home + architetture + case & interni + concorsi + eventi + progetti + progettisti + blog + prodotti +
Dedon
PAESAGGI EXTRAORDINARI
il blog di Diego Stefani


martedì 17 luglio 2012

ZBoat


Spero sia uno scherzo dettato dalla calura estiva, uno scherzo di cattivo gusto, presentare un progetto incomprensibile, con delle immagini nemmeno ben fatte, è questo il progetto della Z-Boat di Zaha Hadid.

Barca di Kenny Schachter, noto art dealer americano, che ha appena visto i progetti della Z Boat, motoscafo da 8 metri.

Questo progetto potrebbe rappresentare il primo esemplare di una archistar-flotta, visto che il ricco mercante d’arte ha anche chiesto a Rem Koolhaas il disegno per uno yacht ibrido a vela e motore, speriamo in un risultato migliore e più accattivante.




postato da Diego Stefani martedì 17 luglio 2012 alle ore 11:45    | commenti: 5 | scrivi un commento |





martedì 10 luglio 2012

UNA VIGNA A FIRENZE


Creare una installazione a Piazza della Signoria, è questa la trovata per festeggiare I 10 anni del wine bar Frescobaldi, a cui appartiene anche il marchio che produce vini.
L’opera consiste in un tappeto verde di Viti provenienti dal Castello di Nipozzano che si insinuano tra la Fontana del Nettuno e Palazzo Vecchio.

Un’ottima occasione per ricordare come belle installazioni possano essere fatte con semplicità e pochi soldi, e che piccoli interventi possano trasformare in modo radicale il paesaggio urbano delle città.
http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/07/05/foto/una_vigna_frescobaldi_in_piazza_della_signoria-38588455/1/?ref=HRESS-16
www.oamarc.com
http://www.facebook.com/OamArchitecture



postato da Diego Stefani martedì 10 luglio 2012 alle ore 10:08    | commenti: 3 | scrivi un commento |





martedì 3 luglio 2012

ORTO URBANO LOSANNA


Il tetto della centralissima Gare du Flon a Losanna è stato trasformato in un potager urbain (ortu urbano).
Molto probabilmente è un gesto dimostativo della società di trasporti do Losanna. In questo caso non si tratta di un vero orto, ma di una suggestione estetica, una provocazione per invitare le persone a riportare gli orti in città.
Riportare la produzione di verdure in città non assicura certo l'autonomia alimentare, ma ha una fortissima valenza simbolica; qualunque cosa ci accadrà in futuro, non mangeremo mai computer, ma sempre e solo i prodotti della terra.
Oggi, gli orti ubani, vengono inseriti nelle pieghe inutilizzate delle città, molto spesso nella zona periurbana, senza capire che dovrebbero riappropriarsi del centro cittadino, di nuovi spazi trasformandoli in un nuovo spazio verde.



postato da Diego Stefani martedì 3 luglio 2012 alle ore 10:41    | commenti: 3 | scrivi un commento |



« Mese di marzo

CHI SONO
Diego Stefani

vai alla mia
scheda progettista

ULTIMI COMMENTI IN QUESTO BLOG
francesco amadori - 18/07/2012 00:24:00
Alle archistar, ma anche agli architettitutti o quasi, non basta avere rovinato la terra, per favore...


JJ - 17/07/2012 21:28:00
e la faccia inabissare per sempre!...


lucio tuzza - 17/07/2012 19:55:00
Che il mare se la prenda......


senzafine - 17/07/2012 19:36:00
come cazzo fa uno a postare su questo portale. ma è mai possibile che si debba rimpiangere giacobazz...


francesco amadori - 17/07/2012 17:33:00
Orrenda.....



<< aprile 2014
dom
lun
mar
mer
gio
ven
sab
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

ARCHIVIO
» novembre 2012
» ottobre 2012
» settembre 2012
» agosto 2012
» luglio 2012
» giugno 2012
» maggio 2012
» aprile 2012
» settembre 2009
Blog by Archiportale.com