, uscendo dalla crisi pandemica arricchiti di nuove consapevolezze, senza appesantirsi di ulteriori gadget.

“Il modo migliore per disporre gli oggetti nello spazio non è il quadrato, ma l’esagono. Gli artisti e le api lo sanno molto bene; a parità di persone ci sarà più spazio, o a parità di spazio ci staranno più persone. Il plexiglass, o qualunque altra barriera fisica, non può essere una risposta; non solo non è ecologicamente sostenibile, ma peggiora anche il rapporto con l’ambiente e interrompe il rapporto emotivo e visivo con i luoghi e le altre persone. Abbiamo studiato l’alveare per giorni e abbiamo compreso.

L’approccio Art Thinking consente di ripensare al distanziamento come un valore che addirittura migliora il nostro rapporto con la spiaggia e con il paesaggio.

Il social distancing diventa un’opportunità per ripensare in generale il nostro rapporto con l’ambiente; meno denso, meno invasivo, più piacevole e rispettoso. Nel mantenere la giusta misura, le piante e il verde ci aiutano, dispongono la distanza in maniera non invasiva e ci ricordano la necessità di condividere gli spazi con il mondo vegetale, indispensabile alleato in questa crisi e per evitare le prossime”.


  Scheda progetto: Mare 2020
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
arch zanardi
Idea molto molto bella, però trovo sia poco o per nulla applicabile sulle spiagge della liguria (assai poco profonde) o di sassi, costo pseudo ombrelloni suppongo elevato e manutenzione piante verdi complicata. Sicuramente perfetta per il litorale di forte dei marmi ed in romagna negli stabilimenti balneari di altissimo profilo.
Giuseppe
Ottima idea e soluzione credo economicamente conveniente visto la tipologia
ing. Antonio Anelli
Ma siamo sicuri che i gestori degli stabilimenti balneari siano poi disposti a mantenere gli stessi prezzi della scorsa stagione, pur riducendosi inevitabilmente il numero massimo di bagnanti per stabilimento? Cosa accadrebbe poi una volta entrati in mare?
arch. Bertani N.
Il progetto è interessante ma considera solo che le persone occupino l'area predisposta, non considera invece che i lettini vengono di fatto ogni volta spostati per permettere alle persone di prendere il sole al di fuori della zona d'ombra degli ombrelloni ( ne sanno qualcosa i bagnini che a fine giornata devono riposizionare tutti i vari lettini ordinatamente ). La difficoltà di mantenere le distanze credo sia dovuta proprio a questa considerazione e non tanto nel prevedere gli spazi come contenitori di oggetti fissi con distanze quindi non modificabili.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
25.05.2020
Rivive l'anima del Castello di Doragno
21.05.2020
Residenze Carlo Erba: persistenze e ripetizioni dell’architettura
20.05.2020
Questa scuola è una “casa”
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
29/05/2020 - mambo museo di arte moderna di bologna – dipartimento educativo
S-pazi. Architettura in gioco

13/06/2020 - palazzo dalla rosa prati, parma
Van Gogh Multimedia & Friends
Mostra multimediale
16/06/2020 - palazzo litta | corso magenta 24, milano residenza vignale | via enrico toti 2, milano
Design Variations 2020

� gli altri eventi
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
Mare 2020 - La misura e il paesaggio, courtesy of Arteprima Progetti
1
2
  Scheda progetto:
Raffaele Giannitelli

Mare 2020

 NEWS CONCORSI
+25.05.2020
Giovani e arte: il riscatto delle periferie
+21.05.2020
Restauro Conservativo del Ponte Musmeci
+20.05.2020
I vincitori del Kaira Looro 2020
+18.05.2020
REFOCUS. Il territorio italiano all’epoca del lockdown
+15.05.2020
Fase 2, ripensare gli spazi di Milano
tutte le news concorsi +

Capri collection
Skyline
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati