Data : 12/12/2016
Design&Style Blog
home + architetture + case & interni + concorsi + eventi + progetti + progettisti + blog + prodotti +
Marazzi
lunedì 12 dicembre 2016

Costruzioni, anno positivo in Italia

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


Il panorama delle costruzioni in Italia sembra aver ingranato la marcia giusta per la ripresa, nonostante una lieve frenata nel primo trimestre di quest’anno: secondo le previsioni, infatti, il 2016 si chiuderà comunque con un buon livello di crescita, e così pure il 2017. Merito anche dell’aumento delle macchine utilizzate nei cantieri.


In un momento di stallo generalizzato dell’economia in Italia, ci sono però alcuni settori che segnalano dati in controtendenza, per fortuna. L’esempio principale è quello delle costruzioni in Italia, un mercato dal valore che si aggira annualmente intorno ai 135 miliardi di euro e che rappresenta, pertanto, uno degli assi portanti del nostro sistema produttivo: ebbene, nonostante un piccolo segno meno registrato nel primo trimestre del 2016 (chiuso a -0,5%), secondo le ultime stime l’anno sarà chiuso comunque in ambiente positivo, con una crescita prevista superiore all’1,5%, e nello stesso trend si inserirà anche il 2017, quando ci si attende un risultato ancora migliore, che potrebbe sfiorare i due punti percentuali.


La crescita del settore. È l’importante istituto Prometeia a fornire le cifre per il settore, che quindi dovrebbe proseguire nell’arco di quest’anno la risalita avviata nel corso del 2015, che ha messo fine a un lungo periodo grigio, e che le piccole frenate non hanno intaccato nel complesso. Dalle analisi emerge in particolare che il traino della ripresa è rappresentato soprattutto dal mercato di riqualificazioni e ristrutturazioni (che valgono 57,6 miliardi euro nel 2015, +2% rispetto al 2014) e all’annunciato rilancio delle opere pubbliche, in cui gli investimenti dovrebbero continuare a salire nel biennio: +2,7% nel 2016 e addirittura +4,2% nel 2017, anche sulla scorta degli effetti positivi del nuovo Codice degli Appalti.


Cambio di marcia. Si inserisce in questo quadro dal sapore “ottimistico” anche il comparto delle macchine per costruzioni, anche se, come spiega Paolo Venturi, presidente di Unacea (l’Unione Nazionale delle Aziende Construction Equipment & Attachments), mercato resta ancora molto al di sotto dei livelli pre-crisi, e “questo impone cautela e misure a sostegno della crescita”. Per ora, comunque, i numeri sono positivi, con il primo semestre 2016 che ha registrato una crescita del mercato interno pari al 22 per cento rispetto al 2015, con un buon risultato proveniente dalle vendite delle macchine movimento terra (+24 per cento).


Un confronto impari. Nel complesso, è ormai da dieci trimestri consecutivi che il settore delle macchine per costruzioni e movimento terra conosce il segno “più”: dopo il punto più basso toccato nel 2013, infatti, c’è stata l’auspicata inversione di tendenza, che ha portato nell’ultimo biennio a una risalita complessiva del 46 per cento. Come detto, però, in termini assoluti la crescita si rivela ben più contenuta: è ancora Venturi a mettere il dito nella piaga, spiegando che dal confronto del dato “con quanto rilevato nell’anno di picco 2007, quando nei primi sei mesi erano state vendute più di 13.000 macchine, la perdita che si ottiene è di oltre il 63 per cento”.


Il traino dell’export. Nonostante questo, comunque, fa ben sperare anche la crescita dei livelli di export, che dà buoni risultati  superando anche i rischi derivanti dall’indebolimento del commercio internazionale e dalle crescenti tensioni globali: da gennaio a aprile 2016 l’Italia ha esportato un +1,2 per cento (815 milioni di euro) di macchine, a cominciare da quelle utilizzate per perforazioni e dalle gru a torre.


Il ruolo del web. Alla positiva ripartenza del settore concorre anche l’aumento dell’offerta di e-commerce dedicati a macchine e accessori per il movimento terra e sollevamento merito, anche, di aziende come Giffi Market, che ormai si sta conquistando un posto di rilievo nel panorama nazionale grazie a un catalogo sempre più ricco di prodotti, oltre che per alcune esclusive sul territorio nazionale, come tutte le tipologie di benne per escavatori.




postato da Raffaele De Blasio lunedì 12 dicembre 2016 alle ore 15:27    | commenti: 0 |



 Commenti:

 Nessun commento inserito per questo messaggio



 Inserisci un commento:
Il tuo indirizzo IP:   54.224.2.123
Nome e cognome:  
E-mail:  
Commento:
(max: 8000 caratteri)  
Attenzione: i seguenti commenti non sono moderati dalla redazione. Ogni utente (individuabile mediante tracciamento IP) si assume la piena responsabilità del contenuto delle proprie affermazioni.



 il blog di
 Raffaele De Blasio

<< luglio 2018
dom
lun
mar
mer
gio
ven
sab
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        


ULTIMI POST INSERITI
» mercoledì 4 luglio 2018
Come arredare in modo perfetto il proprio bagno


» venerdì 18 maggio 2018
Antifurti e allarmi: metti ora in sicurezza la tua casa


» mercoledì 18 aprile 2018
Non solo bella: ecco come gli italiani immaginano la casa ideale


» mercoledì 28 febbraio 2018
Candele profumate, un tocco in più per tutte le stanze


» giovedì 21 dicembre 2017
Video e consigli, dal Web nuovi spunti per ristrutturare casa


» venerdì 21 luglio 2017
L'Italia riscopre il legno, utilizzato nel sette per cento delle case costruite


» martedì 18 luglio 2017
Idee di casa, dove arredare diventa semplice!


» lunedì 3 luglio 2017
Pergotenda, l'accessorio giusto al momento giusto


» martedì 27 giugno 2017
Illuminazione per interni e lampade di design


» lunedì 12 giugno 2017
Rendere la tua casa anti-sismica: ecco come fare



ARCHIVIO
» luglio 2018
» maggio 2018
» aprile 2018
» febbraio 2018
» dicembre 2017
» luglio 2017
» giugno 2017
» gennaio 2017
» dicembre 2016
» ottobre 2016


» torna al blog
» torna alla room Archiportale
ADA 2018
Blog by Archiportale.com