Wazebo

Concrea

Shadebox

Legato

Italy Warm


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Liuni

Edilizia scolastica sostenibile in Thailandia e Cambogia
Autocostruzione e strutture flessibili per garantire l'istruzione anche in zone disagiate
Autore: eleonora usseglio prinsi
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

29/10/2013 – Il dibattito sull' architettura scolastica e i fondi da destinarsi alla realizzazione di nuove strutture e manutenzione di quelle esistenti è un tema che accende il dibattito dalla Gran Bretagna all'Italia, non solo sull'aspetto prettamente architettonico della realizzazione di nuovi edifici che rispondano al meglio alle attuali esigenze pedagogiche, quanto al ruolo simbolico dell'educazione tra le priorità dei Governi, in particolare in tempi di recessione economica.

Quando le strutture scolastiche sono invece localizzate in villaggi con alti tassi di povertà il ruolo simbolico diventa predominante e direttamente connesso alle necessità della comunità. Ed è questo il caso di tre scuole recentemente realizzate in Zambia e Thailandia, in cui la qualità architettonica si manifesta non tanto nel “valore estetico-formale” o funzionale, quanto nella capacità di coinvolgere nella sua costruzione l'intera comunità.

Mutende Project II dello studio inglese Orkidstudio a Chingola (Zambia) è un complesso scolastico di 350 mq realizzato in sole sette settimane con 100£/mq.
Realizzato in stretta collaborazione con i bambini, le insegnanti e la comunità locale, la struttura ad L si compone di una copertura in legno composta da quattro falde in linea. Al di sotto di essa i tamponamenti in mattoni suddividono gli spazi che comprendono tre aule, un ufficio, una IT suite e un magazzino.

Il progetto Moving School 001 realizzato dall'organizzazione no profit Building Trust International è caratterizzato da una struttura facilmente assemblabile e smontabile per rispondere alla necessità delle diverse comunità di rifugiati dislocate sul confine tra Birmania e Thailandia. Diventa fondamentale per questi gruppi poter spostare non solo le proprie case, ma  anche la scuola: cuore pulsante della comunità.
Il concept nasce dalla necessità  di ospitare 120 bambini, minimizzare lo spreco di materiale durante le fasi di costruzione e ridurre le operazioni di montaggio.
La struttura portante è realizzata in moduli di acciaio, la copertura è rivestita in pannelli in PVC, per fronteggiare il problema dell'isolamento acustico nella stagione delle piogge,e le pareti con materiali locali, quali pannelli di legno e bamboo.

La scuola Maw Kwee realizzata in un piccolo villaggio della Thailandia dallo studio G`Yaw G`Yaw si compone di una struttura in legno tamponata in terra cruda e con pannelli di alluminio per la copertura.
Le aperture che favoriscono l'ingresso di luce e la ventilazione sono parzialmente ostruite da sistemi di ombreggiamento in bambù.
Il progetto, come i due precedenti, coinvolge non solo le comunità locali, ma studenti da tutto il mondo che, attraverso dei workshop, contribuiscono all'ideazione e alla costruzione.
 


  Scheda progetto: Mutende Project II
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: MOVING Schools 001
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Maw Kwee Schoolbuilding
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
24.06.2016
Completato il restauro del Fondaco dei Tedeschi by OMA
23.06.2016
Falanto Port Service Center: la posa della prima pietra
22.06.2016
Il progetto della 'Darsena ritrovata' di Milano
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
29/06/2016 - villa de grecis, via delle murge 63, bari
Ceramics of Italy
Conferenza di architettura, premiazione e dibattito
06/07/2016 - habitat lab saint gobain di corsico
Presentazione di Active House Italia

04/09/2016 - catania
Kaira Looro – International Workshop Architecture for Senegal
Workshop internazionale di progettazione architettonica a sostegno di un progetto umanitario
» gli altri eventi
  Scheda progetto:
ORKIDSTUDIO

Mutende Project II
  Scheda progetto:
Amadeo Bennetta

MOVING Schools 001
  Scheda progetto:
Gyaw Gyaw

Maw Kwee Schoolbuilding

 NEWS CONCORSI
+24.06.2016
Una settimana alla scadenza di 2REUSE_Nutrition for Planet
+23.06.2016
Capri valorizza i Giardini della Flora Caprense
+22.06.2016
Progetta Stephenson 86: il concorso di idee di Liuni spa
+21.06.2016
Al via Feeding the Planet 2 Future Energy
+20.06.2016
Al via le selezioni per la Catanzaro Design Week
tutte le news concorsi +

Archiproducts Shop - The go-to shop for Architects and Design Enthusiasts
Liuni
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2016 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati