Dalton

Ethimo

SIGNICOLOR

Architect@work

LBS


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Roof

Cagliari: Zaha Hadid vince il concorso BETILE
L’architetto anglo-irachena firma il museo dell’arte nuragica
Autore: ufficio stampa concorso betile
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
CAGLIARI: ZAHA HADID VINCE IL CONCORSO BETILE
24/10/2006 - Sarà una donna, l’architetto anglo-iracheno Zaha Hadid a realizzare sul fronte mare di Sant’Elia, a Cagliari, il Museo mediterraneo dell’arte nuragica e dell’arte contemporanea.
Ad un anno di distanza dall’idea di organizzare una sfida internazionale tra le firme più prestigiose del panorama architettonico contemporaneo, la Giuria ha potuto selezionare il progetto vincitore del concorso ideato e organizzato dall’Assessorato regionale ai Beni Culturali, in collaborazione con il Politecnico di Milano (che ne ha curato gli aspetti tecnico-scientifici) e la rivista Domus (per la diffusione internazionale).
Più di cento studi avevano partecipato alla preselezione del concorso, e solo dieci selezionati hanno avuto la possibilità di mettere a confronto i loro progetti. Oltre al vincitore, hanno partecipato studi di fama internazionale e sicure promesse del mondo architettonico: Massimiliano Fuksas, lo studio degli architetti svizzeri Herzog & De Meuron, il portoghese Gonçalo Nuno Pinheiro de Sousa Byrne, ma anche i raggruppamenti di Archea, Francesco Garofalo, Giampiero Lagnese, Mutti e OBR. Un solo progetto è mancato all’appello: quello del francese Jean Nouvel, che non sarebbe riuscito a rispettare i termini di presentazione degli elaborati.
La Giuria, composta, tra gli altri, dall’architetto ticinese Luigi Snozzi, dallo stilista Antonio Marras e da Cristiana Collu, direttrice del MAN di Nuoro, ha lavorato intensamente all’analisi delle proposte presentate, fino a ridurre progressivamente la rosa dei possibili vincitori a quattro progetti, ognuno dei quali in grado di proporre una visione unica ed originale del Museo.

Della giuria hanno fatto parte l’architetto Giovanni Maria Campus, assessore all’Ambiente e Urbanistica del Comune di Cagliari, il direttore per i beni culturali e paesaggistici della Sardegna, Paolo Scalpellini, l’ingegnere Enrico Corti, docente nella facoltà di Ingegneria dell'Università di Cagliari, Italo Rosi, rappresentante della Federazione degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Sardegna, Gianni Massa, rappresentante della Federazione degli Ordini degli Ingegneri della Sardegna, Tullio Angius, membro supplente per la Federazione degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Sardegna, Salvatore Todde. membro supplente per la Federazione degli Ordini degli Ingegneri della Sardegna.

Il presidente della Giuria, l’architetto Stefano Boeri (direttore della rivista Domus), ha aperto la busta contenente il nome del vincitore alla presenza dell’assessore Elisabetta Pilia, chiamata dalla Giuria a conclusione dei lavori.

L’architetto Boeri così spiega la vittoria del progetto di Zaha Hadid:
“La giuria ha valutato la straordinaria sensibilità contestuale del nuovo organismo architettonico, che comportandosi come una “concrezione corallina” asseconda, ricuce e riconfigura un intero brano del fronte mare cagliaritano”.
“La plasticità del nuovo Museo – continua Boeri - rappresenta un segno rigenerativo e di indiscutibile forza e visibilità nel paesaggio del golfo di Cagliari, oltre che esprimere con l’intreccio dei suoi sinuosi corpi di fabbrica la volontà di fondare il nuovo Museo proprio sulla interazione tra i contenuti espositivi (relativi all’arte nuragica e all’arte contemporanea) e i percorsi dei suoi utenti-visitatori”.

Zaha Hadid, 56 anni, naturalizzata inglese, prima donna a vincere il premio Prizker 2004, considerato il Nobel per l’architettura, è una figura di straordinaria rilevanza nella ricerca architettonica contemporanea, e che ha saputo trasferirne i contenuti in numerosi progetti di indiscutibile fama.

Resa celebre dal progetto per la stazione dei pompieri del Vitra, in Germania, Zaha Zadid sta realizzando a Roma un altro importante complesso museale, il Maxxi, Museo nazionale delle Arti del XXI e ha progettato alcune tra le opere più innovative della contemporaneità: il Museo per le Arti contemporanee di Cincinnati, il Phaeno Science Centre di Wolfsburg, in Germania, la «Mind Zone» all'interno del New Millenium Experience della Millennium Dome di Greenwich, a Londra.

Il progetto firmato da Zaha Hadid per il museo dell’arte nuragica e contemporanea “rappresenterà –prosegue Boeri - insieme un nuovo landmark nel paesaggio cagliaritano, l’occasione per una esperienza inedita – sia percettiva che corporea- e il luogo di sviluppo e sedimentazione di fertili contaminazioni tra identità storica identità futura per tutto il sistema territoriale e insulare della Sardegna”. Proprio in questa luce, la Giuria ha riconosciuto nel progetto vincitore la forza di diventare quel “volano di rimandi” tra il luogo museale cagliaritano da un lato e dall’altro i siti archeologici distribuiti nel territorio e i luoghi dell’arte contemporanea insulare, che il bando indicava come finalità prima del concorso di progettazione.

Per Cristiana Collu, direttore del Man di Nuoro il progetto vincitore del concorso “è una delle migliori opere di Zaha Hadid, una scultura architettonica audace, davvero in grado di coniugare passato, presente e futuro della Sardegna. Il progetto rivela una grande sensibilità rispetto al contesto urbanistico in cui sorgerà il museo ed esalta e integra il rapporto con il mare e lo skyline”.

Tre le menzioni che la Giuria ha voluto sottoscrivere, ovvero ai progetti che hanno conteso allo studio Hadid l’assegnazione dell’incarico per la progettazione del Museo: agli architetti Herzog e de Meuron, autori di progetti del calibro della Tate Modern di Londra, che hanno proposto un impianto museografico originale e l’idea di un intervento di forestazione urbana; allo studio Archea, il cui progetto ha saputo cogliere in modo originale il valore identitario del programma del Museo; e infine al raggruppamento dell’architetto Lagnese, autore di una proposta di eccezionale lirismo e chiarezza d’impianto.

I nove progetti verranno esposti, nelle prossime settimane, in una mostra realizzata dalla Regione e dal Comune di Cagliari nel Lazzaretto di Sant’Elia, vicino a dove sorgerà il museo, per consentire ai cittadini di valutare le idee progettuali proposte.

  Scheda progetto: BETILE - Museo mediterraneo dell’arte nuragica e dell’arte contemporanea
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
01/12/2006
Cagliari: Zaha Hadid svela il progetto del museo Betile
Museo mediterraneo dell’arte nuragica e dell’arte contemporanea

15/11/2006
Sardegna, restituite alla Regione le strutture militari dismesse
L’accordo pone le basi per lo sviluppo futuro delle aree urbane

10/05/2006
Cagliari: selezionati i dieci candidati per il Museo Betile
Si tratta di nomi di spicco della scena architettonica internazionale

09/02/2006
Nomi illustri al concorso per il museo Betile a Cagliari
Tra le candidature Isozaki, Hadid, Mendini, Fuksas, Nouvel, Sottsass e Aulenti

29/11/2005
Concorso di Progettazione Architettonica Betile
Scadenza del bando fissata al 12 gennaio 2006


Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
Altri commenti per questa notizia
gabriele perrino
...chiudo gli occhi e riaprendoli...scorgo paesaggi...stesure non apparentemente vivibili che fruiscono dello spazio interagendo metabolicamente con il luogo al quale pretendono di appartenere...una grande mano modella questi luoghi cosi come una grande forza scolpisce i paesaggi del pianeta Marte...il tutto si rivela alla grande espressivita' di un architetto che celandosi dietro composizioni materiche, manifesta la grandisiosita' modellatrice dei suoi manufatti che raccontano oggi, i tempi che domani verranno...

ULTIME NEWS SU RISULTATI
10.03.2011
Young Architects Program MAXXI: vincono i romani stARTT
02.03.2011
Areale ferroviario di Bolzano: vince il team di Boris Podrecca
28.02.2011
'Progetto in evoluzione. Giò Ponti e Villa Favorita a Valdagno': gli esiti del concorso
» le altre news

  Scheda progetto:
Zaha Hadid Architects

BETILE - Museo mediterraneo dell’arte nuragica e dell’arte contemporanea

 NEWS CONCORSI
+20.09.2017
XI Edizione del Premio internazionale Bruno Zevi
+19.09.2017
Firenze chiama 'alle arti' con #florencecalling
+18.09.2017
Monfalcone riqualifica un'area urbana centrale
+15.09.2017
5° Design Award “Accendi la tua idea” - Credenza
+14.09.2017
Il nuovo concorso YAC: Pinocchio Children's Library
tutte le news concorsi +

ADA 2017
Roof
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2017 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati