Ago Antonio Lupi

Anima gres effetto marmo

Artis


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Foster Unico XS

Tampa Museum of Art: uno scrigno elettronico galleggiante
Astrazione sospesa al di sopra del suolo come un giunto di collegamento tra terra e cielo
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
17/05/20121 – “Uno scrigno da riempire con l'arte” questa la definizione che Stanley Saitowitz / Natoma Architects da del Tampa Museum of Art, sulla costa occidentale della Florida.

Questo museo è una cornice neutra per la visualizzazione dell'arte, una 'tela bianca' da riempire con i quadri. È un contenitore bello, ma vuoto. L'interesse è rivolto verso la sua 'apertura', verso le possibilità future ancora sconosciute, verso l'Architettura come infrastruttura. Abbiamo creato, uno spazio interessante nel modo più discreto, evitando che l'edificio sia un oggetto scultoreo indipendente e utilizzando lo spazio e la luce per generare la forma”. 

Un piedistallo in vetro sostiene questo 'scrigno' dell'arte che sembra galleggiare nel parco con le sue pensiline aggettanti e le pareti riflettenti. “Si tratta di 'un'astrazione' sospesa al di sopra del suolo. L'edificio non solo si trova nel paesaggio, ma è il paesaggio stesso, che riflette il verde, luccica come l'acqua, trema come le nuvole. Si confonde e si fonde, rendendo il museo un parco e il parco di un museo”.

Il lungo edificio è tagliato al centro. Questo taglio divide il progetto in due zone, una pubblica e aperta, l'altra più chiusa e privata. Ognuna delle due sezioni generate è organizzata intorno a una corte, una nella lobby, l'altra circondata dagli uffici e dalle aree curatoriali.

Di giorno la luce si riflette sulle superfici, di notte il Museo emana luce da esse. Con il buio l'esterno diventa una tela per uno spettacolo di luce. “L'arte all'interno passa attraverso le parete esterne e sembra fuggire nella notte”. L'illuminazione della 'pelle' cambia i colori e i pattern in varianti infinite che trasformano l'edificio, dentro e fuori, e lo duplicano nel riflesso dell'acqua.

Questo 'scrigno elettronico' galleggiante è “
un monito per il futuro e un contenitore per ospitare opere in grado di mostrarci altri modi per vedere il nostro mondo”. Sospeso nel parco, il Tampa Museum of Art funge da giunto di collegamento tra terra e cielo.

  Scheda progetto: Tampa Museum of Art
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
26.05.2015
Il Towada community center by Kengo Kuma & Associates
25.05.2015
A Milano un nuovo ponte pedonale sui Navigli by Lombardini22
22.05.2015
Armani/Silos: inaugurato il nuovo museo dello stilista
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
29/05/2015 - los angeles, usa
Dwell on Design 2015

29/05/2015 - maxxi, roma
Olivo Barbieri. Immagini 1978-2014

09/06/2015 - via nazionale dei giovi n° 38, vertemate con minoprio (co)
Apertura nuovo showroom “La Cicala”

» gli altri eventi

  Scheda progetto:
Stanley Saitowitz / Natoma Architects Inc.

Tampa Museum of Art

 NEWS CONCORSI
+26.05.2015
Milano: il concorso per Piazza della Scala verso il termine
+25.05.2015
Roma: il concorso internazionale di idee “Urban Lightscape”
+22.05.2015
L'associazione STaRT lancia “Roma: architettura e cinema”
+21.05.2015
Paesaggio: al via il bando di “Agritecture & Landscape Award”
+20.05.2015
Varese: il contest internazionale per il Nuovo Teatro
tutte le news concorsi +



Coperture e facciate in zinco-titanio
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2015 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati