SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Closer

#florencecalling - la 'Chiamata alle arti' della città di Firenze
Elementi di arredo urbano atti a migliorare la sicurezza del centro storico
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

11/09/2017 - I recenti attentati terroristici in città europee come Barcellona, Londra, Nizza, Berlino hanno colpito cittadini e turisti pacifici mentre abitavano piazze e luoghi collettivi delle nostre città. Il Comune di Firenze intende studiare e proporre delle soluzioni innovative che trasformino i dispositivi per la sicurezza in elementi di contenimento del verde e di arredo urbano di qualità.
A questo fine - e in seguito alle indicazioni del CPOSP (Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica) - il Comune, in collaborazione con la Prefettura e la Questura di Firenze e in sintonia con i rappresentanti dei Vigli del Fuoco e delle Forze dell’Ordine, della Sovrintendenza Provinciale, dell’Ordine degli Architetti, delle Scuole di Architettura e e Design, della Scuola di Agraria e delle Associazioni dei Vivaisti, degli Agronomi e Forestali, promuove una consultazione di idee - rivolta alle aziende, alle Scuole, ai progettisti, ai creativi, agli studi professionali - per la realizzazione di una nuova generazione di sistemi di difesa passiva a protezione di obiettivi sensibili, in grado di non compromettere e anzi di migliorare la qualità estetica e urbana degli spazi pubblici del centro storico di Firenze e di altre città.

Integrandosi con gli strumenti di prevenzione già adottati, i nuovi sistemi di difesa passiva dovranno assicurare una migliore protezione dei siti sensibili esistenti considerando in particolar modo l’impianto urbanistico e la qualità straordinaria Centro Storico di Firenze e consentendone, comunque, la massima fruibilità ai cittadini ed ai turisti in sicurezza.

La consultazione mira in primo luogo ad individuare soluzioni che evitino di “blindare la città”, consentendo il passaggio dei mezzi di soccorso, ma garantendo nel contempo un innalzamento del livello di sicurezza. Le soluzioni da individuare dovranno quindi costituire sistemi di rallentamento della velocità dei veicoli, ostacolando l’accesso a luoghi particolarmente frequentati.

I dissuasori e gli strumenti di impedimento fisico alla circolazione per rendere più sicura la città che Firenze intende realizzare e offrire come suggestione ad altre città interessate, dovranno in sintesi svolgere le seguenti funzioni:
- garantire la massima sicurezza e protezione in relazione al rischio di attentati
- essere in grado, insieme alla sicurezza, di operare come elementi utili di arredo urbano (panchine, rastrelliere per biciclette, strutture per il gioco o la sosta, dispositivi per la smart city..) e come spazi di aggregazione, di sosta e di servizio per i cittadini e i turisti
- offrire, laddove possibile e opportuno, la possibilità di ospitare alberi, piante e componenti vegetali che offrano qualità e biodiversità agli spazi pubblici; sarà da valutare, per gli alberi e le fioriture, la possibilità di un ricambio stagionale delle essenze, che potrebbero trovare definitiva collocazione, dopo aver ornato il centro storico e una volta conclusa la fase di emergenza, in giardini cittadini
- essere pensati in relazione a specifiche tipologie di spazio urbano, in modo da non ostacolare la visione dei monumenti storici e anzi da rendere più accoglienti e vitali alcuni luoghi di Firenze, individuando ad esempio nuove “stanze urbane” in prossimità di monumenti
- essere pensati come elementi rimovibili e modulari (eventualmente assemblabili) in modo da garantire la massima flessibilità in relazione alle diverse tipologie di spazio pubblico da mettere in sicurezza
- garantire una manutenzione sostenibile nei costi e nella frequenza, che dovrà essere consentita in maniera continuativa ed efficace.

La Consultazione, aperta a singoli e gruppi di aziende, professionisti, creativi, progettisti, scuole, scadrà il 27 settembre 2017.

La produzione delle idee e delle proposte non comporterà il pagamento di onorari o il rimborso di spese, restando le stesse a completo carico dei soggetti proponenti.
Una specifica commissione, presieduta dal Sindaco Dario Nardella e dall’arch. Stefano Boeri e con la presenza dei rappresentanti delle istituzioni che hanno collaborato alla stesura del presente bando di Consultazione, si occuperà di valorizzare le proposte più efficaci e innovative e di favorirne il reale utilizzo a Firenze e nelle altre città italiane ed europee che hanno manifestato un interesse ad unire sicurezze a qualità.


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
BANDI CORRELATI
Comune di Firenze

Chiamata alle Arti - #Florencecalling

I recenti attentati terroristici in città europee come Barcellona, Londra, Nizza, Berlino hanno colpito cittadini e turisti pacifici mentre abitavano piazze e luoghi collettivi delle nostre città.


Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
 NEWS CONCORSI
+17.11.2017
Verso la chiusura il concorso 'Pinocchio Children's Library'
+16.11.2017
VI Premio Domus Restauro e Conservazione - Opere realizzate
+15.11.2017
Il concorso 'Posterheroes: Shaping the Future'
+13.11.2017
Verso la conclusione la I edizione del Design Warm Contest
+07.11.2017
In scadenza il concorso per un polo scolastico a Sassa (AQ)
tutte le news concorsi +

ADA 2017
GD Arredamenti
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2017 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati