Play

Urmet

Roca

XSQUARE

Nidi

 
Deco black


domenica 21 ottobre 2018

Cerchi un prestito urgente ?

dal blog Offerta di prestito veloce, di Miriam Lavoretano

..




Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti



































Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti
















































Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti




























































Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti



































































..

Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti



































Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti















































Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti




























































Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti








....
 

mercoledì 17 ottobre 2018

SEKUR by Schulz Sicurezza in primo piano

dal blog L'unica finestra che lascia fuori i ladri!, di Maria Iai

Sekur� by Schulz � la prima finestra di sicurezza in Italia, certificata RC3.

L’unica finestra
che lascia fuori i ladri!
Sono ormai 10 anni che vi garantiamo serenità, proteggendo la vostra famiglia

Dovete sapere che oltre l’80% dei ladri che riescono ad accedere alle nostre abitazioni lo fanno forzando finestre e portefinestre. Il punto più debole delle nostre abitazioni. Quello che è necessario difendere meglio.

Dai dati in nostro possesso, sappiamo che un ladro, mediamente, impiega dai 2 ai 5 minuti per forzare questi facili punti di accesso. I nostri infissi invece, non cedono alle aggressioni. Proteggere la tua casa e la tua famiglia da furti e rapine sarà un problema risolto.

Grazie alla nostra tecnologia, il sistema infisso, è una barriera inespugnabile che scoraggia qualsiasi attacco. Ed il nostro test ve lo dimostra.

Non ti nascondere dietro alle sbarre scegliendo delle inferriate per sentirti sicuro, scegli Sekur e vivi alla luce del sole. 

Scarica la brochure




Scegli Sekur e assicuri casa tua
mercoledì 17 ottobre 2018

Smart home e IoT protagonisti di Illuminotronica 2018

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


È partito il conto alla rovescia per Illuminotronica 2018, la fiera internazionale che è in calendario dal 29 novembre al 1 dicembre a BolognaFiere in cui si farà il punto sul nuovo mercato dell’integrazione e della connettività applicata a case ed edifici. Il tema centrale dell'evento è proprio l'Internet of Things, ritenuta la leva che farà crescere a doppia cifra il mercato della building automation e della smart city e che, soprattutto, consentirà di realizzare e avere edifici, spazi e città più intelligenti e più "a misura d’uomo".

Le tendenze del momento. Oltre ai focus specializzati sulle prospettive del settore c'è molta attesa per gli appuntamenti sullo scenario attuale del mercato di dispositivi e prodotti per l'illuminazione domestica e degli edifici; Elena Baronchelli, Direttore Generale della manifestazione, anticipa in merito che "i dati previsionali dell’Osservatorio del Politecnico di Milano", che saranno presentati a Illuminotronica 2018, "danno in crescita costante il mercato dell’IoT", che si rivela "molto complesso, frammentato e fluido". Un ruolo importante è svolto anche dalla distribuzione via Internet, che trova in Emmebistore uno dei riferimenti più efficaci per la vendita materiale elettrico online su tutto il territorio nazionale.

Prima a Bologna per Illuminotronica. Per questa prima edizione a Bologna, dopo le sei organizzate a Padova, la kermesse intende confermare la sua natura di fiera di filiera, proponendo un’offerta diversificata e completa nei settori della domotica, della sicurezza, dell’illuminazione e dell’integrazione. I temi caldi sono l’efficienza e il risparmio energetico in casa e in città, le tecnologie, i sistemi e gli strumenti per progettare il benessere della persona e della comunità, ma anche argomenti pratici come l’installazione dei sistemi integrati di luce, domotica e sicurezza.

 

Focus su smart home e IoT. Attenzione sarà dedicata anche a un tema molto attuale, ovvero le modalità di ripensare, progettare e gestire gli Smart Spaces: oggi infatti fisico e digitale si stanno ricombinando e trasformando gli spazi che abitiamo, incidendo e trasformando anche sul modo di vivere, di lavorare e di fruire del tempo. Tutto questo sarà trattato nei vari convegni in calendario all'interno dei tre giorni di manifestazione, che offriranno ai partecipanti spunti di riflessione sul mondo di illuminazione ed energia, ma non solo.

Casi di studio e consigli. Ad esempio, è previsto anche un focus dedicato allo "spazio 4.0" e al suo rapporto con le persone: in particolare, la tavola rotonda intitolata "Human Centric Spaces: lo spazio 4.0 è a misura d’uomo e di business?" cercherà di chiarire se è possibile migliorare la qualità dell’ambiente di lavoro e il benessere delle persone attraverso l’integrazione delle nuove tecnologie, proponendo al pubblico una serie di esempi pratici e spunti di metodo per poter applicare i principi del 4.0 e dell’IoT sia sul patrimonio immobiliare di nuova costruzione, che su quello già esistente.

Le smart cities sempre più vicine. Esempi pratici e case studies sono al centro anche del dibattito sulle "Smart Cities: casi di eccellenza in ambito urbano", in cui saranno presentati casi concreti per l’analisi di modelli di interoperabilità e nuovi paradigmi di gestione e condivisione dei dati trainati dal cosiddetto Internet of Thing, che sta spingendo lo sviluppo delle città intelligenti e ponendo le basi per nuovi servizi per città più vivibili, confortevoli e sicure. Inoltre, negli spazi della fiera saranno anche allestiti pannelli dimostrativi che spiegheranno la gestione e il controllo degli impianti di un edificio 4.0, con chiarimenti sulle soluzioni per realizzare la giusta luce per il giusto ambiente e il giusto comfort o applicazioni e prodotti per il comfort climatico negli ambienti terziari. 

venerdì 28 settembre 2018

Ecco i consigli utili per rendere sicura la vostra casa

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


La storia ci tramanda che la casa, pensata dall'uomo allo scopo di assicurarsi un luogo protetto dove ritirarsi e sostare nelle ore di riposo, riparato dalle intemperie e isolato dai pericoli del mondo, è stata costruita sempre più forte e resistente nel corso dei secoli, ricreando una fortezza impenetrabile che funge da culla e da ristoro. Se è pur vero che l'evoluzione architettonica ha fatto passi da gigante, studiando materiali sempre più all'avanguardia per cercare di tenere su queste strutture il più a lungo possibile, è altrettanto certo che sussistono altri problemi di natura sociale che spesso non ci permettono di fare sonni tranquilli.

La nostra abitazione, grande, piccola, bella o carina che sia, è minacciata dall'alto tasso di criminalità che in alcune regioni d'Italia ha toccato dei picchi esorbitanti. Ladruncoli e malintenzionati, infatti, possono intrufolarsi nelle nostre case sfidando qualsiasi misura di sicurezza che abbiamo installato e svuotando in poco tempo tutti i nostri averi che con cura abbiamo conservato. D'altro canto, esistono diversi modi per tutelarsi e fronteggiare il pericolo dei ladri in casa e che abbiamo intenzione di rivelarvi in quest'articolo : seguendo alcune semplici dritte, potete rafforzare tutti i punti deboli della casa, scongiurando qualsiasi pericolo persistente. Questo per dirvi che se da un lato il Ministero dell'Interno ha diffuso statistiche che confermano la presenza tangibile della criminalità, dall'altro possiamo prevenire i danni con strategie di sicurezza massimamente rassicuranti.

Serramenti di qualità per una necessaria tutela della casa

Non è possibile evitare l'intrufolamento del ladro senza un adeguato sistema di sicurezza finemente studiato: porte e finestre resistenti, box garage, grate di sicurezza di elevata qualità e antifurti possono fermare il malintenzionato già al principio del furto. Un ottimo livello di sicurezza può garantirvi l'efficacia dei suoi sistemi, aiutandovi nell'intento di risoluzione del problema.

A tal proposito vi segnaliamo Punto Sicurezza Casa, l'azienda di serramenti che vanta un'esperienza di 15 anni nel settore, con sede a Lecco, Milano, Monza Brianza, Como e Bergamo. Se cercate, ad esempio, serramenti a Lecco, potete contattare  online l'azienda per verificare i punti deboli da rafforzare nella vostra abitazione, operazione che può farvi ottenere un preventivo gratuito e una consulenza certificata da parte di professionisti del settore. In questo modo è possibile prevenire il danno con la certezza di esservi affidati alla competenza, fattore di primaria importanza per coloro che vogliono risolvere questo tipo di problema.

Altri metodi per tenere a bada i beni presenti in casa

Se rafforzare le serrature e tutti i punti di accesso della casa è fondamentale, è altrettanto utile fare un'accurata sistemazione di tutti i beni presenti nell'abitazione, con particolare cura e attenzione a ciò che può valere di più. Altrettanto giusta e previdente ci appare la catalogazione dei documenti importanti, le informazioni bancarie, le password delle carte di credito e tutto ciò che vale la pena di ricordare, ordinandoli in scatole perfettamente chiuse e nascoste in angoli poco vistosi della casa. Prestate maggiormente attenzione nelle ore notturne e quando avete necessità di allontanarvi per qualche tempo dall'abitazione e tutelate soldi e oggetti preziosi, considerati quasi sempre i primi beni di cui un ladro può mettersi alla ricerca.

Questi futili ma importanti consigli possono fermare l'accesso del ladruncolo e proteggere ciò che di valore avete conservato in casa. Una considerazione generale dell'abitato, la valutazione dei rischi riguardanti l'avere un grosso giardino nel quale il malintenzionato può facilmente nascondersi e la catalogazione dei beni di valore conservati nell'abitazione possono depistare di gran lunga fatti spiacevoli che hanno la probabilità di verificarsi in qualsiasi momento della giornata. Non dimenticate, infine, di rendere complici i vostri vicini qualora doveste allontanarvi, facendo arrivare ad essi la vostra posta per evitare l'accumulo delle buste nella cassetta.
 

martedì 11 settembre 2018

Edilizia moderna: dalle travi in calcestruzzo alle Travi Tralicciate in Acciaio

dal blog Servizi per l'Edilizia Moderna, di andrea brandi

Le Travi Tralicciate in Acciaio sono il risultato di un'evoluzione dell'edilizia sempre più attenta alle esigenze dei moderni cantieri. Hanno elevate capacità prestazionali e grazie alla facilità di abbinamento con pilastri e solai di differenti tipologie permettono di realizzare un sistema intelaiato che assicura numerosi vantaggi e benefici all'intera struttura. Le travi PREM sono di due categorie previste dalle linee guida per l'utilizzo di travi tralicciate in acciaio conglobate nel getto di calcestruzzo collaborante e procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'impiego (CATEGORIA A: TBS 1, TBS2, TBS3; CATEGORIA B. TBS PREM).
Nelle travi di categoria A il sistema resistente le assimila ad una trave in acciaio resa collaborante con una soletta in c.a. mediante un sistema di connessione appropriatamente dimensionato.
Le travi di categoria B sono costituite da un traliccio metallico realizzato con tondi di acciaio per c.a. Comprensive di un eventuale fondello prefabbricato in c.a.
Le travi TBS1, TBS2 TBS3 e PREM sono utilizzate in strutture in calcestruzzo armato sismo resistenti. 

lunedì 6 agosto 2018

Design Arreda

dal blog DisignArreda, di antonella sasso

Design arreta blog informativo su tutte le novità dell'' arredo casa. 

sabato 4 agosto 2018

BOMBONIERE : ELEMENTI DI DESIGN PER LA TUA CASA

dal blog Arredamenti, di Arredamenti Roma


Basta guardare le bomboniere come oggetti di cui cercare di disfarsi non appena rientrati dalla festa: guardala da un altro punto di vista e scopri come possa diventare un oggetto d'arredo per la tua casa.
Per quanto si cerchi di scegliere sempre il meglio, non sempre la bomboniera incontra i nostri gusti di tutti ma possiamo sfruttare anche gli oggetti che meno gradiamo per creare decorazioni per la casa.

Idee arredo con "Bon Bon" e regali


Con le pareti ci si può divertire un sacco: se hai pareti libere, anche piccoli spazi, potrai montare delle mensole in vetro o metallo o abbinate all'arredamento. Ne esistono in tantissime forme e dimensioni, anche molto originali e potrai divertirti a creare una vera e propria decorazione per la parete. Posandoci su più di una bomboniera da matrimonio (chi di noi non ha partecipato almeno ad un ricevimento di nozze nella nostra vita?!?), creerai un insieme nel quale il singolo pezzo perderà la sua importanza individuale: è quindi un'ottima idea per inserire anche oggetti che magari non ci piacciono tantissimo, in quanto ciò che colpirà l'attenzione sarà il complesso e non il singolo elemento.

Bomboniere 2019: idee originali e novità per la casa


Una delle novità sostanziali nel mondo dell'arredamento è sicuramente l'evoluzione nel mondo della bomboniera: il regalo di nozze, il ricordo di battesimo, laurea, nascita o comunione non sarà più solo un altro oggetto da spolverare ma rimarrà nel cuore degli invitati come una installazione contemporanea che diventerà parte integrante della propria casa.

Tutto questo puoi trovarlo sul miglior sito di bomboniere online che puoi visitare qui: www.ingrossoerisparmio.com
La parete della tua abitazione si trasformerà in una bacheca a scomparti, da posizionare su pareti un po' più grandi, proprio come se fossero dei quadri. Anche così otterrai un effetto "insieme" sorprendente.

Se gli spazi della casa lo permettono, potrete allestire piccole vetrine, magari illuminate, da posizionare in un angolo del salotto. Se ne trovano tante in commercio, anche a prezzi molto bassi: creerete originali punti luce nella casa, da utilizzare anche come fioca illuminazione mentre si guarda la tv o ci si rilassa sul divano.

Queste sono solo alcune proposte presenti su Ingrosso e Risparmio, ma visitandolo scoprirai tantissime altre realizzazioni, e potrai davvero divertirti creando originali composizioni in cui la bomboniera sarà il completamento, l'adornamento di un piccolo progetto di design da te realizzato.
In tal modo potrai rendere "utili" quegli oggetti che prima ritenevi solo fastidiosissimi prendi polvere, dando un tocco di originalità alla tua casa! 

giovedì 2 agosto 2018

Siti arredamento casa online: i 7 migliori e-commerce

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


“Nel 2018 l’e-commerce cresce e incide per il 6,5% sull’acquistato dagli italiani [...] Tra i settori in maggiore crescita: Arredamento & Home Living”. Fonte Netcoom.
I siti di arredamento per la casa online hanno le carte in regola per diventare punti di riferimento per l’acquisto di mobili e complementi. In questa guida vediamo quali sono secondo noi alcuni dei migliori siti di arredamento online.


 


 


1. Arredamento casa Ikea: sito e catalogo online


Impossibile parlare di mobili senza citare Ikea e il suo e-commerce. Sito e catalogo Ikea online sono apprezzati da chi abita lontano da un punto vendita ma comprare online arredamento è un vantaggio anche per chi acquista molti prodotti oppure prodotti di grandi dimensioni e non sa come trasportarli fino a casa.
Nonostante i vantaggi di acquistare online, siamo dell'idea che l’esperienza in un negozio Ikea è insuperabile: girare tra gli stand, scoprire e testare i prodotti, lasciarsi ispirare dalle ambientazioni proposte, ritornare a casa con in tasca le leggendarie matite.


2. Sito online arredamento italiano su misura personalizzabile


Se i mobili in stock non fanno per voi allora siete tra quelli per cui acquistare arredamento per la casa online significa anche poter acquistare mobili personalizzabili. Tra i migliori siti per comprare online mobili su misura noi scegliamo ArredaClick.
Nelle pagine di prodotto si trovano configuratori per la personalizzazione e collegamenti ai campionari con i materiali e colori disponibili. Si possono valutare le alternative possibili facendo infinite modifiche sul preventivo e "prove di prezzo". Tutto come in negozio ma in mano a noi e non al venditore.


Questo sito online di arredamento italiano ci piace perché vende migliaia di mobili di qualità medio-alta e collezioni che coprono l'arredo dell'intera casa e perché dietro c'è un servizio clienti fatto da arredatori che si possono contattare per telefono, per email o incontrare di persona.


3. Sito arredamento online di design: grandi marche a portata di click


Tra i siti di arredamento online di design Mohd è sicuramente un punto di riferimento, uno dei più importanti siti dove comprare mobili di design online delle migliori marche internazionali, prodotti iconici di designer di fama mondiale o di firme emergenti, ma anche mobili disegnati in esclusiva per Mohd.
La personalizzazione online è limitata, molti arredi come bagni e armadi sono proposti in composizioni e colori prestabiliti. I prodotti in vendita si distribuiscono su varie fasce di prezzo: è possibile trovare mobili e complementi di design accessibili a tutti insieme a pezzi esclusivi a prezzi elevati.


4. Mobili usati online: siti, app e marketplace


Tra i siti di arredamento più cercati si trovano quelli per la vendita di mobili usati online. Il sito numero uno in Italia per comprare e vendere online a nostro avviso è Subito.it. La sezione "arredamento e casalinghi" vanta migliaia di annunci, è impossibile non trovare arredamento usato in buone condizioni.


Quando si parla di siti dove comprare (e vendere) mobili usati online è doveroso citare anche portali di annunci gratuiti come kijiji, bakeca.it, mobili.aaannunci.it e usato.it. Ai fanatici dello smartphone consigliamo Shpock: in questa shopping app gli annunci si visualizzano in base alla propria posizione e si possono anche impostare avvisi per i prodotti d'interesse. Ai più avvezzi ai social consigliamo Marketplace di Facebook: qui, come in tutti i siti dedicati alla vendita online dell’usato, gli utenti pubblicano annunci, vendono, acquistano e concordano pagamento e spedizione.


5. Arredo casa online economico: mobili a poco prezzo


A chi vuole sapere dove comprare mobili a basso costo online consigliamo Mondo Convenienza, uno dei più conosciuti negozi italiani e siti per la vendita online di mobili economici. La loro mission è “Offrire ai clienti arredamento e mobili per la casa al miglior rapporto qualità-prezzo del mercato” e ci riescono molto bene vendendo mobili ad un costo competitivo. Lo svantaggio di acquistare online mobili economici è la personalizzazione: chi cerca mobili low cost online e arredamento online economico dev'essere disposto a rinunciare a mobili su misura.


A chi vuole risparmiare senza scendere a compromessi sulle marche consigliamo di tenere d’occhio le sezioni outlet dei siti di arredamento online dove a volte si trovano articoli utilizzati in esposizioni, su set fotografici o prodotti in svendita per fine serie, rinnovo showroom o cambio collezioni.


6. Flash sales arredamento: temporary e-shop esclusivo


Westwing (fino a qualche mese fa "Dalani" in Italia) è secondo noi uno dei migliori siti di arredamento online basato sulle flash sales, le cosiddette “vendite lampo”. Si tratta di uno shopping club esclusivo che vende mobili online in offerta e complementi per la casa in quantità limitata e sempre in promozione. Ogni giorno ci sono diversi brand in evidenza con prodotti venduti a prezzi ribassati e offerte a tempo limitato che raggiungono anche il 70% di sconto.


Quelli come Westwing sono siti di arredamento online pensati per gli amanti del limited edition, consultabili velocemente anche da chi fa acquisti da smartphone o tablet. Zero personalizzazione, dimensioni, materiali e colori prestabiliti o con minima scelta. Sconsigliati a chi punta alla personalizzazione e desidera una casa con mobili su misura.


7. Mobili e arredo vintage online: stile di arredamento e di vita


Tutti gli appassionati di arredamento vintage dovrebbero conoscere Pamono, un sito di arredamento online vintage specializzato nell’acquisto di mobili e complementi vintage di design internazionale. Arredamento retró, pezzi unici, originali e da collezione per gli amanti del vintage che non sanno resistere al fascino di questi mobili in vendita online e non si fanno spaventare dal prezzo. Perché chi ama il vintage non ama l’oggetto di per sé ma piuttosto tutto ciò che lo riguarda: il suo essere esclusivo, la storia che c’è dietro ogni graffio, il suo essere fatto a mano, la cultura del periodo in cui è stato realizzato. Il vintage non è solo uno stile di arredamento ma piuttosto uno stile di vita, una passione che non ha prezzo.


 

mercoledì 25 luglio 2018

Utilizzare la terra cruda per gli interni contemporanei

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio

La terra cruda è un materiale dalle origini molto antiche, anzi si può dire che sia il materiale edilizio più antico. Quando l’uomo ha iniziato a costruire lo ha fatto mescolando acqua e terra: argilla, sabbia, semplice terra, tutto quello che trovava.


La terra cruda infatti, come vuole il suo nome, è un composto di argilla e inerti naturali che viene lasciata essiccare naturalmente, senza cotture. Ad oggi chi utilizza terra cruda cerca di mantenere inalterate queste caratteristiche primarie, avendo cura di selezionare le argille e gli inerti per ottenere diverse caratteristiche meccaniche e colorazioni. La mancanza di un processo di vetrificazione dato dalla cottura rende la terra cruda poco indicata per costruzioni soggette a rischi meccanici, come la pioggia battente. Più che un’erosione da imbibizione (comunque possibile), teme l’erosione meccanica che porta facilmente a fessurazioni.


Tuttavia ha altre caratteristiche che la rendono unica. Prima di tutto è un materiale 100% naturale ed anallergico, del tutto privo di componenti chimiche. Per quanto riguarda le sue caratteristiche meccaniche, l’argilla è facilmente modellabile e si attacca facilmente alle superfici: questo permette di realizzare intonaci in terra cruda dalle diverse texture materiche. Inoltre ha una buona capacità di accumulo termico ed è quindi in grado di trattenere e, successivamente, rilasciare umidità nell’aria. In ultimo, ma non meno importante, la terra cruda rientra nella classe di infiammabilità A1 per la resistenza al fuoco, facendo sì che sia possibile utilizzarla come rivestimento ignifugo in alcune situazioni.


Ci sono diversi tipi di lavorazione della terra cruda, tra quelle maggiormente usate ricordiamo:



  • Adobe: si tratta di mattoni, realizzati con argilla molle e acqua in cassette di legno che vengono fatte essiccare al sole. Una volta pronti questi mattoni, vengono posati con un impasto dello stesso materiale ancora morbido.

  • Pisè: è un impasto di terra molto compatta, in grandi casseri lignei, di altezza pari a 50 cm, larghi quanto lo spessore del muro che vengono posati in opera. Una volta essicato lo strato, si procede con la parte superiore.

  • Cob: si tratta di uno dei metodi più tradizionali, in quanto è un impasto molle di argille addittivata con paglia o fibre vegetali e posato a mano. Una volta asciutto viene rifinito.

  • Torchis: è il metodo più recente e consiste nell’utilizzo di strutture in legno con tamponamenti in terra cruda e paglia.


La terra cruda ad oggi in Italia viene commercializzata come intonaco per interni, sostanzialmente come malta pronta per essere gettata in opera o in casseforme o tramite un processo applicativo eseguito da personale specializzato. In alcuni casi la si può trovare anche sotto forma di mattoni o lastre.


Per la progettazione dei propri interni è molto importante rivolgersi ad un professionista, come Violetta Breda interior designer di Milano, che conosce gli ambiti di applicazione e può guidare al meglio nella scelta progettuale, mentre per l’applicazione è opportuno rivolgersi ad un’azienda specializzata: in ogni caso non sperimentate il fai da te! Si tratta di un materiale estremamente antico, ma allo stesso tempo perfetto per interni contemporanei.


Ad oggi si può utilizzare sia come superficie orizzontale che come superficie verticale, offrendo diverse applicazioni con texture materiche che esaltano la dimensione tattile grazie agli inerti che si possono miscelare nel composto: iuta, canapa, riso, madreperla, ematite e quarzo sono solo alcune opzioni, tutte naturali. L’effetto grezzo di alcune applicazioni è molto adatto in contesto super moderni, a contrasto. Le diverse texture che si possono imprimere sulla superficie rendono la terra cruda perfetta come sostituita della carta da parati, con un effetto vintage molto naturale adatto a ambienti retail e hotellerie dal gusto particolare.

 

lunedì 9 luglio 2018

La fabbrica intelligente e sostenibile di Barberini in Abruzzo

dal blog pivari: comunicazione e architettura, di Fabrizio Pivari

nuovo impianto Barberini

Barberini: l’azienda
Barberini, fondata da Pietro Barberini nel 1963, è oggi leader mondiale nella produzione di lenti solari in vetro ottico, con caratteristiche tecniche esclusive e sofisticate, utilizzate da diversi brand del lusso.
L’azienda controlla l’intera catena produttiva, dalla materia prima alle lenti finite, con siti industriali all’avanguardia in Italia, uno stabilimento in Germania per la fusione del vetro e tecnologie avanzate per la produzione di pellicole polarizzanti per le lenti da sole.
In Italia Barberini impiega 450 addetti e ha un fatturato annuo di circa 85 milioni di Euro con 10 milioni di paia di lenti prodotte. L’azienda, di recente acquisita dalla Luxottica, ha da poco inaugurato il nuovo e modernissimo stabilimento di Città Sant’Angelo (PE).

Il nuovo plant produttivo
L’edificio copre una superficie di 25.000 m2 ed è altamente sostenibile. La sua struttura è infatti in legno lamellare e l’uso del cemento è assai ridotto, per consentire un facile riciclo dei materiali nel caso di modifiche alla struttura, ampliamenti o rifacimenti totali o parziali. Le grandi vetrate consentono un apporto considerevole di luce naturale e permettono ai lavoratori di godere della vista sulle colline verdi e sulle cime montuose circostanti, contribuendo a garantire un elevato livello di benessere interno per gli occupanti dell’edificio. Gli impianti sono infine ad elevata efficienza e non producono emissioni locali di CO2, azzerando di fatto l’impatto della fabbrica sull’ambiente circostante.

Una fabbrica intelligente
La progettazione della nuova fabbrica è stata fatta all’insegna delle flessibilità: edificio e impianti sono stati disegnati per rispondere in maniera intelligente alle esigenze presenti e future della produzione e della logistica, in modo da poter rappresentare sempre un volano e non un limite alle attività dell’azienda.
L’Ingegner Gianni Vetrini, CEO di Barberini SpA afferma:” In passato ci siamo più volte trovati a doverci adattare ai vincoli impiantistici e strutturali del plant in cui operavamo. Abbiamo quindi progettato questa nuova sede in modo totalmente nuovo, con un forte focus sulla flessibilità. Per questo plant abbiamo pensato fin dalle prime fasi progettuali a soluzioni impiantistiche e strutturali in grado di adattarsi costantemente alle nostre esigenze produttive, non solo quelle attuali, ma anche a quelle che potranno sorgere in futuro”.
La struttura in legno e soprattutto gli impianti realizzati a vista rispondono a pieno a questa esigenza, garantendo al contempo continuità alle attività produttive anche in caso di guasti o mal funzionamenti.
Anche la centrale frigorifera, realizzata in un grande spazio ricavato sotto la copertura in legno, consente la massima flessibilità all’impianto di climatizzazione e trattamento aria. La sua posizione centrale permette inoltre di ottimizzare sempre la lunghezza di canali e tubazioni, riducendo le perdite di carico e massimizzando così le prestazioni dell’impianto.
L’ing Paolo Di Santo, Alpiq Italia, racconta:” Le principali sfide affrontate in questo cantiere hanno riguardato la realizzazione della centrale termo-frigorifera. Per dare una soluzione ordinata e avere spazi di manutenzione e di esercizio adeguati abbiamo infatti cercato la migliore disposizione delle unità di produzione dei fluidi refrigerati e caldi e delle UTA e curato nei dettagli il layout di tutte le tubazioni.”

L’impianto di riscaldamento, raffreddamento e trattamento aria
Il trattamento dell’aria all’interno del plant è garantito da unità che movimentano circa 600mila metri cubi/ora di aria, di cui 250mila di aria esterna, quindi da trattare energeticamente prima di essere immessa. Questo fabbisogno viene soddisfatto da una centrale termo frigorifera che ha una potenza termica di 3,000KW e frigorifera di circa 8,000KW, che vengono distribuiti attraverso una rete di tubazioni a vari livelli di temperatura, in funzione delle esigenze operative dei diversi macchinari in produzione. Nella centrale frigorifera sono quindi state installate 2 pompe di calore con recupero parziale del calore di condensazione FOCS-N/D/LN-CA/S 4822, 2 refrigeratori con recupero parziale di calore FOCS/D/CA/S 6603 e 1 refrigeratore condensato ad aria NX/K/S 0714P, tutti a marchio Climaveneta.
L’Ingegner Remo Massacesi, che ha progettato gli impianti meccanici dell’edificio afferma: “Negli impianti industriali si ha spesso l’esigenza di avere contemporaneamente caldo e freddo. Da qui la scelta di installare in questo plant delle unità che nel momento in cui producono freddo sono anche in grado di mettere a disposizione dei servizi, il fluido caldo, che risulta del tutto gratuito. Grazie a queste unità si può infatti recuperare l’energia termica connessa al ciclo termodinamico, altrimenti dispersa”. E prosegue poi: ”Tutta l’energia termica e frigorifera viene prodotta elettricamente, senza utilizzo di gas e quindi senza emissioni di CO2 legate alla combustione E’ quindi stata recepita ante litteram la normativa europea sull’uso di fonti rinnovabili, con l’utilizzo dell’aria come energia alternativa”.


Segui Climaveneta:
www.melcohit.com
youtube.com/c/MitsubishiElectricHydronicsITCoolingSystems
@ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetaHVAC/

Media Relations:
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com 

Barberini, nuovo impianto Climaveneta
mercoledì 4 luglio 2018

Come arredare in modo perfetto il proprio bagno

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio

Arredare la nostra casa potrebbe rivelarsi un momento molto divertente. Bisogna andare alla ricerca di molti prodotti, stare attenti allo stile scelto e mantenersi su una linea omogenea. Può essere un momento ricreativo, che mette insieme tutta la famiglia. O potete contare sulla vostra ispirazione.



  • Arredare il bagno è un momento di creatività


Acquistare nello specifico i prodotti per il bagno è un’attività rilassante: questa parte della casa serve al nostro benessere, può essere il luogo dove ci rilassiamo dopo una lunga giornata di lavoro. Qualora aveste la vasca, poi, potete valutare di mettere delle candele o degli incensi con cui potere aumentare il relax.


Gli arredi sono infiniti: oggi il mondo dell’arredamento offre moltissime proposte e mette in crisi tante persone, che decidono di rivolgersi a un interior design. Ma è necessario? Dopotutto, rappresenta una spesa non indifferente.


Internet è pieno di articoli che vi spiegano come arredare in modo semplice, economico, raffinato, elegante… ci sono persino degli articoli che insegnano il fai da te. Con un po’ di legno, alcuni sono in grado di ricreare degli oggetti base, come il portaspazzolino, il portasapone, degli armadietti da applicare a muro.



  • Dove acquistare degli oggetti di arredo molto belli


La parte divertente dell’arredare il proprio bagno consiste nella ricerca di quei piccoli particolari che rendono l’ambiente personalizzato e unico nel suo genere. Oltre a dirigervi nelle grandi catene, vi consigliamo di soffermarvi sui mercatini, alla ricerca del pezzo mancante del vostro bagno. Non limitatevi ad acquistare i primi arredi che vi capitano sotto gli occhi: riflettete, mettete insieme, valutate e procedete.


Il bagno ha solitamente un aspetto piacevole, che dona una sensazione di comfort e relax. Tanti credono che basti scegliere il gabinetto, la doccia, il lavandino e il bidet per terminare la ricerca; in realtà, dopo questi elementi iniziano le rifiniture, quei piccoli accorgimenti che lo vanno a completare. Sul portale www.vestocasa.it puoi trovare molte guide interessanti sull'arredamento della casa.



  • Arredi pratici, essenziali e raffinati per uno stile perfetto


Al bagno possiamo dare tanti aggettivi, tra cui “pratico”. Non bisognerebbe strafare, soprattutto se non sono presenti due bagni in casa. Il problema dell’avere un bagno troppo ricercato è che potrebbe rovinarsi. Questa stanza è molto utilizzata: se abitate da soli, pulirla è più semplice.


Qualora foste in molti in casa, sarebbe più opportuno preferire degli elementi pratici e veloci da pulire. Questo non significa necessariamente che bisogna rinunciare all’estetica. Uno dei nostri consigli riguarda l’acquisto delle luci sospese: è risaputo che il lampadario richiede moltissima manutenzione, perché è soggetto al deposito di polveri.


Le luci sospese sono un elemento di design moderno estremamente gradevole da vedere. Inoltre, potrete evitare di procedere con la pulizia mensile del vostro lampadario. Doneranno al bagno una forma migliore.



  • La colonna idromassaggio: il massimo del comfort e del relax


Anche i sanitari, al giorno d’oggi, si sono svecchiati: potrete considerare di acquistare molte soluzioni interessanti. È il caso della colonna doccia idromassaggio termostatica, uno degli ultimi elementi tecnologici che si sono aggiunti all’arredo del bagno.


Tendenzialmente, il bagno è molto piccolo rispetto alle altre stanze. Rinunciare alla vasca idromassaggio a favore della doccia con colonna idromassaggio, per mantenere comunque un aspetto ordinato e non soffocante, potrebbe essere una buona idea.


I vantaggi dell’acquisto di una colonna idromassaggio potrebbero sorprendervi: oltre al risparmio di spazio, il getto dell’acqua vi massaggerà la schiena. Il nostro corpo ha bisogno di un’attenzione particolare: la schiena ci sorregge. Ricorrere a un massaggio a settimana potrebbe essere molto costoso. Inoltre, bisognerebbe avere il tempo di organizzare le sedute. Purtroppo, non sempre è possibile concedersi questo lusso.


Questo è il motivo per la quale tante persone preferiscono investire sulla qualità del proprio bagno.

 

lunedì 2 luglio 2018

A CaosContract di OIL Design Lab e Sforzin Illuminazione, la menzione d’onore al Red Dot Award 2018.

dal blog OIL DESIGN LAB BLOG, di Angelo Simone

CaosContract

A Essen il 9 luglio 2018, premiazione e serata di gala dei prodotti vincitori del Red Dot Award 2018.
Menzione d’onore per CaosContract, il sistema di lampade a sospensione disegnato da OIL Design Lab e prodotto da Sforzin Illuminazione.

L’edizione 2018 del Red Dot Award ha visto tra i protagonisti CaosContract, il sistema di lampade a sospensione disegnato da OIL Design Lab e prodotto da Sforzin Illuminazione. CaosContract si è aggiudicato la menzione d’onore, riconosciuta dai giudici ai prodotti meglio pensati e caratterizzati da soluzioni di design innovative.
Il premio, riconosciuto a livello internazionale, rappresenta un’etichetta per il design di eccellenza; i prodotti premiati vengono esposti ai Red Dot Design Museum di Essen, Singapore e Taipei.
“Il Red Dot Design Museum è tra più i grandi musei di design contemporaneo – commenta Giacomo Sicuro, fondatore di OIL Design Lab insieme ad André Straja e Lenka Lodo – ed è un onore sapere che CaosContract troverà posto accanto ai capolavori di design di tutto il mondo. Credo che i giudici abbiano apprezzato la linea pulita e la leggerezza di questo sistema armonioso di lampade a led”.
“La nostra collaborazione con OIL Design Lab. – racconta Marco Sforzin, titolare dell’azienda Sforzin Illuminazione - si è rivelata sin da subito di forte impatto innovativo e questo riconoscimento è per noi conferma e motivazione. CaosContract è un sistema estremamente dinamico e versatile. Pochi elementi: un cavo, un tubo, la luce; uniti in maniera tanto semplice quanto intuitiva”.
 

lunedì 25 giugno 2018

Climatizzazione sostenibile firmata Climaveneta nella terra della sostenibilità

dal blog pivari: comunicazione e architettura, di Fabrizio Pivari

Las Piedras Shopping, Uruguay

La rivoluzione green in Uruguay
L’Uruguay è un paese di quasi 3 milioni e mezzo di abitanti che non ha riserve petrolifere e che fino a poco più di 10 anni fa importava petrolio dai paesi vicini. Grazie alla politica energetica green avviata nel 2000, il Paese è arrivato oggi a produrre il 97% dell’energia elettrica totale da fonti rinnovabili: solare, idroelettrica, eolica e da biomassa. Una vera rivoluzione figlia di un piano energetico ben strutturato, di un quadro legislativo favorevole e di una collaborazione spinta tra i settori pubblico e privato, che ha portato tanta elettricità green, a costi più contenuti rispetto al passato. Tuttavia, in un paese in cui fa molto caldo d’estate e molto freddo d’inverno, quella energetica rimane una voce di spesa importante, addirittura cruciale nel caso dei moderni centri commerciali, considerati altamente energivori.

Las Piedras Shopping
La città di Las Piedras, nel dipartimento di Canelones, è un centro urbano in rapida crescita negli ultimi anni, in seguito al forte sviluppo metropolitano della capitale Montevideo. In quest’area, prettamente rurale e caratterizzata da piccoli esercizi commerciali, mancava un centro di aggregazione in grado di offrire non solo negozi ma anche aree di ristorazione e servizi ricreativi per la cittadinanza. Per servire quindi questo crescente bacino di utenti, è nato il centro commerciale Las Piedras Shopping: 38.000 m2 totali con 100 negozi, 5 sale cinema, 1 ipermercato, una grande food court con 12 punti di ristoro e una capienza di 600 persone. L’edificio si sviluppa su tre livelli, il primo interrato e dedicato ai parcheggi, gli altri due alle attività commerciali e ricreative. Il centro si affaccia con grandi vetrate sul Parco Artigas, inserendosi in maniera armoniosa nell’ambiente circostante.

La sostenibilità
Visto il contesto verde in cui sorge la struttura la sostenibilità e il rispetto ambientale sono stati i perni della progettazione dell’intero edificio. Grande importanza è stata data all’illuminazione, con largo utilizzo di vetrate e quindi apporto di luce naturale, affiancata da quella artificiale al LED. E’stato inoltre previsto un uso razionale dell’acqua grazie anche ad un doppio sistema di fornitura che distingue l’acqua potabile da quella per usi di servizio. Infine anche l’impianto di climatizzazione e ventilazione del centro è stato progettato e realizzato con un forte focus sul risparmio energetico.

L’impianto di climatizzazione
La climatizzazione del centro si basa su un sistema centralizzato con refrigeratori di liquido condensati ad acqua che forniscono i diversi locali commerciali, e centrali trattamento aria che servono tutte le aree comuni.
Per contenere quindi i consumi energetici, garantendo al contempo massima affidabilità e comfort interno per i fruitori del centro, sono state selezionate unità ad elevata efficienza a marchio Climaveneta. Nel dettaglio sono stati installati 3 refrigeratori di liquido condensati ad acqua FOCS2-W/CA, in versione ad alta efficienza, con una potenza frigorifera totale di 3.417 kW, collegati a torri di raffreddamento. L’ing Louis Lagormarsino, che ha progettato gli impianti meccanici afferma: “Abbiamo deciso di installare chiller condensati ad acqua nel centro commerciale perché in questo progetto il costo operativo era molto importante e mantenere chiller con torri di raffreddamento impattava positivamente sui costi legati al consumo elettrico.”
Per ottimizzare le performance energetiche dell’edificio, è stato inoltre predisposto un sistema di free-cooling in grado di sfruttare le temperature favorevoli dell’aria esterna a supporto dell’impianto di climatizzazione. Il trattamento dell’aria è affidato a 10 centrali trattamento aria WIZARD-TA-7500 CA, con una portata d’aria totale di 244.035 m3/h.

Installazione e post-vendita
Le UTA sono state fornite con la soluzione Plug&Play, che ha permesso non solo di installare ed avviare le unità in modo facile e veloce, ma anche di collegarle a un sistema centralizzato per monitorarne costantemente il funzionamento e i consumi. Martin Foderè, Centre Manager di Las Piedras Shopping afferma: “Siamo molto soddisfatti della performance dell’impianto di climatizzazione. L’assistenza post-vendita che ci è stata fornita è risultata fondamentale per raggiungere gli ottimi livelli di efficienza energetica, che stiamo vedendo mese dopo mese nelle bollette elettriche.”

Segui Climaveneta:
www.melcohit.com
youtube.com/c/MitsubishiElectricHydronicsITCoolingSystems
@ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetaHVAC/

Media Relations:
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com 

Las Piedras Shopping
mercoledì 6 giugno 2018

Idee per la ristrutturazione di una casa di campagna

dal blog Idee Casa, di Ristrutturazioni  Torino

Ristrutturare un’abitazione è croce e delizia di chiunque: mille idee, tanti progetti, ma anche molte difficoltà pratiche da affrontare molto spesso. Sul blog www.ristrutturazionitorino.net potete trovare idee e consigli utili per ristrutturare la vostra casa.

Ristrutturare una casa di campagna, in particolare, può trasformarsi in una sfida per renderla a basso impatto energetico ed ottimizzare l’isolamento termico. Ma spesso, nel corso dei lavori, si scoprono piccoli gioielli architettonici e scelte di materiali che sono delle vere chicche.

Suggerimenti sulla ristrutturazione di case di campagna



Valorizziamo i materiali originali

Capita molto frequentemente di trovare vecchi casolari completamente intonacati, esternamente e internamente. Togliendo l’intonaco possiamo riportale la pietra esterna a vista e, con un po’ di fortuna, potremmo trovare anche qualche bel soffitto e travature da valorizzare nei loro colori naturali.

Esploriamo il sottotetto

Molte case di campagna hanno una controsoffittatura realizzata con la “cameraccanne”, ovvero una struttura realizzata con una rete in metallo sorretta da elementi in legno o mattoni. Eliminando la controsoffittatura, oltre che guadagnare qualche centimetro in altezza, possiamo scoprire dei bei soffitti.

Via libera alla luce

Le case di campagna hanno molto spesso delle finestre piccole. La motivazione è molto semplice: più piccola l’apertura, minore la dispersione di calore durante l’inverno. Questo chiaramente aveva anche ripercussioni sull’illuminazione naturale degli ambienti. Oggi è possibile ovviare al problema grazie ai moderni infissi, dotati di un potere isolante altissimo e realizzati in differenti materiali, che si sposano con qualsiasi tipo di arredo. Approfittiamone, e facciamo entrare un po’ più di luce nella nostra casa!

Facciamo scelte “naturali”

Le case di campagna sono sempre dotate di un camino o di una stufa che possono essere tranquillamente convertite in termo camini o caldaie a pellet, senza stravolgere l’ambiente o l’atmosfera. Per le zone esterne, invece, un altro suggerimento è quello di integrare il più possibile la casa con l’ambiente, utilizzando materiali naturali in linea con le tradizioni architettoniche del luogo.


Parola d’ordine leggerezza

Se le travature in legno sono molto suggestive, lo sono di meno le pannellature, le scalinate o le armadiature nello stesso materiale. Appesantiscono l’ambiente e lo rendono molto scuro. Recuperiamo luce e leggerezza usando materiali diversi, come il ferro battuto, o il vetro.


Recuperiamo il tempo

Sebbene la frenesia dei tempi moderni si stia diffondendo praticamente ovunque, in campagna è ancora possibile godere di qualche momento di relax insieme alla famiglia o agli amici. Per questo vi consigliamo di prevedere, nella vostra ristrutturazione, un ampio salone rustico, magari con un’apertura (portico) verso il giardino, per godere della bellezza della nostra nuova casa insieme alle persone care! Sul sito ristrutturazionecasaroma.net potete trovare alcuni spunti utili per il vostro progetto di ristrutturazione. 

lunedì 28 maggio 2018

Comfort e risparmio energetico sono le parole d'ordine ad Abi D’Oru

dal blog pivari: comunicazione e architettura, di Fabrizio Pivari

abi d'oru, Porto Rotondo

Il Resort Abi D’Oru
Il resort Abi D'Oru si trova sulla costa settentrionale della Sardegna vicino a Porto Rotondo, una delle località più esclusive d'Italia. Si estende per 3 ettari e dispone di: 177 camere, 4 ristoranti, 3 bar, piscina all'aperto, palestra, spiaggia privata, spa e 2 campi da tennis. L'hotel è stato costruito nel 1963 ed è stato rinnovato e ampliato nel 2000. Negli ultimi anni la proprietà ha avviato un processo di ristrutturazione e ampliamento legato soprattutto agli impianti. L'efficienza energetica è stato infatti uno degli obiettivi primari del nuovo intervento, vista la necessità di ottimizzare i consumi energetici del resort e la possibilità di espansione, legata però a specifici obiettivi di risparmio energetico, previsti dalla legge regionale.

Ristrutturazione e ampliamento
Nel 2015 la proprietà ha deciso di aggiungere alla struttura esistente 10 camere, 2 suite, 2 ristoranti, un lussuoso centro benessere e un sistema di riscaldamento per la piscina all'aperto. Gli impianti meccanici sono stati un elemento chiave della ristrutturazione: tutte le unità sono infatti state sostituite perché le precedenti non erano in grado di garantire un'adeguata ridondanza e per la necessità di ottimizzare i consumi energetici complessivi. Poiché non è stato possibile isolare l’edificio, a causa della sua conformazione e delle norme architettoniche e paesaggistiche locali, è risultato fondamentale agire sugli impianti. E’ stato quindi necessario sostituire le unità per la climatizzazione per raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica richiesti e per accrescere il livello di comfort degli ospiti, incluso quello acustico, dal momento che alcune delle nuove camere si trovano più vicine alla centrale termica rispetto a prima.

Il nuovo impianto di climatizzazione
Il nuovo impianto è composto da unità a marchio Climaveneta: 1 chiller centrifugo TECS XL CA 0452, 1 pompa di calore con recupero FOCS-NR XL CA 12022, 1 nuova caldaia a condensazione e il sistema di gestione e ottimizzazione dell’impianto ClimaPRO.
Trattandosi di una struttura stagionale, aperta da inizio maggio a fine di ottobre, il fluido freddo serve i ventilconvettori e le centrali trattamento aria, mentre quello caldo solo per l'acqua calda sanitaria, per il riscaldamento della piscina e la Spa, e per il post riscaldamento. La nuova Spa e la piscina hanno significativamente modificato il profilo energetico dell'hotel. La piscina ha infatti un elevato rapporto superficie-volume e si trova vicino alla spiaggia, richiede quindi molta energia per mantenere la temperatura nell'intervallo desiderato (27,5-28,5 ° C), a causa delle basse temperature notturne e dell'azione del vento. Ciò si traduce in una significativa produzione simultanea di riscaldamento e raffreddamento, da cui la scelta di un impianto di climatizzazione basato sulla combinazione intelligente di diverse tecnologie premium come refrigeratore, pompa di calore e caldaia, tutte gestite dall'ottimizzatore di impianto ClimaPRO.
Infine, le nuove camere e le suite sono state dotate di ventilconvettori inverter con motori brushless i-LIFE2 e i-LIFE2 HP, a marchio Climaveneta, in grado di offrire prestazioni elevate e ridotte emissioni sonore. La tecnologia inverter si traduce quindi in un migliore controllo della temperatura, un maggior comfort e un minore consumo di energia.
Sergio Luche, Direttore Tecnico di CETIS, afferma: "Questo impianto consente di tenere sempre tutto sotto controllo. E’ infatti possibile rilevare eventuali anomalie nel funzionamento delle unità in modo rapido e puntuale, compiendo gli interventi necessari in maniera mirata, anche in una struttura di queste dimensioni."

Risultati
Giuseppe Medeghini, Rethink Energy, progettista dell’impianto di climatizzazione afferma: "Questa soluzione offre molte innovazioni, soprattutto grazie a ClimaPRO che gestisce l’impianto e fornisce la massima efficienza in ogni momento. È infatti possibile leggere tutti i parametri dell'edificio in tempo reale: il consumo di acqua calda, la climatizzazione e il riscaldamento della piscina.” E continua: " E’ inoltre stata installata un'unità reversibile con recupero totale per utilizzare il calore, altrimenti disperso, per il riscaldamento della piscina e per l'acqua calda. Infine, il refrigeratore, con compressori centrifughi a levitazione magnetica, garantisce un'elevata efficienza anche a carichi parziali."
Le misurazioni effettuate dal 2017 mostrano un risparmio annuo del 25-30% (circa 22.364-26.837 Euro), TER 3.01-3.24-3.64 (luglio-settembre: relativo alla pompa di calore FOCS) e EER 4.69-5.30-4.98 (luglio-settembre: relativo al chiller TECS).
Questi risultati sono in linea con le aspettative del cliente pur essendo stati raggiunti durante il primo anno, considerando quindi anche la messa in funzione e il successivo periodo di avviamento e messa a regime dell’impianto. Ci si aspetta quindi che nel secondo anno questi risultati saranno ancora migliori.

Segui Climaveneta:
www.melcohit.com
youtube.com/c/MitsubishiElectricHydronicsITCoolingSystems
@ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetaHVAC/

Media Relations:
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com
 

abi d'oru, impianto Climaveneta
venerdì 18 maggio 2018

Investire in sostenibilità: opportunità e costi in tema di ristrutturazione della casa

dal blog Architetto online, di Ristrutturazione Casa Roma

Lo assicura l'assessore regionale lombardo Stefano Bolognini
A Milano tante le imprese edili che offrono ristrutturazioni altamente professionali, facile trovarle su Instapro

La sostenibilità è diventata ormai da tempo un elemento importante nelle scelte di ristrutturazione della casa.

Scelte quali la decarbonizzazione delle mura domestiche vengono valutate positivamente, come ha ricordato Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità di Regione Lombardia.

"Più che un costo - ha spiegato l'assessore milanese riferendosi ad un'edilizia green di ultima generazione e alla decarbonizzazione degli edifici - rappresentano un'opportunità per investire nella sostenibilità".

I canoni dell'edilizia di ultima generazione

Grazie ai canoni più attuali dell'edilizia molti elementi vengono prodotti fuori dai cantieri, consentendo ristrutturazioni non troppo invasive. Le abitazioni quindi vengono rimesse a nuovo consentendo alle famiglie di restare comodamente nel proprio alloggio.

Parlando invece di decarbonizzazione l'assessore meneghino considera che si tratta di una riqualificazione ecosostenibile dei caseggiati, e non solo per quelli di Milano e dintorni, una riqualificazione che tiene nella massima considerazione soprattutto il risparmio in termini di anidride carbonica che interventi di questo tipo regalano all'ambiente.

Le imprese edili a Milano altamente professionali anche in tema di sostenibilità

Parlando di ristrutturazioni sono molte le imprese edili a Milano, che possono svolgere lavori specifici, anche in termini ecosostenibili.

Sicuramente molte che eseguono interventi di ristrutturazione altamente professionali come quelle con le quali mettersi in contatto grazie ad Instapro, il portale dedicato ai lavori in e per la casa.

Nel nord Italia sono presenti diverse realtà imprenditoriali che si dedicano allo sviluppo di interventi ecosostenibili, che consentono di mettere a segno risparmio di tempo e di costi "nelle operazioni di riqualificazione di interi quartieri".

E' così che, come sottolinea l'assessore milanese, progredisce l'opportunità di "creare le condizioni migliori e gli indirizzi perché la sfida ecologica e di sostenibilità della realizzazione e della riqualificazione degli appartamenti e degli immobili non sia un vincolo, ma un'occasione di rilancio sia dal punto di vista dell'edilizia sia per lo sviluppo economico. E' per questo che investire nella sostenibilità non è un costo, ma un grande risparmio economico con vantaggi anche dal punto di vista sociale".

Il patrimonio abitativo in Lombardia

In Lombardia il 97% delle 165 mila unità abitative, in pratica il 23% del patrimonio pubblico esistente in Italia, è stato realizzato più di trent'anni or sono e quindi necessita di interventi ed è rilevante l'interesse legato ad una tipologia di edilizia innovativa e alla decarbonizzazione.

Gli interventi in questo settore consentono il rilancio dell'industria, rivelano una forte attenzione all'ambiente e al vivere ecosostenibile, a partire proprio dalle mura domestiche. 

venerdì 18 maggio 2018

Antifurti e allarmi: metti ora in sicurezza la tua casa

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


Le vacanze estive sono alle porte e tra le mille cose a cui pensare prima di partire, non dimentichiamo di dare importanza ai sistemi di sicurezza da installare in casa.


Subire un furto infatti nella propria casa può essere frustrante e procurare ingenti danni economici, ecco perchè dobbiamo eseguire opportuni accorgimenti quando ci assentiamo da casa per brevi o lunghi periodi.


 


Uno dei trucchi da adottare consigliato dagli esperti è quello di rendere la casa “abitata” anche in vostra assenza, un esempio è evitare di accumulare posta chiedendo ad un parente di conservarla oppure lasciare la luce accesa.


 


Un altro trucco anti intrusione è quello di rendere difficile l’accesso dai cosiddetti punti d’ingresso deboli della casa quali balconi o finestre. È quindi importante adottare metodi di protezione come porte blindate, tapparelle blindate e griglie di sicurezza alle finestre. Ricordate inoltre di proteggere anche le zone meno usate della casa come garage o cantine che possono rivelarsi spesso un facile punto di accesso per i ladri.


 


L’azione più importante che possiamo fare per proteggere la nostra dimora è quella di dotarla di un sistema anti intrusione.


 


Gli impianti antifurto sono formati in generale da una centrale e dai rilevatori d’intrusione, che possono essere posti all’interno o all’esterno della casa e dalle sirene che emettono suoni fastidiosi in caso di entrata di terzi.


Gli impianti a loro volta possono essere collegati all’impianto telefonico in modo da permettere in caso d’emergenza di far partire telefonate ai servizi di pubblica sicurezza o a numeri specifici.


Gli impianti possono essere di due tipi: impianti via cavo e impianti wireless.


 


Negli impianti via cavo tutti i fili che compongono il sistema anti intrusione vengono collegati da una rete di cavi elettrici incassati nel muro; così tutti i fili sono direttamente collegati alla corrente elettrica e l'allarme scatta se vengono tagliati i fili o se va via la corrente


 


Gli impianti wireless non necessitano di nessun cavo e vengono alimentati da batterie dalla lunga durata.


 


Per poter scegliere l’antifurto più adatto alla propria abitazione è importante conoscere bene l’ambiente in cui verrà installato, quali e quante stanze vogliamo proteggere e se abbiamo o meno animali domestici che restano a casa in nostra assenza.


 


L’e-commerce www.sicurezzapoint.it offre dal 2002 antifurti casa a tripla frequenza, disponibili sia in kit con installazione fai da te sia con installazione su richiesta per le regioni Toscana; Lombardia, Piemonte, Liguria, Umbria, Emilia Romagna, Lazio, Trentino Alto Adige

 

mercoledì 18 aprile 2018

Non solo bella: ecco come gli italiani immaginano la casa ideale

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


Polifunzionale, con spazi adattabili alle esigenze di tutti i componenti della famiglia, ecologica e, soprattutto, poco costosa: queste sono le caratteristiche principali che secondo gli italiani deve possedere la casa ideale, stando ai risultati di un sondaggio promosso da Compass.

La casa ideale per gli italiani


La casa ideale è un concetto ovviamente astratto, eppure ci sono tanti piccoli interventi che si possono mettere in atto per avvicinarsi al modello sognato, come racconta anche la sezione dedicata all'abitare del portale IdeeGreen.it, che offre vari spunti e consigli pratici. In linea di massima, per gli italiani il soggiorno è diventa l’ambiente principale dell'abitazione, e gli italiani sembrano soddisfatti della propria abitazione, ritenuta sempre di più il luogo in cui rifugiarsi dalla frenesia e dallo stress della vita quotidiana.

L'importanza di risparmiare


Tra i trend di innovazione più forti nel nostro Paese ci sono l'attenzione ai nuovi approdi di domotica e smart home e il mix tra un arredamento low-cost e oggetti importanti di design. A quanto pare, però, il primo obiettivo fondamentale per gli italiani è risparmiare sui costi di manutenzione e sui consumi, risposta che ha ottenuto il 55 per cento delle preferenze nel citato sondaggio.

Una casa polifunzionale


Al secondo posto tra le caratteristiche della casa c'è la polifunzionalità, scelta espressa dal 53 per cento delle persone, che si immagino un'abitazione che abbia spazi adattabili alle diverse esigenze quotidiane della famiglia e dei suoi componenti. Molto più indietro le altre opzioni, come le soluzioni per rendere la casa ecologica ed ecosostenibile, che comunque conquistano un terzo delle preferenze.

Avanzano le soluzioni tecnologiche


Questo studio dell'Osservatorio Compass dedicato al settore dell’arredamento, realizzato e pubblicato in occasione della settimana del design milanese, consente di individuare anche nuovi trend in atto in questo segmento; ad esempio, per la metà dei consumatori il principale elemento di innovazione applicabile alla casa riguarda la sfera tecnologica con la domotica e la smart home, mentre la volontà di ridurre i costi si evidenzia anche nelle volontà di abbinare un arredamento low-cost a oggetti importanti di design, seguendo in qualche modo la scia del “mix & match” avvenuto in questi anni nella moda.

Le tendenze sull'arredamento in Italia


A proposito di moda, poi, il sondaggio ha anche provato a studiare e approfondire le preferenze degli italiani: a sorpresa, la maggioranza dei partecipanti ha dichiarato di orientarsi in prevalenza su una tipologia di stile moderno o scandinavo, che divide in maniera quasi precisa le risposte. Un terzo preferisce un arredamento moderno, con linee esatte e precise, e si orienta su volumi compatti e i colori puri; un altro terzo di italiani dichiara di optare verso le geometrie pulite tipiche dello stile scandinavo, con una scelta cromatica chiara e naturale, e infine una minoranza va verso approdi più tradizionali il vintage e lo shabby chic o verso un intramontabile etnico.

Gli italiani preferiscono il soggiorno alla cucina


Ma quali sono le stanze preferite dagli italiani? Il sondaggio offre una risposta anche a questo, rivelando che il soggiorno è diventato il luogo prediletto per quasi la metà degli italiani (49 per cento), assumendo l'aspetto e il senso di uno spazio pensato principalmente per ospitare ed accogliere amici e parenti; al secondo posto c'è la classica cucina (indicata nel 26 per cento dei casi), a cui però si richiede una maggiore funzionalità. 

mercoledì 18 aprile 2018

OIL Design Lab disegna Jump sistema di sedute modulare firmato Estel

dal blog OIL Design LAB, di angelo simone

Jump è il nome del sistema di sedute modulare, disegnati da Oil Design Lab per Estel, presentato in occasione della Milano Design Week nel nuovo showroom Estel di Milano.

In occasione della Milano Design Week Estel inaugura un nuovo spazio di 300 metri quadri al n° 3 di Corso Matteotti, nel cuore di Milano. Con l'occasione vengono presentate al pubblico le novità della linea home, contenute nel nuovo catalogo 'Le case Italiane', tra cui la linea Jump creata da OIL Design Lab.
“Jump – commenta Giacomo Sicuro, fondatore di OIL Deisign Lab, insieme ad André Straja e Lenka Lodo - è un sistema di sedute modulare che può essere utilizzato in casa, ma è ideale per l’ufficio contemporaneo, con sempre meno postazioni fisse e sempre più necessità di ambienti flessibili, informali e allo stesso tempo estremamente funzionali. Grazie alle forme complementari degli imbottiti e ai cuscini rimovibili che fungono da schienali, Jump permette di realizzare diverse composizioni flessibili e divertenti. La gamma di sedute Jump è costituita da un'anima di poliuretano espanso a diverse densità, per garantire la massima ergonomia della seduta, rivestite con un tessuto elastico completamente sfoderabile”.
 

martedì 17 aprile 2018

La tua nuova casa? Meglio se in Legno! (nuova Guida alle Case in Legno)

dal blog pivari: comunicazione e architettura, di Fabrizio Pivari

Guida alle Case in Legno

La nuova Guida alle Case in Legno di Immobilgreen.it promette, ad un prezzo davvero molto accessibile, di fare chiarezza in un settore ancora troppo confuso in Italia. La guida, scritta da Fabio Tantari, affronta, in modo chiaro e con un linguaggio accessibile, tutti gli aspetti rilevanti della costruzione di una casa in bioedilizia, dagli aspetti normativi ai prezzi reali, dalla scelta del progettista a quella del costruttore. Tutte le informazioni necessarie sono contenute in questa guida
https://www.immobilgreen.it/legno/guidacaseinlegno.html
La costruzione di una casa rappresenta uno degli investimenti più importanti nella vita di una famiglia, soprattutto in Italia. Negli ultimi anni, oltre alle tradizionali costruzioni in laterocemento, si stanno diffondendo sempre più soluzioni abitative di elevata qualità e dai prezzi sempre più accessibili: le case prefabbricate in legno.Questa tipologia di abitazioni, classificate anche come case in bioedilizia, offrono elevati standard di sicurezza, strutture antisismiche, isolamento termico e acustico ed elevata classe energetica a prezzi decisamente più contenuti delle case tradizionali, oltre ad offrire maggiore libertà progettuale che consente di realizzare case moderne e di design a prezzi accessibili.
L'unico problema di questa tipologia di abitazioni è che, essendo relativamente nuove nel nostro paese, non sono abbastanza conosciute e anche gli addetti ai lavori non sanno bene come muoversi in questo settore. Uno dei portali che maggiormente ha contribuito negli ultimi anni alla diffusione delle case prefabbricate, Immobilgreen.it, lancia sul mercato la sua "Guida alle Case in Legno", un manuale completo pensato per gli acquirenti e scritto in modo semplice e comprensibile da Fabio Tantari.
Il libro è scritto per rispondere alle principali domande che un acquirente si pone quando viene in contatto con il mondo delle case prefabbricate in legno. Per cui nel manuale si parla dei metodi costruttivi che si utilizzano in Italia, presentando pregi e difetti di ognuno. Si parla dei punti deboli di questa tipologia di abitazioni, arrivando anche a sfatare falsi miti sulle costruzioni in legno. Si affronta nel dettaglio la resistenza al fuoco e i dubbi sulla durata della casa, che sono tra le motivazioni che traggono in inganno molte persone, allontanandole dalla bioedilizia. Anche l'aspetto burocratico e normativo viene affrontato con chiarezza e semplicità , senza usare linguaggi tecnici che spesso creano solo confusione. Vengono quindi chiarite le autorizzazioni necessarie e gli espletamenti burocratici necessari alla costruzione di una abitazione prefabbricata.
Una parte consistente del libro è dedicata ai costi di una casa in legno. Spiegando tutte le voci che compongono solitamente un preventivo di una casa in legno, l'autore fornisce tutti gli strumenti necessari ad effettuare una valutazione obiettiva ed ottimale dei preventivi delle varie aziende, senza farsi trarre in inganno da differenti livelli di finitura dell'immobile o da prezzi "strani". E' infatti importante capire anche quando alcune voci di costo sono "stranamente" troppo basse per intuire che forse il costruttore sta utilizzando materiali di scarsa qualità.
La Guida alle Case in Legno offre, quindi, ad un prezzo davvero molto basso, soli 8 € durante il lancio, tutte le informazioni e gli strumenti utili a fare un acquisto ragionato. Con un piccolo investimento di pochissimi euro, si possono acquisire informazioni preziose che possono far risparmiare tempo e denaro nella costruzione della propria casa. L'autore offre, inoltre, una garanzia Soddisfatti o Rimborsati sull'acquisto.
Con questo manuale, Immobilgreen.it si conferma un player autorevole e imparziale nel settore della bioedilizia, orientato a tutelare maggiormente gli acquirenti e favorire la diffusione di questa tipologia di soluzioni abitative. 











 ULTIMI POST INSERITI  
» dal blog Offerta di prestito vel
» dal blog L'unica finestra che la
» dal blog Design&Style Blog
» dal blog Design&Style Blog
» dal blog Servizi per l'Edilizia
» dal blog DisignArreda
» dal blog Arredamenti
» dal blog Design&Style Blog
» dal blog Design&Style Blog
» dal blog pivari: comunicazione e
 ULTIMI COMMENTI INSERITI  
Rubinetteria Zazzeri
ARCHIVIO
» ottobre 2018
» settembre 2018
» agosto 2018
» luglio 2018
» giugno 2018
» maggio 2018
» aprile 2018
» febbraio 2018
» gennaio 2018
» dicembre 2017
» novembre 2017
» ottobre 2017
» settembre 2017
» agosto 2017
» luglio 2017
» giugno 2017
» maggio 2017
» aprile 2017
» marzo 2017
» febbraio 2017
» gennaio 2017
» dicembre 2016
» novembre 2016
» ottobre 2016
» settembre 2016
» luglio 2016
» giugno 2016
» maggio 2016
» aprile 2016
» marzo 2016
» febbraio 2016
» gennaio 2016
» dicembre 2015
» novembre 2015
» ottobre 2015
» agosto 2015
» luglio 2015
» giugno 2015
» maggio 2015
» aprile 2015
» marzo 2015
» febbraio 2015
» gennaio 2015
» dicembre 2014
» novembre 2014
» ottobre 2014
» settembre 2014
» agosto 2014
» luglio 2014
» giugno 2014
» maggio 2014
» aprile 2014
» marzo 2014
» febbraio 2014
» gennaio 2014
» dicembre 2013
» novembre 2013
» ottobre 2013
» settembre 2013
» agosto 2013
» luglio 2013
» giugno 2013
» maggio 2013
» aprile 2013
» marzo 2013
» febbraio 2013
» gennaio 2013
» dicembre 2012
» novembre 2012
» ottobre 2012
» settembre 2012
» agosto 2012
» luglio 2012
» giugno 2012
» maggio 2012
» aprile 2012
» marzo 2012
» febbraio 2012
» gennaio 2012
» dicembre 2011
» novembre 2011
» ottobre 2011
» settembre 2011
» agosto 2011
» luglio 2011
» giugno 2011
» maggio 2011
» aprile 2011
» marzo 2011
» febbraio 2011
» gennaio 2011
» dicembre 2010
» novembre 2010
» ottobre 2010
» settembre 2010
» agosto 2010
» luglio 2010
» giugno 2010
» maggio 2010
» aprile 2010
» marzo 2010
» febbraio 2010
» gennaio 2010
» dicembre 2009
» novembre 2009
» ottobre 2009
» settembre 2009
» agosto 2009
» luglio 2009
» giugno 2009
» maggio 2009
» aprile 2009
» marzo 2009
» febbraio 2009
» gennaio 2009
» dicembre 2008
» novembre 2008
» ottobre 2008
» settembre 2008
» agosto 2008
» luglio 2008
» giugno 2008
» maggio 2008
» aprile 2008
» marzo 2008
» febbraio 2008
» gennaio 2008
» dicembre 2007
» novembre 2007
» ottobre 2007
» settembre 2007
» agosto 2007
» luglio 2007
» giugno 2007
» maggio 2007
» marzo 2007
» febbraio 2007
» gennaio 2007
» dicembre 2006
» novembre 2006
» ottobre 2006
» settembre 2006
» agosto 2006
» luglio 2006
» giugno 2006
ADA 2018
Antheus
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2018 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati