Muse

Pulse

Roca

Aquablade

LBS

 
Android


lunedì 23 ottobre 2017

Pavimenti in marmo, quali sono le ultime tendenze? Le nuove proposte di Santamargherita

dal blog Santamargherita, di Press Vargroup

Pavimenti e superifici in marmo

Gli agglomerati in marmo dell’azienda veronese interpretano gli ultimi trend

L’indiscutibile bellezza del marmo incontra nuove declinazioni, soprattutto negli ultimi anni in cui questo materiale di grande pregio sta tornando protagonista. Molte possono essere le applicazioni del materiale, così come gli effetti che la scelta del marmo inevitabilmente porta, sia in un ingresso che in un bagno. I pavimenti in marmo donano luce e pregio a ogni ambiente e, con la scelta delle nuance chiare e calde, rispondono alle ultime esigenze dei designer d’interni. Palladio Laguna e Tonale sono i nuovi colori del brand Santamargherita, azienda specializzata nella realizzazione di agglomerati in marmo e quarzo. Presentati ufficialmente alla fiera Marmomacc insieme ad altri due colori base quarzo, Cinder Grey ed Oregon, i nuovi arrivati in casa Santamargherita interpretano le ultime tendenze del design e si prestano perfettamente alla realizzazione di pavimenti in marmo.

Tutta la bellezza dei colori neutri: ecco Tonale
Si chiama Tonale il nuovo colore Santamargherita. In linea con gli ultimi trend che vedono un ritorno delle tonalità che spaziano dal grigio al beige, Tonale è una interpretazione personale di questa tendenza. Santamargherita ha deciso di esprimerla al meglio con marmi provenienti dal Nord Italia. Il materiale è disponibile nelle versioni levigato, lucido e spazzolato. Si tratta di un prodotto interessante soprattutto per i designer, che si presta ad essere utilizzato non solo per pavimenti in marmo ma anche come base per realizzare oggetti di design. Il vantaggio di un agglomerato in marmo Tonale Santamargherita è senz’altro la grande versatilità.

Gioco di contrasti con Palladio Laguna
Elegante, dai toni neutri, ma con carattere invece Palladio Laguna. Si tratta dell’ampliamento della linea Palladio, presentata lo scorso anno nell’edizione di Marmomacc 2016. Abbiamo davanti un prodotto caratterizzato, come gli altri Palladio, dalla presenza di un sasso burattato e quindi di forma tondeggiante. Il sasso di partenza è il Grigio Carnico, che crea un effetto ricco di contrasti grazie all’accostamento con il fondo color crema. Anche questo colore si presta benissimo ad abbinamenti originali in ambienti di design. Le possibili applicazioni dei due materiali sono varie: scale, rivestimenti, davanzali, camini, pavimenti in marmo ma anche oggetti di design come tavoli dallo stile particolare.

Santamargherita, non solo pavimenti in marmo
L’azienda si trova nel cuore del distretto del marmo di Verona e utilizza le migliori pietre dal 1962. Santamargherita collabora con importanti studi di architettura internazionali ed esporta in tutto il mondo. Gli agglomerati Santamargherita sono 100% made in Italy e vengono utilizzati per numerose applicazioni. Dai pavimenti in marmo realizzati con gli agglomerati SM fino all’applicazione nei diversi ambienti della casa: la parola d’ordine è flessibilità. Preziose ed eleganti, ma al contempo resistenti le cucine che vantano un top con un SM quartz Santamargherita. L’attenzione all’innovazione da parte del brand è costante: Santamargherita punta infatti allo sviluppo di soluzioni innovative, realizzate in collaborazione con Breton, azienda leader nella produzione di macchine ed impianti per la lavorazione del marmo, del granito e della pietra composita. Dal confronto con designer e architetti, inoltre, nascono sempre nuove idee per interpretare i nuovi trend.

http://www.santamargherita.net/ita_it/
Santamargherita S.p.a.
Via del Marmo, 1098 - 37020 - Volargne (VR) - Italy
Tel. +39 045 6835888
 

mercoledì 11 ottobre 2017

Madrid and Barcelona to host simultaneous presentations of KRION K-LIFE next 17 October

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


Following the global launch of K-LIFE, the brand is now coming to Madrid and Barcelona. Next 17 October, the PORCELANOSA premises in Madrid at Calle de Alcalá number 514 and near Barcelona in the town of L'Hospitalet de Llobregat at Carrer de les Ciències number 65 will be hosting simultaneous presentations. Pre-registered visitors will get the chance to discover first‑hand what KRION K-LIFE can do to make their lives better. 

lunedì 9 ottobre 2017

Scegliere il migliore armadio portascope

dal blog Casa Migliore, di Baradel Pietro

Se non si ha spazio in casa, ricavare un rispostiglio, dove riporre tutti gli attrezzi per la pulizia, lontani dagli sguardi indiscreti degli ospiti non è nelle possibilità di tutti. Un armadio portascope è la scelta ideale di chi vuole avere tutto sotto controllo ed avere una casa migliore

Armadio portascope : Prezzo Migliore | Arredamento

Funzionalità e ordine


Una casa ordinata e pulita è il sogno di qualsiasi proprietario o residente e un armadio portascope è il mobile ideale che ti permette di realizzare questo tuo desiderio. Che sia ad anta unica, oppure più capiente, aspirapolvere, lavapavimenti, scope elettriche e manuali saranno al riparo da sguardi indiscreti, mentre tutti i prodotti per la pulizia, stracci, detersivi, spugnette e quant'altro troveranno il loro posto.

Risparmiare spazio


Se l'ordine e la pulizia per te sono delle priorità assolute, l'armadio portascope è un mobile indispensabile, che ti permetterà di risparmiare spazio e mq. in casa. Un armadio portascope è il contenitore perfetto, ordinato e sicuro per tutti gli attrezzi dedicati alla pulizia, dove poter trovare tutti i prodotti che renderanno splendenti le stanze ed i locali di casa vostra.

Una soluzione perfetta sul balcone o in giardino


Se vivi in un monolocale, oppure in un bilocale o i mq. sono veramente ridottissimi e la tua famiglia numerosa, non ti permette di avere un centimetro libero in casa, gli armadi portascope da esterno, giardino o terrazzo sono la soluzione perfetta. Solitamente sono realizzati in resine e materiali plastici ermetici, resistenti al freddo, al calore, agli sbalzi di temperatura, agli agenti atmosferici ed ai raggi ultravioletti. Oltre alle scope potrai collocare tutti quegli utensili ed attrezzi che utilizzi per la manutenzione del giardino o la pulizia del balcone.

Armadio portascope su Casa Migliore


Se sei alla ricerca di un armadio portascope pratico e funzionale, dove custodire ordinatamente tutti i prodotti per la pulizia della casa ed averli pronti a portatata di mano, online troverai moltissime offerte, da perderci la testa, su Casa Migliore abbiamo creato una selezione dei migliori armadi portascope venduti online da Amazon, Ebay e altri marketplace, dei più economici e dal miglior rapporto qualità/prezzo

martedì 3 ottobre 2017

CERSAIE 2017 brings down the curtain after a great week for the PORCELANOSA Group

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


As usual, the number of visitors on the PORCELANOSA Group’s stand at the CersaieFair has risen compared to previous years. The new products presented by the eight firms that make up the Group have attracted the attention of visitors and press alike. This year, once again, the aim of the edition is to welcome the new trends that will take us through 2018.

At KRION®, we would like to thank everyone who came to visit our stand and, for those of you who were not able to make it all the way to Bolonia, we would like to invite you to discover these and many more novelties at the Porcelanosa Group’s 25th International Global Architecture Exhibition, which will be taking place on our premises in Villarreal next January.

Once again, thank you so much for making the PORCELANOSA stand a resounding success! 

venerdì 29 settembre 2017

CERSAIE 2017 – New KRION SOLID SURFACE colours

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


KRION K-LIFE, the new air-purifying solid surface, could easily outshine other innovative creations, but the new TERRAZO and LUXURY Series have successfully contributed to the revolution KRION is stirring up on the construction materials market. Although both series were presented at the PORCELANOSA Fair, it is at CERSAIE 2017 that they have been truly recognised as a fantastic solution in the world of decoration and design.

TERRAZZO is the name of the new KRION® collection, which seeks to pay tribute to the aesthetics and also the technique of reusing materials that began in the mid-17th century in Venice, when excess pieces of marble were used to produce conglomerates with cement, forming terrazzo as a new construction material. The conception of this new collection was largely guided by the goal of achieving a purified finish to ensure easy combinations with other fashionable materials including metals and wood. SCS certification proves that 40% of the material used is recycled.

The LUXURY Series by KRION® brings us the beauty of nature. The series comes in three new colours: CARRARA SOFT, NACRE and GREY CEMENT. Its finishes are a sophisticated simulation of natural stone, combined with the magnificent quality of KRION®. Using these elements produces a carefully designed vein effect which, like all KRION® colours, can be seen throughout the entire piece, making it ideal for creating decorative KRION® techniques and easy to repair. 

giovedì 28 settembre 2017

CERSAIE 2017 – TEC Column and DECA Shower Screen: the new SYSTEMPOOL products setting trends

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


SYSTEMPOOL was created with the vocation of furnishing bathrooms. KRION BATH began as a support for this purpose, and today we continue to apply the knowledge acquired to the new products of the sector. At CERSAIE 2017 we present the products that will show the development of the market, TEC Column and DECA Shower Screen.

TEC Column – economy, efficiency and functionality make this series of columns the ideal complement for the daily shower. Adjustable in height, with two styles to choose from where each component (extendible tube thermostatic body, shower head and shower hose) adopts rounded or square forms depending on the model. Includes a flow regulator for EcoEfficient® consumption.

DECA Shower Screen: large shower screen with sliding doors and a SoftClose system to ensure convenient, quiet use. With high safety, 10mm tempered glass, and a robust aluminium profile with a frosted silver finish. 

mercoledì 27 settembre 2017

CERSAIE 2017 – Great reception for the new KRION BATH products

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


As the main new product, attracting everyone’s attention, KRION BATH presents the PURE Series, designed by Yonoh Estudio Creativo with a wide range of possibilities and combinations. The collection includes sinks, washbasins, bathtubs, mirrors, units, etc.

During Cersaie 2016, the TONO concept by Foster+Partners was presented, and in this 2017 edition, it has become one of the most anticipated products of the PORCELANOSA Group, with participation from the companies of the Group, Noken, L´Antic Colonial and Systempool. It is a modular series, with endless compositions, and the possibility of combining wood, stone, ceramic and KRION.

LINE, the new extra flat shower tray, which can be made to measure, created with high quality materials which provide excellent mechanical characteristics, covered with KRION. 

mercoledì 27 settembre 2017

Marmomac 2017: il design Santamargherita protagonista con 4 nuovi colori delle linee SM Marble e SM Quartz

dal blog Santamargherita, di Press Vargroup

Marmi e quarzi Santamargherita

Novità in vista per Santamargherita, una spinta verso la trasformazione digitale.



Un anno ricco di novità per Santamargherita, il brand veneto specializzato nella produzione di agglomerati di marmo e quarzo. Tra le novità l’importante approdo sui Social Network, con tanta voglia di investire sulla comunicazione digitale per far conoscere e apprezzare il design Santamargherita. Accanto alle novità anche diverse conferme e appuntamenti legati alla tradizione, come la partecipazione, dal 27 al 30 Settembre a Verona, alla 52° edizione di Marmomac 2017, storica fiera di settore dove Santa Margherita sarà presente con il suo stand (padiglione 6, stand E8).



Le novità? Saranno svelate alla fiera

Santamargherita presenta in esclusiva le novità delle linee SM Marble e SM Quartz, collezioni che esprimono l’essenza del brand e costituiscono la materia prima e il punto di forza del design Santamargherita in 4 nuovi colori, 2 base marmo e 2 base quarzo.

Nuovi colori che nascono da un’accurata ricerca di mercato e da attente analisi delle tendenze del design. Una risposta alle esigenze di designer e architetti che, sempre più, desiderano orientarsi verso colori neutri che spaziano dal grigio al tortora. Lo stand Santamargherita, progettato dall'architetto Giorgio Canale, è pronto ad accogliere clienti provenienti da ogni zona del mondo per aiutarli a trasformare le loro idee in realtà e per avviare collaborazioni e progetti. Un’altra novità verrà svelata invece nella Hall della fiera, dove verranno presentati elementi di design di arredo bagno realizzati dall’azienda Vicentina Marmi con il nostro Palladio Moro. Una preziosa collaborazione che va ad arricchire ancor più l’universo del design Santamargherita.



L’importanza della tradizione

Il design Santamargherita rappresenta il perfetto esempio di realtà con radici profonde sul territorio ma con una visione del futuro che va oltre i confini nazionali e che si apre all’innovazione. È proprio nel distretto del marmo che ha preso vita il Marmomac, per poi spostarsi nell'edificio di Verona Fiere. Marmomac è oggi la fiera leader del settore del marmo e vanta numeri importanti: nel 2016 la fiera ha ospitato 67.186 visitatori provenienti da 146 nazioni. La qualità dei prodotti presentati è alta e i riflettori sono puntati proprio sulla materia prima di punta del distretto veronese.



Lo sguardo al futuro

Il design Santamargherita sbarca anche sui social. In questi giorni l’azienda ha aperto il canale Facebook e ha rinnovato la sua immagine su Instagram, mentre presto arriverà anche su Pinterest e Houzz. L’obiettivo è far conoscere i prodotti di punta, il marmo e il quarzo, insieme alle loro declinazioni. Attraverso le immagini di ambientazioni e scenari sarà possibile conoscere le possibili applicazioni dei materiali e scoprire i progetti realizzati da Santamargherita. L’azienda infatti punta a rivolgersi sempre più al consumatore finale e ispirarlo fornendo spunti sempre nuovi. Il design Santamargherita sarà sempre più vicino alle persone grazie a canali digitali sempre aggiornati.





Info: press@vargroup.it



info@santamargherita.it

www.santamargherita.net

https://www.facebook.com/santamargheritasurfaces

https://www.instagram.com/santamargheritasurfaces/




 

martedì 26 settembre 2017

CERSAIE 2017 – Presentation of K-LIFE to the press in Bologna; and soon to the rest of the world

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


The new products involve a great deal of hidden work, a human team, studies and anticipation. We have worked hard on all of them, but if there is a new product that we feel particularly proud of, it is without doubt KRION® K-LIFE. Years of R&D with the sole intention of contributing to improving our quality of life. At first an ambitious dream, it took shape, becoming the most important altruistic act ever undertaken by KRION, the solid surface from PORCELANOSA Group.

On Tuesday the 26th at CERSAIE 2017, the multiple new properties offered by K-LIFE will be presented to the press as a sensory experience. Afterwards, visitors to the PORCELANOSA Group stand will be able to see first-hand how KRION K-LIFE is going to revolutionise the solid surface market. 

martedì 26 settembre 2017

Introducing the new PORCELANOSA Group products at CERSAIE 2017

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


With the excitement that CERSAIE brings year after year, PORCELANOSA Group presents its new products at two stands, with a total space of 600m2, the PREMIUM COLLECTION stand and the GROUP stand, the eight firms of the Group being represented at both.

At the PREMIUM COLLECTION stand, the K-LIFE room is found, which tomorrow, on Tuesday the 26th, will host the presentation of KRION® K-LIFE as a sensory experience, presenting the new properties of the solid surface from PORCELANOSA, KRION® K-LIFE, and how it will contribute to improving our quality of life.

At this same stand we find KRIONL903 GREY CEMENT from the LUXURY series, transformed into a vertical covering in the hallways, and also the new TERRAZO and LUXURY products with curved, backlit and sandblasted finishes.

At the Group stand, we find the material used to create atmospheres, KRION, which we can see on the bar and the cafeteria tables in T901 GRAFITE CLASSICO, the GAMADECOR kitchen in colour T903 CONCRETE, a reception and facade in 6505 TAUPE, and lattice-dividers to create atmospheres in 9904 BRIGHT CONCRETE, 6901 BLACK METAL and 9905 ELEGANT BLACK.

In terms of new KRION BATH products, the consolidation of the PURE, TONO, and PLATO LINE SERIES is notable. SYSTEMPOOL presents the new DECA SCREEN product, with the main distinguishing characteristic of the 10mm thick tempered safety glass, and the thermostatic, extendible TEC COLUMN. 

sabato 16 settembre 2017

Robes de soirée-Explorez le monde des robes formelles

dal blog Robes de soirée, di Caroline long

Robes formelles sont l'une des robe la plus importante une fille portera tout au long de sa vie avec la robe de mariée. Nous devons donc prendre des précautions particulières et consacrer un effort spécial pour obtenir le modèle parfait pour s'adapter à l'enfant.



Ceci exige que nous rassemblions toutes les informations que nous devons faire un achat parfait pour les premières robes formelles.



Nous allons essayer de vous donner quelques conseils pour vous aider à décider d'acheter cette robe si importante dans la vie d'une femme. Car bien que peut-être assez de temps a passé, je suis convaincu que beaucoup d'entre vous qui sont maintenant à la recherche d'une robe pour votre fille se souviennent encore affectueusement vos robes de soirée. Il est donc impératif que la recherche soit approfondie.



Au moment de l'achat des premières robes formelles est important d'être excité que le secret de la réussite est d'être prêt à visiter plusieurs magasins robe de soirée grande taille . Mon Conseil est de ne pas se contenter d'un seul endroit. Tandis que les robes formelles coupent l'anglais sont célèbres pour leur qualité et valeur de beauté. Il est possible que ce que vous offrez pour beaucoup de variété qui n'est pas parfaitement adapté à l'enfant. C'est pourquoi il vaut la peine de passer plusieurs week-ends pour visiter les magasins de votre ville et les environs à la recherche de robes de première soirée.





De l'autre côté pour les familles économiques il ya un nouveau type de magasins spécialisés dans les robes formelles d'occasion. Ils trouvent les premières robes formelles peu coûteuses et très belles.

robe de soirée grande taille



Je vous laisse pour terminer avec une sélection de robes de soirée catalogues photos certainement vous aider au moins avoir une idée de l'immense marché qui existe pour les photos de robes de première formelle. Comme vous pouvez le voir certains sont plus courts que d'autres certains sont plus faciles que d'autres certainement un peu de tout.



Enfin un dernier Conseil sur les premières robes formelles excessivement élevés des prix ne signifie pas nécessairement la qualité Méfiez-vous que vous n'essayez pas de tricher.



Les robes de soirée intelligentes pour cette date que vous avez attendu est très essentiel. Don\\'t laissez votre budget vous limiter dans vos choix, si vous savez où regarder, vous trouverez des robes de soirée fabuleuses à un prix raisonnable.



www.robechics.com


 

giovedì 14 settembre 2017

Luce calda o luce fredda, quale scegliere?

dal blog Soluzioni di architettura e design, di Ornella Vaudo StudioExNovo


Quando si parla di luce non si può fare a meno di citare il maestro del design, Achille Castiglione, che diceva “Non pensate alla luce, ma alla vita, allo spazio, alla dimensione e poi all'effetto di luce che si vuole raggiungere”.

Oggi, grazie al vasto assortimento in commercio, possiamo decidere esattamente quale tipo di illuminazione vogliamo creare, scegliendo tra diversi tipi di sorgenti luminose e vari effetti. Senza entrare troppo nel tecnico, oggi voglio fornirvi delle indicazioni che potranno esservi utili quando vi troverete dal rivenditore a scegliere delle nuove luci per la vostra casa.

Sempre più fornitori infatti ci pongono davanti ad una scelta a cui spesso non sappiamo rispondere: preferisce luce calda o fredda? Iniziamo a capire di cosa si tratta: qualsiasi luce emessa da una sorgente luminosa viene percepita con una gradazione di colore che può essere definita calda se tende verso il rosso, neutra se bianca e fredda se la gradazione vira al blu.

Durante il giorno, dall’alba al tramonto, ci sono continue variazioni di gradazione, di cui però tendiamo a non accorgerci, in quanto abituati alle variazioni delle emissioni luminose della nostra fonte di luce: il sole. Diversamente avviene con la luce artificiale che viene percepita maggiormente in quanto, in un ambiente chiuso, influisce sulla percezione dei colori e dei materiali

Un esempio? Avete presente quando al supermercato acquistate il pollo e vi appare di un bel rosa e poi, una volta a casa, vi sembra ingiallito? Ecco di cosa stiamo parlando! Dunque cosa dobbiamo scegliere? Dobbiamo innanzitutto conoscere la specifica che ci permette, al momento dell’acquisto, di identificare la temperatura di colore: questa si esprime in gradi kelvin, e vige la regola che più è alta la temperatura di colore e meno sarà calda la luce. Nello specifico, luci oltre i 5000k sono da considerarsi fredde, sotto i 3300k è calda, tra i 3300k e i 5000k è neutra. Generalmente luci oltre i 5000k vengono usate in ambienti di lavoro, industriali o spazi pubblici, mentre per l’ambiente domestico ci si mantiene entro i 5000k

Detto ciò è opportuno sapere qualche nozione di psicologia della luce, dato che può influenzare il nostro umore e l’attività cerebrale. Sappiamo che con alti livelli di illuminamento è consigliabile la luce fredda mentre per livelli più bassi la luce calda, questo perché esiste una zona di comfort psicologico che correla il livello di illuminamento alla temperatura di colore. Un alto illuminamento con luce fredda garantisce ad esempio una maggiore efficienza lavorativa, mentre livelli di illuminamento bassi con una luce bassa forniscono una sensazione di rilassamento.
Da questo ne deriva che luci fredde sono più adatte in ambienti di studio, o in ambienti di servizio come i bagni, o su un piano di lavoro dove ci occorre un illuminamento maggiore, mentre per la zona soggiorno e la zona letto sono più indicate luci calde. Ovviamente contribuisce alla scelta anche un fattore soggettivo di gusto personale: è bene tener conto che la luce fredda si adatta bene ad uno stile più moderno, con colori tendenti ai grigi, mentre una luce calda è in grado di far risaltare il colore di un parquet rustico o di un muro in mattoni.

Basta guardare come cambia l’aspetto di questo ambiente in base alla luce per capire di cosa stiamo parlando

Spero di esservi stata utile a capire meglio quali fattori considerare per scegliere il tipo di illuminazione!
 

giovedì 14 settembre 2017

Soluzioni per ricavare una cabina armadio

dal blog Soluzioni di architettura e design, di Ornella Vaudo StudioExNovo

cabina armadio

Super gettonata, è il sogno di quasi tutti (in particolare delle donne!): ma quando conviene davvero realizzare una cabina armadio ? Per capire ciò bisogna tener conto innanzitutto delle dimensioni necessarie ad usare in maniera agevole gli spazi.

Partiamo dunque dalla profondità dell’armadio che generalmente è 60 cm: consideriamo che, con delle soluzioni su misura, possiamo scendere fino a 50-55 cm, che è lo spazio minimo per poter tenere una giacca appesa. Per i vestiti piegati possiamo invece arrivare ad una profondità di 40 cm, mentre per accessori e borse è opportuno considerare almeno 25 cm.

E’ bene anche valutare esattamente le nostre esigenze facendo mente locale su quali abiti abbiamo bisogno di disporre e come preferiamo che siano disposti, se appesi o piegati, in maniera da riuscire a dividere anche le altezze dei ripiani.

Una volta stabilito tutto ciò, passiamo a stabilire quanto spazio occorre per muoversi e vestirsi. Diciamo che sono consigliabili almeno 70 cm nel caso di una cabina armadio lineare, e 90 cm per una cabina armadio dalla forma a C. Una volta stabilite le dimensioni che ci occorrono possiamo passare a progettare l’ambiente che dovrà contenere la cabina armadio.

I divisori possono essere realizzati in cartongesso o in muratura, in alcuni casi invece si può pensare di posizionare la cabina armadio in un ambiente di casa già esistente che non viene sfruttato a pieno, consentendo così di ottimizzare lo spazio.

In questo mio progetto la cabina armadio è “passante” e serve per disimpegnare il bagno privato dalla zona letto, per questioni di praticità >> Guarda il progetto

A questo punto resta da decidere se si preferisce lasciare la struttura completamente aperta, oppure optare per delle ante: c’è da tener conto che le ante battenti sono consigliate solo se disponete di molto spazio di fronte la cabina, altrimenti meglio scegliere delle ante scorrevoli o pieghevoli.

E’ sempre e comunque opportuno verificare con l’aiuto di un esperto le dimensioni degli spazi in maniera precisa, dato che, in alcuni casi il rischio è di sacrificare troppo la camera da letto o di ottenere una soluzione poco pratica che potrebbe far rimpiangere il classico armadio! E allora, siete pronti a progettare la vostra cabina armadio?
 

giovedì 14 settembre 2017

Rimuovere il pavimento o posare sopra a quello esistente?

dal blog Soluzioni di architettura e design, di Ornella Vaudo StudioExNovo


Questa è una delle domanda che più di frequente mi viene posta dai clienti che vogliono ristrutturare casa dato che, si sa, un pavimento nuovo è sicuramente uno degli elementi principali, in grado di cambiare totalmente l’aspetto anche alla più sgarrupata delle case.

E, dato che rientra tra le voci che “pesano” di più sul preventivo, molti mi chiedono se conviene rimuovere il pavimento esistente ed il sottostante massetto oppure se conviene posare direttamente il nuovo pavimento sopra quello esistente, per poter così risparmiare sui costi di demolizione e trasporto in discarica.

Siete curiosi di conoscere la risposta definitiva? Ebbene, la risposta definitiva è: dipende. So che sarete un po’ delusi, ma i fattori che incidono su questa scelta sono tanti. Bisogna innanzitutto considerare che, sovrapponendo il nuovo pavimento all’esistente, si ottiene un piano di calpestio rialzato rispetto al precedente, di circa 1 o 2 cm.

Questo comporta, oltre al dislivello all’ingresso di casa, anche la necessità di dover adeguare le porte interne e le portefinestre, qualora vogliate mantenere quelle esistenti, a meno che non si stia scegliendo un pavimento con spessore molto ridotto. Attenzione, in alcuni casi, ad esempio quando si stanno rifacendo gli impianti idraulici, un innalzamento del piano di calpestio può essere invece utile (se non indispensabile) per le pendenze.

Per ovviare al problema del dislivello tra vecchia e nuova pavimentazione, basta usare un profilo per dislivello: sceglietelo dello stesso colore del nuovo pavimento oppure a contrasto.

Ci sono inoltre dei fattori da considerare affinché il risultato sia soddisfacente: primo fra tutti lo stato di manutenzione del pavimento esistente. Nei casi in cui sia molto rovinato, infatti, c’è la necessità di verificare l’integrità e la stabilità delle mattonelle, accertandosi che siano perfettamente incollate: se così non fosse è necessario procedere alla rimozione di tutte le porzioni poco stabili ed al riempimento con malta.

Tra gli elementi che possono compromettere la posa a regola d’arte c’è il fatto che il piano di posa possa essere non perfettamente livellato: questo può comportare la creazione di “denti” tra le nuove mattonelle/ listoni e per evitare ciò sarebbe opportuno preventivare uno strato di autolivellante per garantire la perfetta complanarità del fondo. Inoltre c’è da tener conto che, specie negli ambienti dove vanno fatti passare gli impianti idraulici, la rimozione totale del massetto e del pavimento è indispensabile.

In conclusione, il mio consiglio è quello di affidarvi sempre al parere di un esperto che possa valutare tramite sopralluogo tutti gli aspetti qui elencati, in quanto, anche se a prima vista sovrapporre il pavimento potrebbe sembrare la soluzione più economica, non è detto che a conti fatti sia la soluzione giusta per voi. 

giovedì 14 settembre 2017

Illuminare una stanza senza finestre

dal blog Soluzioni di architettura e design, di Ornella Vaudo StudioExNovo

bagno cieco

Quando si ristruttura un appartamento una tra le cose più richieste è quella di ricavare un secondo bagno, che spesso, per forza di cose, risulterà privo di aperture, a meno che l’appartamento non disponga di finestre in più rispetto al numero degli ambienti esistenti. Come pure capita quasi sempre che il corridoio o i disimpegni siano ciechi e pertanto costringano all’uso dell’illuminazione artificiale anche solo per attraversarli. Mentre con i ripostigli siamo più abituati al fatto che siano bui, per tutti gli altri ambienti spesso riuscire a far passare la luce naturale costituisce un vero e proprio miglioramento dello spazio.

Quali sono quindi le soluzioni che si possono adottare per cercare di risolvere il problema?

Per ingressi e corridoi spesso si opta per la demolizione dei tramezzi che li separano da altri ambienti, in modo da ricavare ambienti direttamente comunicanti. Qualora sia la normativa a imporre di mantenere un disimpegno si può optare invece per delle pareti o porte vetrate, che sono in grado di lasciar passare una gran quantità di luce conservando la divisione tra gli ambienti. Le pareti vetrate in particolare, stanno diventando sempre più diffuse perché riescono a dare un tocco di modernità all’ambiente e risultano molto caratterizzanti.

Quale soluzione è possibile invece adottare in un bagno? La soluzione ideale è realizzare un taglio nella parte superiore della parete che lasci passare la luce naturale tra un ambiente e un altro. Si può scegliere di effettuare il sopraluce su una parete che confini con un ambiente ben illuminato: tale espediente , anche con una superficie ridotta, consente un effetto assicurato di ariosità all’ambiente, evitando il buio totale, senza in alcun modo “minare” la privacy! L’importante è valutare bene la dimensione del taglio da realizzare ed il fatto che la parete oggetto non contenga impianti o strutture portanti che potrebbero impedire di realizzare la porzione vetrata.

In questo mio progetto ho scelto di realizzato un taglio sulla parete del bagno confinante con la cucina che, oltre ad illuminare l’ambiente ne arricchisce il design >>GUARDA IL PROGETTO

sopraluce
giovedì 7 settembre 2017

KRION and PORCELANOSA Group faithful to the CERSAIE 2017 appointment

dal blog KRION® Porcelanosa Solid Surface, di Systempool S.A.


Another year, the PORCELANOSA Group, faithful to its appointment with one of the most important international exhibitions in the ceramic and bathroom furniture sector, will be present from the 25th to the 29th of September at CERSAIE 2017.

The eight companies of PORCELANOSA Group are decked out to present the new additions that will be trending in 2018, and to consolidate the collections that are being held during 2017.

You can visit us in Hall 26 Stand A296 / B198 – A288 / B293, we are waiting for you!!! 

martedì 15 agosto 2017

How long does it take to become an architect?

dal blog How Long Does it Take to become Architect?, di Megan Sashyl

This matters for individuals (and their families), as they organize their time, money, and other resources in pursuit of full membership in the profession. This also matters for countries and their economies. As more international agreements begin to require recognition of the credentials of foreign architects, the competitive advantage of a streamlined path to licensure may become more pronounced, as ACSA Executive Director Michael Monti has pointed out in a blog post.


NCARB reports that for those earning their US architecture license in 2012, the average time to licensure was actually over 11 years. 

giovedì 27 luglio 2017

Il bagno, la stanza più importante di una casa

dal blog Ceramiche Sanitari di Civita Castellana, di Civita Castellana

L�avabo Bucket Scarabeo Ceramica

Il bagno è la nuova star della casa: non più un luogo chiuso e dimenticato, ma il vero e proprio fulcro delle moderne abitazioni. Trascurato, sottovalutato per lungo tempo, la stanza all’apparenza più imbarazzante si è ritagliata un nuovo spazio e ha cambiato la sua reputazione grazie al grande lavoro di design che è stato fatto su di essa. Da luogo privato, il bagno si è trasformato in qualcosa di più e questo grazie agli arredi che si sono adattati alle nuove esigenze di mercato, diventando dei veri e propri oggetti di design.
Molte sono le soluzioni che sono state studiate per rispondere alle richieste sempre più ricercate e raffinate della clientela, ma tra tutti i sanitari quello che sicuramente ha cambiato di più faccia è stato proprio il lavandino. Un tempo, questo si presentava come un oggetto in ceramica rettangolare o quadrato, fin troppo ingombrante e completamente anonimo e senza carattere, ma dobbiamo riconoscere che non è più così. I produttori di sanitari e ceramiche, che per gran parte di trovano nel comprensorio industriale ceramico di Civita Castellana hanno infatti rivoluzionato le loro produzioni per rispondere alla domanda sempre crescente dei clienti che reclamavano a gran voce “il bello” anche nel bagno, e così nuove soluzioni sono nate, come i lavabi sospesi o da appoggio.
La Scarabeo Ceramica risponde a questa esigenza grazie al lavabo da appoggio Bucket da ø 30 ( presenti anche altri modelli): una vasca dalla forma ovale e dalle linee semplici e pulite con comodo porta asciugamano, arricchito dal piano d’appoggio in diversi materiali che conferiscono a questa nuova dimensione del lavabo un aspetto elegante e raffinato, perfetto per quei bagni che non vogliono passare inosservati, ma distinguersi comunque in modo sobrio ed originale.
La Disegno Ceramica, invece, propone il lavabo da appoggio Catino, qui sotto nella versione da 60. A differenza del precedente, questo lavabo si presenta decisamente più largo con una profondità di ben 35 cm, ma non per questo meno funzionale o bello, dal caratteristico design rettangolare dagli angoli smussati; linee semplici e pulite che conferiscono al bagno grinta ed eleganza allo stesso tempo. Inoltre, il lavabo Catino è disponibile anche in diverse misure, come il modello circolare, Lavabo appoggio Catino ø42, o anche nella versione da 80 rettangolare.
Due soluzioni completamente diverse tra loro, ma accumunate dalla raffinatezza e dalla garanzia di qualità del prodotto: infatti, tutte e due le linee sono rigorosamente Made in Italy.
Questi sono solo alcuni esempi di quello che il mercato oggi offre per rendere il bagno non più una stanza da chiudere, ma da mostrare: un vero gioiello incastonato nel cuore della casa e non più rinchiuso in un vecchio “portagioie” con su scritto “Non aprite quella porta”.
 

Scheda Lavabo Catino 60




Lavabo 60 cm Catino Disegno Ceramica
mercoledì 26 luglio 2017

Il lavabo nella stanza da bagno

dal blog Design e Tendenze Bagno, di Daniele De Antonis

Lavabo Cognac Art Ceram

«Specchio, specchio delle mie brame, qual è la stanza più bella del reame?», se davvero esistesse uno specchio parlante che potesse rispondere a questa domanda, sicuramente esso direbbe: Il bagno!
Già, proprio così, perché il bagno ha cambiato la sua connotazione durante questi anni e di conseguenza anche il suo aspetto, rendendosi finalmente moderno e bello agli occhi sia dei visitatori che dei padroni di casa. Un grandissimo lavoro di design è stato fatto per questo luogo, ormai diventato per tutti un’oasi di tranquillità e relax dalla quotidiana vita frenetica, e forse l’oggetto d’arredo che più si è evoluto in questi anni è il lavabo. Certo, anche gli altri sanitari si sono trasformati e rinnovati, ma lo stravolgimento che ha interessato il lavabo è qualcosa di eccezionale, tanto che oggi le soluzioni più invoca sono quelli dell’appoggio, cioè una vasca dalle dimensioni più varie appoggiato su un piano in legno, in marmo, in vetro, che va a sostituire il caro vecchio “lavandino” a colonna, ormai troppo grande e datato.
Molti costruttori si sono misurati con questa nuova soluzione d’arredo, ma sicuramente la Alice Ceramica e la Art Ceram sono tra i brand più innovativi; molto interessanti, infatti, sono le loro proposte in questo ambito, rappresentate dal Lavabo Unica 44x52 per la prima, e dal Lavabo Cognac 55 per la seconda. Entrambi semicircolari , i due lavabi sono in ceramica e presentano la rubinetteria a parete o da piano, e rappresentano sicuramente una delle più originali ed eleganti soluzioni per arredare il bagno con stile e grinta, originalità ed eleganza. Inoltre, entrambi i lavabi sono garantiti dalla qualità Made in Italy.
Questi sono solo alcuni esempi di quello che il mercato oggi offre per rendere il bagno non più una stanza da chiudere, ma da mostrare: un vero gioiello incastonato nel cuore della casa e non più rinchiuso in un vecchio “portagioie” con su scritto “Non aprite quella porta”.


 

Lavabo Unica Alice Ceramica
venerdì 21 luglio 2017

L'Italia riscopre il legno, utilizzato nel sette per cento delle case costruite

dal blog Design&Style Blog, di Raffaele De Blasio


C'è una nuova tendenza nel mercato delle costruzioni immobiliari in Italia: a ben vedere, però, è piuttosto una "vecchia" tendenza, o quanto meno la riscoperta di un materiale classico come il legno. Il sette per cento delle nuove abitazioni costruite nel nostro Paese nel corso del 2015, infatti, ha utilizzato proprio il legno come materia prima, all'insegna di una rinnovata attenzione alla sostenibilità e alle tematiche dell'ambiente.

Il boom del legno. A fare il punto della situazione è il secondo Rapporto su Case ed Edifici in Legno, elaborato dal cento studi dell'associazione nazionale Federlegno Arredo Eventi: e se il dato sulle costruzioni in questo materiale è il primo risultato che salta agli occhi, non meno importanti sono i numeri degli "accessori" e degli elementi di corredo delle nuove abitazioni.

Tra le finiture vincono le finestre in pvc. Quello delle finiture infatti è un ambito di grande fermento per il mercato, come dimostrano le soluzioni proposte da Oknoplast, uno dei leader a livello internazionale, che stanno spingendo sempre più consumatori a scegliere le finestre in pvc per i propri ambienti domestici, mentre per i pavimenti "vincono" le piastrelle.

Più di tremila case in legno all'anno. Le nuove case italiane sono dunque caratterizzate da legno, Pvc e piastrelle; più in dettaglio, come sottolinea il report dell'associazione di categoria, le circa 3500 nuove abitazioni in legno, residenziali e non residenziali,  costruite in Italia nel corso del 2015 rappresentano il 7 per cento del totale dei permessi di costruire, con un valore che per questo comparto cresce circa del 10 per cento e arriva a sfiorare i 700 milioni di euro.

Un'analisi completa. Il secondo Rapporto Case ed Edifici in Legno rappresenta una radiografia dettagliata del mercato degli edifici a struttura in legno costruiti in Italia nel 2015 e del loro valore di produzione: per realizzare il documento, Federlegno ha elaborato i dati forniti dalle 248 aziende coinvolte nell’indagine, che rappresentano i principali operatori del settore della realizzazione di edifici a struttura portante in legno nel nostro Paese.

Meglio dell'edilizia tradizionale. Gli aspetti positivi per il comparto si notano soprattutto confrontando i valori specifici del settore con quelli generali dell'edilizia in Italia: a fronte di un quadro ancora piuttosto sofferente, con gli investimenti complessivi in nuova edilizia residenziale che sono calati anche nell'anno 2015 preso in esame (per la precisione, quasi di sette punti percentuali rispetto all'anno precedente), il segno più del legno certamente "fa notizia" e conferma la capacità di questo comparto di "tenere botta" e non scendere al di sotto dei livelli produttivi degli anni precedenti, operando e proponendosi con successo nel mercato.

L'Italia supera la media europea. E così, si scopre che per ogni quattordici nuove case che sorgono in Italia una è fatta di legno, a riprova dell'interesse che questa tipologia di costruzione sta conquistando anche presso il consumatore finale. Il trend positivo sta facendo risalire posizioni all'Italia anche nella specifica classifica europea dei Paesi produttori di edifici in legno: lo Stivale si piazza infatti al quarto posto assoluto, ma soprattutto registra una crescita superiore alla media.

L'analisi regionale. Scendendo nell'analisi a livello regionale, il rapporto evidenzia il peso delle aziende del Trentino Alto Adige in termini di fatturato generato: il 46 per cento del totale nazionale deriva proprio da questa area territoriale, mentre la Lombardia con 51 imprese è in testa alla graduatoria per numero di aziende attive stabilmente nel settore, con una quota del 21 per cento sul totale. La distribuzione territoriale delle case in legno vede al primo posto ancora la Lombardia, dove trova spazio il 20 per cento delle costruzioni, che supera di poco Veneto (18 per cento) ed Emilia Romagna (15 per cento). 











 ULTIMI POST INSERITI  
» dal blog Santamargherita
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
» dal blog Casa Migliore
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
» dal blog Santamargherita
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
» dal blog KRION® Porcelanosa Soli
 ULTIMI COMMENTI INSERITI  
ARCHIVIO
» ottobre 2017
» settembre 2017
» agosto 2017
» luglio 2017
» giugno 2017
» maggio 2017
» aprile 2017
» marzo 2017
» febbraio 2017
» gennaio 2017
» dicembre 2016
» novembre 2016
» ottobre 2016
» settembre 2016
» luglio 2016
» giugno 2016
» maggio 2016
» aprile 2016
» marzo 2016
» febbraio 2016
» gennaio 2016
» dicembre 2015
» novembre 2015
» ottobre 2015
» agosto 2015
» luglio 2015
» giugno 2015
» maggio 2015
» aprile 2015
» marzo 2015
» febbraio 2015
» gennaio 2015
» dicembre 2014
» novembre 2014
» ottobre 2014
» settembre 2014
» agosto 2014
» luglio 2014
» giugno 2014
» maggio 2014
» aprile 2014
» marzo 2014
» febbraio 2014
» gennaio 2014
» dicembre 2013
» novembre 2013
» ottobre 2013
» settembre 2013
» agosto 2013
» luglio 2013
» giugno 2013
» maggio 2013
» aprile 2013
» marzo 2013
» febbraio 2013
» gennaio 2013
» dicembre 2012
» novembre 2012
» ottobre 2012
» settembre 2012
» agosto 2012
» luglio 2012
» giugno 2012
» maggio 2012
» aprile 2012
» marzo 2012
» febbraio 2012
» gennaio 2012
» dicembre 2011
» novembre 2011
» ottobre 2011
» settembre 2011
» agosto 2011
» luglio 2011
» giugno 2011
» maggio 2011
» aprile 2011
» marzo 2011
» febbraio 2011
» gennaio 2011
» dicembre 2010
» novembre 2010
» ottobre 2010
» settembre 2010
» agosto 2010
» luglio 2010
» giugno 2010
» maggio 2010
» aprile 2010
» marzo 2010
» febbraio 2010
» gennaio 2010
» dicembre 2009
» novembre 2009
» ottobre 2009
» settembre 2009
» agosto 2009
» luglio 2009
» giugno 2009
» maggio 2009
» aprile 2009
» marzo 2009
» febbraio 2009
» gennaio 2009
» dicembre 2008
» novembre 2008
» ottobre 2008
» settembre 2008
» agosto 2008
» luglio 2008
» giugno 2008
» maggio 2008
» aprile 2008
» marzo 2008
» febbraio 2008
» gennaio 2008
» dicembre 2007
» novembre 2007
» ottobre 2007
» settembre 2007
» agosto 2007
» luglio 2007
» giugno 2007
» maggio 2007
» marzo 2007
» febbraio 2007
» gennaio 2007
» dicembre 2006
» novembre 2006
» ottobre 2006
» settembre 2006
» agosto 2006
» luglio 2006
» giugno 2006
Color Line
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2017 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati