Habimat Instagram

Atelier

Freewall

Dream

PENELOPE 2 + DINING


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

ThermoCarbon

Riflessioni sull'architettura a Bologna
“Costruire, abitare, pensare”. L'XI edizione del programma culturale di Cersaie
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
19/09/2019 - “Costruire, abitare, pensare” è il programma culturale di Cersaie dedicato all’architettura e al design, giunto quest’anno all’XI edizione. La rassegna ospita ogni anno architetti e designer di fama provenienti da tutto il mondo per presentare i propri progetti e la propria visione sull’architettura contemporanea. 

Ospiti di questa edizione saranno il cileno Felipe Assadi, noto per l'utilizzo di materiali economici, facilmente trasportabili e smontabili, l'indiana Anupama Kundoo, che basa la sua ricerca progettuale sugli aspetti dell'architettura sostenibile, i francesi Dominique Jakob e Brendan MacFarlane, che focalizzano il proprio lavoro sull'utilizzo della tecnologia digitale come strumento concettuale e mezzo di produzione, e infine l'argentino Emilio Ambasz, tra i principali esponenti dell'architettura a bassi consumi energetici.
 
È l'architetto cileno Felipe Assadi il primo ospite del programma culturale di Cersaie 2019, con una conferenza che si tiene mercoledì 25 settembre alle ore 10.30 presso la Galleria dell'Architettura.
 
Il suo lavoro si sviluppa tra Cile, Messico, Guatemala, Perù, Porto Rico, Venezuela, Stati Uniti, Ecuador e Colombia. Tra le sue opere più note, la "Casa Remota", in Cile, una casa di 80 metri quadri che si può montare e smontare in sole 6 ore di lavoro e la "Casa 20x20", sempre in Cile, basata sulla modulazione di una piastrella di ceramica 20cm x 20cm.
 
Nella giornata di mercoledì 25, il programma vede la partecipazione dell’architetto Anupama Kundoo che, alle ore 16.00 presso la Galleria dell’Architettura, tiene una conferenza sulla propria esperienza progettuale in India.

Anupama Kundoo da sempre dimostra una forte attenzione alla ricerca e sperimentazione di materiali volti ad un’architettura a basso impatto ambientale ed appropriata al contesto socio-economico in cui questa si erge. Il suo lavoro si estende anche alla progettazione urbana, grazie alla sua esperienza in urbanizzazione rapida legata allo sviluppo - di cui ha ampiamente scritto. Recentemente ha proposto delle strategie per la realizzazione di una città del futuro in Africa, presentate alla Triennale di Milano nel 2014. 
 
Dominique Jakob e Brendan MacFarlane, dell’omonimo studio di architettura, partecipano alla conferenza che si tiene giovedì 26 settembre alle ore 10.30 presso la Galleria dell'Architettura.
 
Jakob+MacFarlane ha sede a Parigi dove è stato fondato nel 1992, e focalizza il proprio lavoro sull’utilizzo della tecnologia digitale sia come strumento concettuale sia come mezzo di produzione, utilizzando nuovi materiali per creare ambienti più flessibili. I loro progetti principali includono il Ristorante Georges all’interno del Centre G. Pompidou a Parigi (2000), la ricostruzione del teatro di Pont-Audemer in Normandia (2001) e la biblioteca Florence Loewy Books di Artists in Paris (2001), I Docks di Parigi (2008), il Cube Orange (2010) e la sede di Euronews a Lyone (2014). 
 
L’architetto argentino americano Emilio Ambasz e l’architetto italiano Attilio Stocchi sono ospiti del programma con due conferenze dal titolo “Profezia verde” e “Nascitura”, che si svolgono giovedì 26 settembre alle ore 16.00 presso la Galleria dell'Architettura. 

Le conferenze trattano dell’attualissimo tema della sostenibilità ambientale secondo una prospettiva non convenzionale rispetto ai correnti trend della cosiddetta green architecture.
 
Autore, sin dei primi anni ‘80, del manifesto “green on gray”, Emilio Ambasz - noto al pubblico italiano anche per la sua celebre mostra del 1972 al MoMA di New York, “Italy: the new domestic landscape”, e per le architetture della Banca dell’Occhio e dell’Ospedale di Mestre - ha perseguito, sin dal 1975, con la Casa de Retiro in Andalusia, Spagna, una originale ricerca dove il ritorno alla Natura si coniuga con un vivido interesse per la tecnologia e per l’arte. Fu allora infatti che l‘idea di sostenibilità (come isolarsi dal terribile caldo dell’Andalusia) si tradusse per la prima volta in un’architettura originale che si ispira alla millenaria tradizione del costruire sotto terra (come lo yaodong in Cina), ma si realizza in una potente immagine poetica che esalta la visione della casa come rifugio.

Critico di un’idea superficiale di sostenibilità dove la tecnologia si sovrappone all’architettura e la stessa presenza di verde risulta spesso una meccanica applicazione a strutture convenzionali, Ambasz pensa che l’Architettura debba essere innanzitutto un atto poetico e un risarcimento delle sofferenze inflitte alla terra da una dissennata e distruttiva attività costruttiva.

  Scheda progetto: Le Cube Orange
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Les Docks
Jakob+MacFarlane – N. Borel photographer
Vedi Scheda Progetto
Jakob+MacFarlane – N. Borel photographer – Michel Desvigne Landscape
Vedi Scheda Progetto
Jakob+MacFarlane – N. Borel photographer – Light by Yann Kersalé
Vedi Scheda Progetto
Jakob+MacFarlane – N. Borel photographer
Vedi Scheda Progetto
Jakob+MacFarlane – N. Borel photographer – Light by Yann Kersalé
Vedi Scheda Progetto
Jakob+MacFarlane – N. Borel photographer – Light by Yann Kersalé
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Remote House
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto
Fernando Alda
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHIPRODUCTS NEWS
21.10.2019
antoniolupi per l’ADI Design Index 2019
21.10.2019
Le consolle bagno Loetrà in legno massello antico
21.10.2019
Ceramiche Caesar. Dal rivestimento all'arredo
� le altre news

Felipe Assadi_Philipp Blanc
Felipe Assadi, Casa Remota_ph Fernando Alda
Anupama Kundoo_copyright Caitlin Moore
Jakob + MacFarlane, Le Cube Orange_ph Nicolas Borel
Jakob + MacFarlane, Le Docks_ph N. Borel
Dominique Jakob e Brendan MacFarlane_copyright A. Tabaste
Emilio Ambasz
1
2
3
  Scheda progetto:
Jakob + MacFarlane Architects

Le Cube Orange
  Scheda progetto:
Jakob + MacFarlane Architects

Les Docks
  Scheda progetto:
Felipe Assadi Arquitectos

Remote House

 NEWS CONCORSI
+21.10.2019
ABC | Monza 2019
+17.10.2019
Al via l’open call Life Beyond Plastic
+17.10.2019
Riqualificazione dell'area Ex Macello a Lugano
+16.10.2019
Puglia Design Store Awards 2019
+15.10.2019
In chiusura il concorso Site Cloister di ARKxSITE
tutte le news concorsi +

Chorus
ADA 2019
Touch
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati