Milady

Premio di architettura Bigmat

PENELOPE 2 + DINING

Lapalma

Devon & Devon


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Serie T

Il ‘vintage contemporaneo’ firmato Moran e Salci
Il nuovo set up di DIMOREGALLERY celebra il design storico, ma senza nostalgia
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Ph © Silvia Rivoltella Ph © Silvia Rivoltella
07/03/2019 - DIMOREGALLERY si rinnova, ancora una volta. La galleria milanese curata dal duo di DIMORESTUDIO, formato dai designer Emiliano Salci e Britt Moran, pochi giorni fa ha reinventato i suoi spazi all’interno dell’appartamento di Brera rendendo omaggio ai protagonisti del design del XX secolo, da Gio Ponti a Pietro Chiesa, fino a Marco Zanuso e Pierre Guariche.

Lo spazio in via Solferino sorprende come sempre per la capacità di proiettare il visitatore in atmosfere vintage ma senza tempo, piuttosto con uno sguardo proteso al futuro, con un mix perfetto di arredi d’autore e pezzi contemporanei. Perché DIMOREGALLERY è una casa, un'esperienza, un dialogo tra passato e presente. Ogni oggetto e ogni camera svela un'emozione diversa che porta il visitatore alla scoperta di colori cangianti e materiali preziosi. Oggetti provenienti da mondi lontani vivono accanto a mobili scultorei. Sedute, tavoli, armadi, librerie e lampade si esprimono in un linguaggio ispirato all'estetica retrò.

Un rara lampada di Angelo Lelii con sfere di vetro colorate come pietre preziose e una sedia in legno degli anni '40 di Otto Schulz rivestita con un tessuto a stampa floreale accolgono i visitatori per condurli verso altre stanze parte di un'esperienza memorabile.


Ph © Silvia Rivoltella


La dualità è l’aspetto chiave nel nuovo allestimento e non solo intesa come diversità di stili. Le sedie Prefacto di Pierre Guariche, prodotte da Airbone – con una struttura tubolare metallica laccata nera, un bracciolo in legno e tappezzeria in velluto – sono state concepite negli anni '50 come una coppia: “Monsieur”, per lui, e la più piccola “Madame”, per lei. 


Ph © Silvia Rivoltella


Il design francese è rappresentato anche dalla panca di tela grigia con cassetti in pino, creata da Charlotte Perriand nel 1965, che è stata inaspettatamente giustapposta a un tavolino cinese del primo '900 in legno laccato con decori dipinti a mano. Una coppia di lampade da terra Ignazio Gardella della sua collezione Arenzano, chiamate 3 Fiame (tre fiamme), disponibili anche come lampade da tavolo, completano questo set classico che mescola influenze eterogenee.


Ph © Silvia Rivoltella


Ph © Silvia Rivoltella


Ph © Silvia Rivoltella


Ph © Silvia Rivoltella


Ph © Silvia Rivoltella

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
21.03.2019
Una storica dimora del '500 diviene sede dell'Unipol Corporate Academy
21.03.2019
Inaugurato il più grande ristorante subacqueo al mondo
20.03.2019
Condominio Monti: in hotel come a casa
» le altre news

Ph © Silvia Rivoltella
Ph © Silvia Rivoltella
Ph © Silvia Rivoltella
Ph © Silvia Rivoltella
Ph © Silvia Rivoltella
1
2
 NEWS CONCORSI
+21.03.2019
Al via Europan 15, il più grande concorso a scala europea
+19.03.2019
Site Mausoleum. Un luogo di introspezione in Portogallo
+18.03.2019
L'Architecture Film Award 2019
+15.03.2019
Wine&Design. Il vino e il legno si intrecciano
+14.03.2019
In chiusura il II Design Warm Contest
tutte le news concorsi +

ADA 2018
ADA 2018
T.MOON
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati