home + architetture + case & interni + concorsi + eventi + progetti + progettisti + blog + prodotti +
Habimat al Cersaie 2014
giovedì 13 novembre 2008

Bye bye, Italia !

dal blog Carmine Pietrapertosa, di Carmine Pietrapertosa

BYE BYE, ITALIA

Dal 24 ott. al 6 nov. scorso si è svolta a Pechino la terza biennale cinese di archietttura. Il tema, interessante, è stato “Ecological City and Building”, focus sulle soluzioni architettoniche e stilistiche per l’abitare eco-sostenibile. Il luogo: il Beijing Design Park 751, una ex zona industriale dismessa della metropoli cinese, oggi riqualificata (sic) in zona espositiva.
... e bla bla bla
Ci si arriva percorrendo polverosi e bui viali che si diramano tra fatiscenti fabbricati, esalazioni nocive degli impianti dismessi e, qui e là, acquitrini ristagnanti e cumuli di materiali vari. Il tutto sotto la cupola impenetrabile e irrespirabile dell'aria pechinese.
Si tratta di individuare metodi e strategie per arginare gli effetti "collaterali" generati da una crescita caotica e sottoposta ad improvvise continue accelerazioni nel fosco quadro di un regime che moltiplica le ricchezze e le povertà.
In Cina tutto è permesso tranne che vivere (libera/mente) e l'eco-logica è solo nelle manifestate intenzioni, uno dei tanti paravento dietro i quali si può fare tutto e il suo contrario. Ad esempio, all'insegna della modernità, si possono replicare mostri metropolitani che nulla hanno a che fare col contesto territoriale, storico, culturale, ... ecc, ecc. Nuove metropoli che starebbero ugualmente bene anche sulla luna.
E in Italia ? il sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino (o' Americano) fa il postino dei casalesi e ci fa affari coi rifiuti e con la costruzione degli inceneritori (inchiesta L'Espresso 16 ott.). Che c'è, qualcosa di strano ?
L'eco-logica del ministro dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare "scandalizza" tutta l'Europa con la sua richiesta ufficiale e di tutto il governo italiano di una pesante revisione al ribasso del “pacchetto clima” adottato dall’Unione Europea per il raggiungimento degli obiettivi di Kyoto: non si era mai visto un ministro per l’ambiente così determinato contro l’ambiente. Che c'è, qualcosa di strano ?
Con un altro colpo della sua bacchettina magica la volenterosa suddetta ministro ha nominato i membri della commissione IPPC-AIA (la commissione decide il destino delle 200 più grandi aziende italiane e si occupa dei limiti alle emissioni di gas serra in base al protocollo di Kyoto e di quelle di biossido di carbonio previste dal pacchetto 'clima-energia' del Consiglio d'Europa) sostituendo studiosi di chiara fama con persone dal curriculum giudiziario quanto meno imbarazzante. Come ad esempio l’ing. B. Lamacchia, condannato a 2 anni e 5 mesi per false fatturazioni, ricettazione, falso in bilancio, falso ideologico, evasione fiscale; interdetto per cinque anni dalla Procura federale della Federcalcio da qualsiasi incarico di natura sportiva; un anno di reclusione per turbativa d'asta; venne arrestato nel 2002, dopo un anno di latitanza; condannato nel 2004 a 2 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta e tentata estorsione; rinviato a giudizio (due settimane fa) per calunnia dopo che aveva denunciato il furto di assegni, risultati poi scoperti, per 12 mila euro. Un altro esempio edificante? La giurista Cinzia Albertazzi dirigente Enel, azienda in attesa di almeno 50 Aia (Autorizzazione integrata ambientale). Che c'è, qualcosa di strano ?
Un altro fiore all'occhiello del nostro governo è l'annunciato ritorno al nucleare mentre non sappiamo ancora come disfarci di quel poco di rifiuti radioattivi che abbiamo prodotto fino al 1987 con le quattro centrali nucleari presenti sul nostro territorio. Secondo le tesi di eminenti studiosi puntare sull’atomo è una follia, dal momento che le riserve di uranio finiranno o quasi tra il 2015 e il 2025 (cioè dopodomani). E' ciò che sostiene anche la svizzera Isabelle Chevalley fondatrice di Ecologie Libérale, un movimento ecologista che si definisce di centrodestra: "Fin dal 1991 non si estrae abbastanza uranio per soddisfare l’esigenza di tutte le centrali nucleari del mondo, l’estrazione è talmente diminuita che nel 2003 metà del fabbisogno del metallo grigio è stato fornito dalle scorte militari" e aggiunge poi "dal 2001 il prezzo dell’uranio è decuplicato, da 7 dollari la libbra a più di 75 nel 2007. Questo massiccio aumento di prezzo riflette l’incertezza che circonda la sua produzione". Insomma, se si faranno, le centrali nucleari italiane saranno attive quando di uranio non ce ne sarà quasi più o quando il metallo costerà così tanto da renderne economicamente improponile l'uso. Che c'è, qualcosa di strano ?
-----
Cosa c'entra tutto questo con l'architettura ? Non lo so. Io intanto mi preoccupo un tantino.
Bye bye Italietta !



postato da Carmine Pietrapertosa giovedì 13 novembre 2008 alle ore 18:58    | commenti: 11 | Bookmark and Share



 Commenti:
postato da Elena Fedi giovedì 13 novembre 2008 alle ore 21:29

bella cravatta Carmine....niente di strano !!! MA gli ITALIANI LI HANNO VOTATI e quindi si sentono legittimati a tutto .......
postato da ciro totaro venerdì 14 novembre 2008 alle ore 20:39

CHE C'è DI STRANO?!?!? Ammettiamo che vada tutto bene e tutto quello che tu hai evidenziato sia frutto della tua fantasia, o peggio ancora, è il risultato della tua mala fede. Amettiamo pure che vada bene tagliare alla scuola e alla università ( e diciamo pure che non ce ne frega un tubo se questi soldi vanno alle banche o peggio ancora all'alitalia-CAI ); ammettiamo pure che Tremonti stia facendo benissimo e che Berlusconi anche. Ma dopo che c.... facciamo?!?!?! Non puntiamo sulla ricerca, sull'università, sulla scuola, non puntiamo sul turismo ( vedi munnezza a Napoli ), le banche non danno soldi alle imprese,la fiat non vende macchine, ecc... ok!!! Il governo punta a far cassa! Vabbene. - Ma mi chiedo: dopo??? che FACCIAMOOOOOOO???? NIENTE!!! CHE C'è DI STRANO
p.s. ( questa non è un' "italietta". è un paese che non ha strategie per il futuro! ) ( schhhhhh! svegliamoci dal sonno oppure mandiamo i nostri figli all'estero schhhhhhhh)

postato da Carmine Pietrapertosa venerdì 14 novembre 2008 alle ore 20:57

Fantasia e/o malafede (!). Mah ...

Che c'è, qualcosa di strano ? Nulla, tranne il fatto che non si comprenda l'evidente ironia

postato da alberto cuomo sabato 15 novembre 2008 alle ore 10:11

non serve fare i piagnoni....cosa facciamo? tocca a noi fare...e invece, caso strano, i criticatutto non fanno mai niente: vedi Veltroni, D'alema, Fassino, Bersani ecc.: mai lavorato, solo politica...come affidarsi a loro se il problema è "fare"?
postato da Elena Fedi sabato 15 novembre 2008 alle ore 11:02

E smettiamola con questa solfa ;.....anche la politica può essere un lavoro....e molto duro: Veltroni ha girato 100 e più piazze in poco più di un mese ,3 comizi al giorno anche con la febbre ...Fassino idem ,e gli altri 2 pure !!!!.

Certo probabilmente ad alcuni piacerebbe un bel dittatorello così si risparmiano anche la fatica di andare a votare .
Beh siete quasi serviti....il signore che ci governa è sulla buona strada !!!

Noi stiamo facendo e molto ....non facciamo i piagnoni certamente

postato da Roberto Marconi (RMAD) sabato 15 novembre 2008 alle ore 13:57

Ma che c.... è questo ? Un blog di Comunisti. Sento gli stessi ca... di discorsi da una vita .... Piuttosto pensate a cambiare la classe politica se non volete + il Belusca. Altrimenti rassegnatevi per i prossimi dieci anni. Amen
postato da Elena Fedi sabato 15 novembre 2008 alle ore 15:23

Qualcuno ti ha informato che il comunismo è praticamente sparito ?
invece l'anticomunismo NON MUORE MAI !!!
a Berlusca non mi rassegno....subisco

postato da Carmine Pietrapertosa sabato 15 novembre 2008 alle ore 16:03

Elena lascia perdere ... non ne vale la pena.

E poi, lo sai, c'è sempre qualcuno che riesce a tirarsi addosso, da solo, la catenella del water. Basta aspettare.

postato da Roberto Marconi (RMAD) sabato 15 novembre 2008 alle ore 19:11

Ma scusate ragazzi ... ma perchè se vi duole così tanto questo Paese dove non si può dire e fare un c... , dove l'informazione e tutta in mano ad una persona e tutti i nostri guai sono causatai da Lui non prendete armi e bagagli ed andate ad abitare, che ne sò, a Cuba ad esempio .. Ottimo posto, belle spiaggie, caldo tutto l'anno dove sicuramente potete dire e fare tutto quello che volete persino inultare chi volete, persino il Presidente. Fareste un grandissimo favore a Voi ... ma soprattutto a Noi.
postato da Elena sabato 15 novembre 2008 alle ore 20:10

eh si.....durante il ventennio i dissidenti venivano mandati o al confino oppure in esilio ; fra un pò quelli che non sono innamorati di Berlusconi come il ns. amico Roberto verranno mandati a Cuba ...
Va beh ,cominciamo a preparare le valigie ( se ce le lasciano portare )....
In quanto all'insultare mi pare che il "Presidente" ,come lo chiama lui ,abbia chiamato coglioni qualche milione di italiani . CHI E' CHE INSULTA ???

postato da Alfonso d'Angelo sabato 15 novembre 2008 alle ore 21:28

un saluto,
ciao...
io vado a casa ritorno domani mattina,
a roberto:
ma va a lavorare (come me che a quest'ora sono ancora qui)!
nessuno ti vieta di amare il tuo "prossimo",
ma lascia almeno che chi non lo ama non ne sia costretto...
...un saluto caloroso anche a te
ciao


 Inserisci un commento:
Il tuo indirizzo IP:   54.196.207.55
Nome e cognome:  
E-mail:  
Commento:
(max: 8000 caratteri)  
  Ricopia qui il codice visualizzato a lato
Attenzione: i seguenti commenti non sono moderati dalla redazione. Ogni utente (individuabile mediante tracciamento IP) si assume la piena responsabilità del contenuto delle proprie affermazioni.

 il blog di
 Carmine Pietrapertosa

<< settembre 2014
dom
lun
mar
mer
gio
ven
sab
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        


ULTIMI POST INSERITI
» mercoledì 28 ottobre 2009
AH AH AH


» lunedì 29 giugno 2009
Au revoir


» mercoledì 27 maggio 2009
Costituzione, art. 1: “L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro...”


» martedì 26 maggio 2009
Piacendo Botero ...


» sabato 23 maggio 2009
Arte ? Mettiamola così


» martedì 19 maggio 2009
Dall'infinitesimo all'infinito. Mendini all’Ara Pacis


» lunedì 18 maggio 2009
Struttura e forma. Forma è struttura. In una parola: Architettura


» sabato 16 maggio 2009
Surrealismo. Tributo a Renè Magritte (Ovvero, contro l'oscurantismo)


» mercoledì 13 maggio 2009
Viadotto dell'industria sul fiume Basento. Potenza


» martedì 12 maggio 2009
OOPs ... mi sono perso qualcosa?



ARCHIVIO
» ottobre 2009
» giugno 2009
» maggio 2009
» aprile 2009
» marzo 2009
» febbraio 2009
» gennaio 2009
» dicembre 2008
» novembre 2008
» ottobre 2008
» settembre 2008


» torna al blog
» torna alla room Archiportale
Blog by Archiportale.com