home + architetture + case & interni + concorsi + eventi + progetti + progettisti + blog + prodotti +
GD Arredamenti
DESIGN&STYLE BLOG
il blog di Raffaele De Blasio


venerdì 21 luglio 2017

L'Italia riscopre il legno, utilizzato nel sette per cento delle case costruite


C'è una nuova tendenza nel mercato delle costruzioni immobiliari in Italia: a ben vedere, però, è piuttosto una "vecchia" tendenza, o quanto meno la riscoperta di un materiale classico come il legno. Il sette per cento delle nuove abitazioni costruite nel nostro Paese nel corso del 2015, infatti, ha utilizzato proprio il legno come materia prima, all'insegna di una rinnovata attenzione alla sostenibilità e alle tematiche dell'ambiente.

Il boom del legno. A fare il punto della situazione è il secondo Rapporto su Case ed Edifici in Legno, elaborato dal cento studi dell'associazione nazionale Federlegno Arredo Eventi: e se il dato sulle costruzioni in questo materiale è il primo risultato che salta agli occhi, non meno importanti sono i numeri degli "accessori" e degli elementi di corredo delle nuove abitazioni.

Tra le finiture vincono le finestre in pvc. Quello delle finiture infatti è un ambito di grande fermento per il mercato, come dimostrano le soluzioni proposte da Oknoplast, uno dei leader a livello internazionale, che stanno spingendo sempre più consumatori a scegliere le finestre in pvc per i propri ambienti domestici, mentre per i pavimenti "vincono" le piastrelle.

Più di tremila case in legno all'anno. Le nuove case italiane sono dunque caratterizzate da legno, Pvc e piastrelle; più in dettaglio, come sottolinea il report dell'associazione di categoria, le circa 3500 nuove abitazioni in legno, residenziali e non residenziali,  costruite in Italia nel corso del 2015 rappresentano il 7 per cento del totale dei permessi di costruire, con un valore che per questo comparto cresce circa del 10 per cento e arriva a sfiorare i 700 milioni di euro.

Un'analisi completa. Il secondo Rapporto Case ed Edifici in Legno rappresenta una radiografia dettagliata del mercato degli edifici a struttura in legno costruiti in Italia nel 2015 e del loro valore di produzione: per realizzare il documento, Federlegno ha elaborato i dati forniti dalle 248 aziende coinvolte nell’indagine, che rappresentano i principali operatori del settore della realizzazione di edifici a struttura portante in legno nel nostro Paese.

Meglio dell'edilizia tradizionale. Gli aspetti positivi per il comparto si notano soprattutto confrontando i valori specifici del settore con quelli generali dell'edilizia in Italia: a fronte di un quadro ancora piuttosto sofferente, con gli investimenti complessivi in nuova edilizia residenziale che sono calati anche nell'anno 2015 preso in esame (per la precisione, quasi di sette punti percentuali rispetto all'anno precedente), il segno più del legno certamente "fa notizia" e conferma la capacità di questo comparto di "tenere botta" e non scendere al di sotto dei livelli produttivi degli anni precedenti, operando e proponendosi con successo nel mercato.

L'Italia supera la media europea. E così, si scopre che per ogni quattordici nuove case che sorgono in Italia una è fatta di legno, a riprova dell'interesse che questa tipologia di costruzione sta conquistando anche presso il consumatore finale. Il trend positivo sta facendo risalire posizioni all'Italia anche nella specifica classifica europea dei Paesi produttori di edifici in legno: lo Stivale si piazza infatti al quarto posto assoluto, ma soprattutto registra una crescita superiore alla media.

L'analisi regionale. Scendendo nell'analisi a livello regionale, il rapporto evidenzia il peso delle aziende del Trentino Alto Adige in termini di fatturato generato: il 46 per cento del totale nazionale deriva proprio da questa area territoriale, mentre la Lombardia con 51 imprese è in testa alla graduatoria per numero di aziende attive stabilmente nel settore, con una quota del 21 per cento sul totale. La distribuzione territoriale delle case in legno vede al primo posto ancora la Lombardia, dove trova spazio il 20 per cento delle costruzioni, che supera di poco Veneto (18 per cento) ed Emilia Romagna (15 per cento).



postato da Raffaele De Blasio venerdì 21 luglio 2017 alle ore 11:45    | commenti: 12 | scrivi un commento |





martedì 18 luglio 2017

Idee di casa, dove arredare diventa semplice!


Il problema di tutti coloro che acquistano casa e devono scegliere l'arredamento. Qual è la disposizione migliore? Che stile dovrei scegliere? Quali sono le migliori decorazioni per il tipo di mobilia che ho deciso di comprare?



Arredare casa non è uno scherzo. E' l'ambiente dove passiamo la maggior parte del nostro tempo (escluso il posto di lavoro!), è qui che alleviamo i figli, dormiamo, mangiamo e ci raduniamo con la nostra famiglia. Dobbiamo sentirci davvero a casa e per questo, si deve optare per un arredamento a noi accogliente.



Sul sito web www.ideedicasa.it  si parla proprio di questo. Al centro di tutto viene messo l'arredamento in ogni sua sfumatura. Stile moderno, antico, boho chic o shabby chic? Alcune volte abbiamo bisogmo di un aiuto anche per la scelta, magari leggendo caratteristiche e sfogliando gallery. Altre volte invece, si va in cerca di quell'elemento di decoro che dona proprio il tocco in più che da tempo stiamo inseguendo.



Le guide all'acquisto sono fondamentali, perché è grazie a loro che possiamo accedere ad elenchi selezionati di oggetti, recensioni approfondite che ci permettono di capire qual è la soluzione migliore. Bagno, cucina, camera da letto, sala da pranzo, giardino e terrazzo. Ogni singola zona della casa deve essere studiata ed arredata con cura, affinché si dimostrino tutte in armonia.



La regola generale infatti, è quella di seguire lo stesso stile di arredamento per ogni stanza. E' bene infatti non mischiare ad esempio l'etnico con il rustico o peggio, con il contemporaneo. Ogni elemento deve essere acquistato con intelligenza, per non rischiare poi di pentirsene amaramente.



Casa è solo arredamento?



No. La casa è fatta anche di accessori utili, come ad esempio aspirapolveri e robot da cucina. Televisioni e lavatrici. Se da una parte possono essere un po' personalizzate, dall'altra restano pur sempre oggetti standard utilissimi. Su www.ideedicasa.it non mancano appunto le idee utili, le guide all'acquisto per individuare il miglior accessorio in base alle nostre esigenze. Si perché dobbiamo tenere di conto del fatto che ognuno ha bisogni diversi. Una persona che vive sola e una con famiglia, avranno bisogno di accessori molto diversi tra loro per soddisfare le necessità.



Cosa posso trovare su ideedicasa.it?



Consigli per arredare la cucina, il soggiorno, la camera e il gaiardino. Specialmente con un occhio in più verso il risparmio. Tante le proposte dal mondo Ikea da Mondo Convenienza.



Possiamo ottenere consigli utili per pitturare le pareti, scegliere la carta da parati o aggiungere degli stencil. Possiamo avere consigli sulle cucine in muratura oppure quelle con isola, così come poter individuare le migliori soluzioni riguardanti i lampadari moderni.



Non mancano consigli poi sulla scelta della pavimentazione, ma anche dei materassi. Particolarmente interessante poi la sezione del giardino, dove non si limitano a darci solo consigli sull'estetica, ma anche sulla coltivazione delle varie piante, sia per il giardino che per il balcone.



Con una guida utile e semplice tra le mani è possibile arredare la propria abitazione senza impazzire e divertendosi, costruendo giorno dopo giorno l'ambiente dei nostri sogni!




postato da Raffaele De Blasio martedì 18 luglio 2017 alle ore 17:16    | commenti: 15 | scrivi un commento |





lunedì 3 luglio 2017

Pergotenda, l'accessorio giusto al momento giusto



Un po' pergola e un po' tenda: la Pergotenda è un dispositivo d'arredamento funzionale e smart, utile per proteggere dal sole, ma solo quando serve. Incarna le caratteristiche di entrambi gli oggetti a cui si ispira e il risultato non può che essere apprezzato, perfetto per chi desidera godere delle migliori tecnologie per la propria casa senza scendere a compromessi.

Com'è fatta la Pergotenda?

La Pergotenda è un elemento altamente personalizzabile, che può essere utilizzato in svariati modi per creare un angolo di relax al coperto in cortile, in giardino oppure in terrazzo. Esistono anche dei modelli con copertura laterale, perfetti per creare delle zone riparate anche durante le giornate non bellissime. Il vero cuore speciale delle Pergotende è l'intelaiatura, che in base alle specifiche esigenze può essere di tipo autoportante oppure ad ancoraggio a parete, dipende da dove si desidera installare l'elemento e alla disposizione e disponibilità dei locali. La Pergotenda autoportante consente di realizzare dei veri e propri ambienti indipendenti, coperti o scoperti a vostra discrezione.

In certi ambiti, il telaio può essere anche di tipo ad incastro ma l'edificio portante dev'essere adatto a questo genere di struttura, altrimenti si preferisce optare per altre soluzioni più tradizionali. Anche l'inclinazione del tetto è soggetta a personalizzazione, perché nel momento in cui viene effettuato l'ordine, l'ecletticità della Pergotenda permette di richiedere modelli piatti oppure lievemente in pendenza, in base a quello che si ritiene più opportuno per l'utilizzo per la quale viene acquistata.

Secondo l'opinione degli esperti, è proprio questa straordinaria versatilità uno dei veri punto di forza della Pergotenda, che di fatto può essere realizzata su misura in ogni suo aspetto. In base alla metratura che si desidera coprire, in base all'uso per il quale si sta effettuando l'acquisto e in base al progetto che si intende realizzare, è sempre possibile progettare una Pergotenda ideale che sappia soddisfare le aspettative. Infatti, esistono talmente tanti modelli di Pergotenda, talmente tante possibilità di personalizzazione che è impossibile non individuare il prodotto più idoneo. La lavorazione delle Pergotende, inoltre, gode sempre della garanzia del Made in Italy e tutti i prodotti vengono accuratamente collaudati prima di essere immessi sul commercio, il che è un'assicurazione di sicurezza e di durata del prodotto.

Perché scegliere di acquistare una Pergotenda?

I motivi per i quali decidere di fare un acquisto come questo sono innumerevoli. La maggior parte delle persone scelgono di installare il dispositivo per aumentare gli spazi fruibili a disposizione nella casa. Una Pergotenda è impermeabile, una volta estesa è resistente come una pergola ma quando non è necessaria si ripiega come una tenda. Quindi crea uno spazio coperto sicuro in un terrazzo o in un giardino, dove anche se piove ci si può ritrovare per godere della brezza estiva o per piacevoli pranzi o cene all'aperto senza il solleone del giorno o l'umidità della sera. In altre parole, installare una Pergotenda è come realizzare un vano supplementare senza dover necessariamente modificare la planimetria e la volumetria dell'immobile. Indubbiamente un grande vantaggio, anche in considerazione dei costi inferiori che si affrontano installando una Pergotenda rispetto a un lavoro di progettazione e muratura per l'ampliamento.

Questo è solo uno dei motivi che possono portare una persona a scegliere di acquistare una Pergotenda, perché questa struttura, soprattutto nella sua versione autoportante, permette di realizzare un piccolo o grande giardino d'inverno, riparato e coperto, oppure una zona living in giardino dove accogliere gli ospiti in un ambiente informale ma, al tempo stesso, elegante e raffinato. I più creativi, inoltre, sfruttano le caratteristiche della Pergotenda per creare delle vere e proprie aree gioco per bambini all'esterno della casa: chi ha figli in età infantile sa perfettamente cosa significa trovare giocattoli sparsi per tutto l'appartamento ma in questo modo è possibile realizzare un piccolo rifugio tutto per loro dove possono sentirsi liberi di esplorare e di giocare senza pensieri. E quando in casa ci sono figli adolescenti? Quale regalo più grande per loro (e per i genitori) di una stanza autonoma al di fuori della casa per ospitare gli amici, giocare con le consolle e regalarsi dei piccoli momenti di vita lontani dalle orecchie e dagli occhi indiscreti dei genitori? Questi sono solo alcuni esempi di ciò che una Pergotenda può permettere di realizzare all'interno della propria casa.

Sono necessari permessi per installare una Pergotenda?

La questione è stata controversa fino a poco tempo fa, quando finalmente la Corte di Cassazione si è espressa in merito. Infatti, fino a che non c'è stata la sentenza in merito era lecito supporre che la struttura metallica a sostegno della copertura della Pergotenda fosse un elemento abusivo se non era in possesso dei regolari permessi per la costruzione. tuttavia, con la sentenza 1619/2016 è stata fatta definitivamente chiarezza sulla questione. I giudici, infatti, non hanno del tutto eluso la normativa vigente in merito alla tradizionale definizione del Diritto Italiano di opera fissa e di opera precaria ma hanno semplicemente dato una lettura diversa della questione.

Infatti, secondo la Corte di Cassazione l'opera principale, quindi l'oggetto del diritto, non è la struttura portante ma la tenda retrattile, quindi anche se la struttura viene ancorata stabilmente all'edificio, la tenda è considerata un'opera precaria e come tale non è soggetta alle autorizzazioni per la costruzione.

Si tratta sicuramente di una questione di lana caprina ma nella sentenza i giudici hanno chiarito in maniera esemplare la loro posizione, spiegando accuratamente il perché di tale decisione e considerazione. Infatti, considerare un'opera precaria o fissa esclusivamente in base ai materiali utilizzati per la sua realizzazione o in base alla presenza o meno di un ancoraggio, che il più delle volte sussiste per ragioni di sicurezza, sarebbe sbagliato. Il Consiglio di Stato pone l'attenzione sull'utilizzo temporaneo dell'opera precaria: è lo stesso principio che viene utilizzato per l'assegnazione del titolo abilitativo per camper, roulotte et simili: nel caso in cui questi siano eletti come residenza continuativa da parte di chi le possiede, allora è necessario ottenere tutte le autorizzazioni burocratiche ma in caso di utilizzo temporaneo e per un tempo limitato, come possono essere i mesi estivi, non sono necessarie.

Nel caso della Pergotenda, l'opera da attenzionare è la tenda retrattile e non la sua struttura, che funge esclusivamente da sostegno e da garante per la sicurezza. La tenda, invece, è retrattile, quindi la sua presenza non modifica la volumetria dell'immobile di riferimento.



postato da Raffaele De Blasio lunedì 3 luglio 2017 alle ore 10:47    | commenti: 12 | scrivi un commento |



« Mese di ottobre

CHI SONO
Raffaele De Blasio

vai alla mia
scheda progettista

ULTIMI COMMENTI IN QUESTO BLOG
LAURA ROIS - 04/11/2017 09:18:00
Ciao, il mio nome è LAURA ROIS voglio condividere con voi questa meravigliosa testimonianza, ho avut...


Andrea Maur - 24/10/2017 12:27:00
Beneficia di prestito in modo sicuro. Buongiorno, Per soddisfare tutti i tuoi problemi finanziari....


SERVIZIO.FINANZA - 22/10/2017 01:56:00
Ciao, Siete alla ricerca di un prestito di denaro o di un prestito per riavviare le vostre attività...


Catherine Rodriquez - 21/10/2017 15:12:00
Caro cliente , Hai bisogno di un prestito di emergenza per iniziare il lavoro, un prestito di deb...


claudio mugnoz - 30/08/2017 12:52:00
Buongiorno costosa amico Se ho trovato il sorriso è grazie al signore. Mauro Callipo che ho ricevut...



<< novembre 2017
dom
lun
mar
mer
gio
ven
sab
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

ARCHIVIO
» luglio 2017
» giugno 2017
» gennaio 2017
» dicembre 2016
» ottobre 2016
Blog by Archiportale.com